×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156262
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Marsala  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Marsala

Superfice:
243 km2
Altitudine:
12 m
Abitanti:
82937 [2013-12-30]
Introduzione

Marsala, la più importante città della provincia di Trapani, quinto centro in Sicilia, si trova sulle rovine dell'antica città punica di Lilibeo, in una posizione molto interessante dal punto di vista geografico. È infatti la punta estrema occidentale dell'isola, uno dei tre vertici del "triangolo" della Trinacria, ed è stata costruita su Capo Boeo; a poca distanza si trovano sia le isole Egadi che le isole dello Stagnone. Proprio la riserva naturale regionale delle Isole dello Stagnone di Marsala è di estremo interesse naturalistico, e al suo interno si trova anche l'antica città fenicia di Mozia sull'omonima isola.

La storia della città di Marsala è antichissima, e risale almeno a otto secoli prima di Cristo, quando la città fenicio-punica di Mozia venne distrutta dal tiranno di Siracusa, Dionisio I. I superstiti, rifugiatisi sulla costa dall'isola di San Pantaleo, fondarono la città di "Lylibeo", ovvero "città che guarda la Libia", e ben presto il centro entrò nell'orbita romana dove prosperò e divenne una città potente e ricca di monumenti e ricche ville. In seguito, Lilibeo seguì la travagliata sorte della Sicilia e delle invasioni successive alla caduta dell'Impero, con l'invasione dei Vandali, un breve periodo sotto l'impero bizantino e l'arrivo degli Arabi, che ribattezzarono la città "Marsa Allah", cioè "porto di Dio". Il dominio arabo rappresentò un nuovo periodo di prosperità per Marsala, che nei secoli successivi attraversò anche il periodo normanno, svevo, angioino e aragonese.

L'avvenimento dei tempi moderni che più influì sulle sorti di Marsala fu però l'arrivo di un inglese, John Woodhouse, che si innamorò del vino prodotto dai contadini del luogo, i quali avevano l'abitudine di rabboccare le botti in via di svuotamento ogni volta con del vino nuovo. Questo prodotto era caratterizzato da una forte gradazione alcolica, e dopo qualche modifica da parte di Woodhouse (come l'aggiunta di alcol di buona gradazione) cominciò a essere commercializzato in giro per l'Europa, a concorrere con il Madera e con il Porto: pare che l'ammiraglio Horatio Nelson ne fosse un grande ammiratore. Secondo la tradizione, Woodhouse lo presentò dapprima come un vino di poco valore, per la modestia della tipologia di coltivazione e l'umiltà della sua produzione, e non ne ottenne riscontri positivi; quando poi lo dichiarò un grandissimo vino, in molti si dissero entusiasti e cominciarono a ordinarlo in massa. Da quel momento Marsala cominciò a dedicarsi con grande impegno alla produzione del vino, tanto che proprio per la sua esportazione venne costruito il nuovo porto di Margitello, quello attuale della città. Un altro evento di assoluta importanza per la storia di marsala riguarda lo sbarco dei Mille di Giuseppe Garibaldi, l'11 maggio del 1860, evento che diede origine all'unificazione d'Italia e che ancora oggi è ricordato con numerosi eventi.

Il vino Marsala è ancora oggi la principale attività economica di Marsala, il primo vino DOC della storia vinicola italiana (addirittura nel lontano 1969). Tra gli stabilimenti della provincia trapanese dove si produce il Marsala vanno ricordati Ingham-Whitaker, Florio, Martinez, Pellegrino, Vito Curatolo Arini, Pietro Pipitone Spanò, Rallo, Mineo, Intorcia, Bianchi, Baglio Hopps, Alagna, Alcesti, De Bartoli, Fina, Fici, Vinci, Galfano, Lombardo, Casano. Anche il turismo è una risorsa molto importante, grazie a be 14 chilometri di costa con spiagge di sabbia bianca e fina, un bel mare cristallino, le Isole Egadi a poca distanza e la riserva naturale delle Isole dello Stagnone. Da ricordare anche la produzione di caffè (con il marchio Zicaffè) e le aziende operanti nel settore metalmeccanico, robotico, automatico, imballaggi industriali di prodotti dell'industria alimentare, industrie dolciarie. Dal punto di vista agricolo a dominare sono le viti del Marsala, e durante i mesi della vendemmia, verso settembre, moltissimi giovani vanno a raccogliere i grappoli. Famosa anche la produzione di pomodoro e della fragola Marsalina.

Tra gli eventi più importanti a Marsala è da ricordare il Giovedì Santo, quando si svolge la Processione dei Misteri Viventi con nove gruppi di figuranti sulla passione di Cristo. Poi naturalmente c'è il rituale settembrino della vendemmia che dà origine a diversi eventi e a momenti di celebrazione del Marsala, che riguardano anche le cantine, le enoteche, i ristoranti, le osterie e le trattorie della città.

Il vino Marsala è il prodotto tipico di Marsala per eccellenza: si tratta di un vino liquoroso che viene messo sul mercato con due categorie ben distinte, il marsala vergine, derivato da sole uve bianche e addizionato, dopo la fermentazione, con solo etanolo di origine vitivinicola e/o acquavite di vino, in due tipologie, Marsala vergine (marsala vergine o Marsala soleras, con un invecchiamento di almeno cinque anni, e marsala vergine riserva, anche "Marsala soleras riserva" o Marsala vergine stravecchio o Marsala soleras stravecchio, con invecchiamento di almeno dieci anni) e Marsala conciato, a cui viene aggiunto etanolo, mosto cotto e mistella, miscela di mosto d'uva tardiva che influisce da vicino sul grado zuccherino e sui profumi del prodotto finale, e mosto concentrato. Anche il Marsala cosiddetto conciato è disponibile in diverse varianti a seconda del suo invecchiamento: Marsala fine con un anno di invecchiamento, Marsala superiore con 2 anni di invecchiamento e Marsala riserva con 4 anni di invecchiamento. Altre varianti sono quelle derivate dal colore di questo delizioso liquido, oro, ambra e rubino (quest'ultimo l'unico prodotto con uve a bacca nera) e residuo zuccherino (secco, semisecco e dolce).

Tra le persone che hanno legato il loro nome a Marsala c'è anche Cicerone, il grande oratore romano, che fu questore di Lilibeo.

Prefisso:
0923
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
marsalesi o lilibetani
Patrono:
Madonna della Cava
Giorno Festivo:
19 gennaio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

20
Buona
16
Ottimo
15
Media

Chi c'è stato

Tutti
21
Coppie
3
Famiglie
3
Turisti maturi
2

Indicatori

mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Sicurezza
convenienza
Attrattive
Alloggio
Intrattenimento
shopping
Servizi ai turisti
attività
Trasporti
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Marsala

Conosci Marsala? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Marsala, la Città del Vino, è ricca di bellezze artistiche e di contenuti unici, irripetibili.  Forte del suo carattere archeologico e ambientale, Marsala conserva testimonianze disseminate in un luogo geograficamente speciale, dove la natura si esprime nei suoi molteplici caratteri. ... vedi tutto Tra gli edifici religiosi troviamo il Duomo risalente al XVII sec.,  dedicato a San Tommaso di Canterbury, conserva un organo a 4.317 canne. Nell'angolo occidentale della città di Marsala, nel quartiere dell'Annunziata, si trova la Chiesa e il Convento che i Carmelitani costruirono a partire dal 1315, divenuto polo di attrazione e meta di pellegrinaggi in onore della Madonna detta di Trapani, opera di Nino Pisano del XIV secolo. Il campanile era abbastanza famoso nei secoli passati, una tra le meraviglie artistiche da non perdere della città di Marsala. Questo campanile, era considerato fino a non molti anni or sono, una delle torri di guardia di Lilibeo.   La Chiesa di San Giovanni Battista, in prossimità del mare, presenta uno stile architettonico abbastanza semplice. Venne costruita nel 1555 dai Gesuiti sul Capo Boeo, in prossimità della costa.  La cosiddetta "Grotta della Sibilla", che la tradizione collega quale sepolcro o quale dimora alla Sibilla Cumana o alla Sibilla Sicula, si trova proprio sotto la chiesa di San Giovanni Battista. Nel corso dei secoli la "Grotta" divenne parte integrante dell'edificio di culto con essa comunicante. Gettando uno sguardo sui monumenti della città troviamo il Teatro Comunale, di inizio ottocento con 300 posti a sedere, riaperto nel 1994 ed intitolato a Eliodoro Sollima. La città ospita un Castello medievale d’origine normanna. Fondato forse solo come recinto fortificato. Oggi, il castello medievale lilibetano ospita la casa circondariale di Marsala. Nella zona più occidentale della città vi è una zona archeologica occupata da macchia mediterranea. Proprio in questa zona, sono presenti i resti di una vecchia casa patrizia romana, chiamata "Insula romana", risalente al IV secolo d.C.. Di grande attrazione è la Riserva naturale regionale delle Isole dello Stagnone di Marsala che prende il nome dall'omonima laguna, nonché arcipelago comprendente diverse isole tra cui Mozia. Lo Stagnone è una laguna diventata riserva naturale perché habitat ideale di riproduzione e di ristoro per tantissime specie animali; tra queste i fenicotteri rosa che sempre più spesso scelgono lo stagnone ed in particolare l'Isola Grande come luogo di riposo.  Tra i musei è possibile visitare il  Museo Archeologico Baglio Anselmi. È stato istituito per ospitare un reperto tra le maggiori attrazioni di Marsala, ovvero la nave punica di Marsala, una nave ritrovata presso punta alga, sul litorale nord. Oltre ad essa si trovano numerosi reperti ritrovati nel territorio marsalese e documentazioni su alcune case romane sparse per la città. Il Museo degli Arazzi fiamminghi  è un museo che espone una serie di arazzi fiamminghi del XVI secolo, raffiguranti la guerra giudaica. Per concludere una calda giornata estiva ci possiamo ristorare bevendo un buon bicchiere di Marsala accompagnato da dolcetti deliziosi.  
Gregorio Saladino
Livello 0     0 Trofeo   
Voto complessivo 4
Guida generale : La cartina torna sole di paesi on-line e vecchia e inadeguata. Molte informazioni sono inserite nella cartina della città di Trapani e non se ne capisce il motivo. Mancano molte informazioni sui siti da vedere tipo "parco delle cave" "riserva... vedi tutto del fiume Sossio", mancano informazioni sugli alberghi, case vacanze e B&B, informazioni delle spiagge meravigliose che ci sono nei lidi a nord e a sud della città. mancano tante informazioni sulla storia di Lilibeum/Marsallah/Marsala roccaforte invincibile, Cicerone ne fece la provincia più potente, insieme a Siracusa, di quel tempo e la più florida per secoli. La città con il primo vescovato e con il Vescovo Pascasino il più influente di quel tempo......Garibaldi e Marsala connubio indelebile dell'unita d'Italia. Lo stesso Nelson che visitò Marsala più volte. La Sibilla Sicula o Sibilla Lillybetana suggestivo sito sotto la chiesa di San Giovanni..... dove si trovano due straordinarie statue attribuite ad Antonello Gagini, ricordo, la leggenda narra che qui "Ulisse sia venuto a dissetarsi, data anche la prossimità del sito al mare; e la presenza di una Sibilla, che qui vi abitava"....... Mozia è il sito più importante della Rotta dei Fenici dove insiste uno dei più importanti . musei Fenicio/Punico con una delle statue più rappresentative della storia e della cultura Siciliana/Italiana. Marsala città del Vino e del Vento, capitale europea del vino nel 2013. Famosa per molti prodotti dell'agricoltura come le fragoline e i cocomeri unici e famosi in tutta Italia cosi come per le rape rose. Capitale europea del Kitesurf, miglia di visitatori tutto l'anno godono di un meraviglioso paradiso terrestre difronte l'isola di Santa Maria, dentro lo Stagnone. Suggerirei gli autori di Paesi on Line di RIVEDERE le informazioni inserite nella guida di della città di Marsala e cosi dare lustro ad una delle città più importanti della Sicilia.
luigina
Voto complessivo 7
Guida generale : Nel settembre 2011 ho visitato Marsala...molto bello il centro storico che ho trovato molto curato - penso di ritornare appena mi sarà possibile - una nota dolente? Sì la debbo proprio fare... i collegamenti ferroviari con Trapani(mi riferisco ai treni... vedi tutto ) molto trascurati, andanti direi...e a proposito mi viene da concludere citando la frase di un famoso libro... Cristo si è fermato ad Eboli
Da non perdere Il centro
Sara
Voto complessivo 9
Guida generale : Località di mare e non solo... Ridente cittadina sulla punta occidentale dell'isola, marsala rappresenta la località ideale per passare una settimana di totale relax con tutta la famiglia. spiagge ne ho viste di migliori, ma il mare è stupendo acqua cristallina... vedi tutto sul litorale sud, calda e bassa in quello nord. piccolo ma affascinante il centro cittadino, cibo ottimo con prezzi onesti (qui il pesce fresco fà da padrone) dolci spettacolari, gente cordiale. il mio consiglio è di prenotare in un b&b, magari in prossimità del mare; e sopratutto di affittare un auto in modo da poter girare gli splendidi luoghi che la provincia offre.
Elisa Di Girolamo
Voto complessivo 10
Guida generale : Da non perdere le meravigliose "saline" sulla laguna dello stagnone,uno spettacolo della natura soprattutto se lo si vede al tramonto. La cucina è tipicamente mediterranea ma non manca il pesce fresco appena pescato da accompagnare con dell ottimo vino "Marsala"doc.... vedi tutto Il periodo migliore per visitare Marsala è senza dubbio la primavera e l estate per godere del mare cristallino e del sole ma anche per le visite ai monumenti.
Valenziano
Voto complessivo 6
Guida generale : Non lasciatevi ingannare dalla popolazione: Marsala è una città medio-piccola di poco più di 30.000 abitanti nel centro urbano. Ad 80.000 si arriva con le frazioni. Ma ciò ne fa un abitato tutto sommato godibile, anche perché pulito e ben... vedi tutto tenuto. Risente della carenza dei collegamenti con le altre città dell'isola, in particolare Palermo, raggiungibile in 2 ore con bus di linea, e nemmeno il vicinissimo aeroporto di Birgi è ben collegato. Pur affacciandosi sul mare, è lontana dalle sue zone balneari. Per chi predilige l'acqua più calda è meglio il versante nord. A sud prevalgono correnti fredde. Si mangia discretamente un pò dappertutto e, di regola, il personale è gentilissimo, al limite del cerimonioso. Da consigliare visite con degustazioni presso le varie cantine. Ottimo punto d'imbarco per le Egadi, specie per Marettimo. Vestigia archeologiche urbane trascurabili. Imperdibile, invece, Mozia, verso nord, e le saline Infersa, le più belle d'Italia.
ENRICO GIANI
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : ci sono stato per il il ponte di Novembre, mi sono trovato benissimo, gente cordiale e accogliente, città bellissima e pulita, da visitare per la sua storia e per i monumenti, clima stupendo. Ci ritornerò il prossimo Agosto per una... vedi tutto vacanza più lunga, sono sicuro di ritrovarmi bene.
Noemi ARRUSICATO
Livello 25     3 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Visitare le Saline, l'imbarcadero, l'isola di Mozia, le cantine marsalesi... i servizi di trasporto sono scarsi o quasi assenti, bello il centro cittadino e caratteristici i suoi localini ristorativi, da visitare il Complesso Monumentale di San Pietro con i costumi... vedi tutto Garibaldini
Nicolò Castellani
Livello 8     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Guida generale : Beh direi che consiglio di godersi il mare di giorno, sia facendo sport che rilassandosi nei lidi. Verso sera prendere un bell'aperitivo nei locali tipici in centro storico (consiglio da Piero) e poi andare a cena in qualche ristorante, i quali... vedi tutto sono tutti buoni. Alla sera, poi, c'è molto divertimento nei locali (disco, pub...)
francesco figlioli
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Il tramonto allo stagnone con le saline, i mulini a vento e l'arcipelago delle egadi come sfondo eccezionale d inverno e super mega favoloso d'estate con i colori piu belli in assoluto che la natura in tutto il suo splendore... vedi tutto sa donare, dove oltre a godere con gli occhi si gode anche con il naso per gli odori che si sprigionano sia dal mare che dalla natura circostante.
Da non perdere Il centro , Mothia
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0
IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Marsala

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Enogastronomia
Arte e cultura
Mete romantiche
Mete per la famiglia
Avventura
Sport
Verde e natura
Shopping
Giovani e single
Cicloturismo
Studenti
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0

Zone turistiche

CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0