×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Foligno: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

La città di Foligno si trova provincia di Perugia, nella regione Umbria. Questa cittadina è situata al centro della Valle Umbra ed è attraversata dal fiume Topino ed il Menotre. Il territorio di questo comune si trova prevalentemente in pianura e, ad eccezione di piccole alture collinari, il resto del territorio è in gran parte montano. La maggior parte del terreno è situato nei pressi del Tevere che si affaccia sul versante tirrenico della dorsale appenninica mentre oltre agli altopiani di Colfiorito, si stendono le zone che si affacciano sull'Adriatico.

Il territorio dell'odierna Foligno fu abitato da diverse popolazioni umbre, successivamente le propaggini dell'Impero Romano presero possesso di queste terre, grazie alle comunicazioni, rese possibili dalla via Flaminia. Al crollo dell’impero, non si fecero attendere le incursioni barbariche, fino al regno dei Longobardi che l'annessero al Ducato di Spoleto. L'antica città di "Fulginia" di età romana venne così progressivamente abbandonata dalle popolazioni che l’abitavano. Rimangono ancora oggi in piedi i resti delle mura di epoca medievale, lambite dalle acque del fiume Topino dal versante nord. Il periodo medievale vide il dominio del ducato di Spoleto sulla città fino al XI secolo in comune accordo con lo Stato Pontificio di Papa Innocenzo III. Subito dopo quella data, ebbe inizio il periodo dei comuni, che vide la città controllata dal Sacro Romano Impero e dalla famiglia nobiliare dei Trinci di stirpe longobarda. Foligno rimase sempre fedele alla fazione ghibellina, restando baluardo nonostante la sua vicinanza alla città di Perugia, di fazione guelfa. Nel XIV secolo la città passò in mano al potere signorile della potente famiglia Trinci, che estese i propri confini fino all'Abruzzo dove lo sviluppo economico diede prestigio alle prime attività industriali legate alla lavorazione del legno, dei filati, della ceramica, dei metalli e della carta. Foligno infatti è stata sempre il fornitore principale di manufatti composti dai derivati dalla canapa per lo Stato Pontificio, per il quale venivano realizzate le corde tiranti per le campane. Foligno rimase per lunghi secoli una città dello Stato Pontificio fino all'annessione della città al Regno d'Italia.

A Foligno restano ancora in vita le antiche tradizioni legate all'artigianato locale, come la lavorazione del legno per la produzione di mobili e di oggetti pregiati di decorazione, oltre a giocattoli di assai fine fattura: inoltre a Foligno non mancano liuterie dove si restaurano antichi strumenti musicali.

Oltre alla lavorazione del legno, uno scomparto da sempre molto importante per la città di Foligno, nel settore primario, è l'agricoltura, legata alla coltivazione di cereali, vari ortaggi e la tenuta di olivi, che sono da sempre pilastri importanti dell'economia della città così come l'allevamento. Attualmente il settore più in crescita e che fa da traino a tutti gli altri è quello del terziario e dei servizi: il turismo alimenta il commercio e permette all’artigianato tipico di sopravvivere, in più incentiva la crescita dei servizi e l’apertura di siti archeologici che testimoniano la ricchezza culturale del luogo.

Gli eventi non mancano di certo nella città di Foligno, ricca di tradizioni folcloristiche sin dai tempi più antichi: molto antica è la Giostra della Quintana: si tratta di un antico e spettacolare torneo cavalleresco in dettagliati abiti d'epoca medievale dove 10 cavalieri in sella, che rappresentano i rispettivi rioni della città, si sfidano durante un sabato di giugno e settembre. I partecipanti hanno il compito di cavalcare intorno all’antico stadio di Foligno, mentre cercano di sfilare con una lancia e un anello appeso ad una statua, quest’ultima soprannominata "quintanone" che simboleggia il dio Marte. Durante quest’occasione in città vengono aperte le taverne rionali dove servono menù basati sulla tipica cucina tradizionale umbra. All'interno dell'evento viene proposta la "fiera dei soprastanti", anche essa è una tradizione folcloristica di antiche origini, e ogni anno ripropone il mercato di epoca comunale, sotto il dominio pontificio: la merce adagiata nei banchi di legno è ispirata all’artigianato di quell’epoca, e può essere acquistata con la moneta medievale. Da non perdere sempre durante lo stesso evento, il goliardico Palio di San Rocco dove alcuni cittadini partecipano alla gara della cavalcata degli asini; per finire, il Segni Barocchi Festival, una kermesse di musica e spettacoli itineranti che prende corpo il mese di settembre e che comprende numerosi spettacoli musicali di teatro e di mostre dedicate all’affascinante periodo barocco.

La gustosa cucina di Foligno propone ingredienti tipici della zona boschiva, che si trovano al centro Italia. In particolare sono molto diffusi piatti, tra primi e secondi, a base di tartufo nero. Con questo saporito fungo ipogeo vanno a nozze le carni di agnello e di maiale, ma anche su semplici crostini. Molto diffusi sono anche i fegatini cucinati con aromi e ortaggi e macinati per essere mangiati con il pane locale. I dolci di Foligno sono davvero molto particolari e derivano dall’antico passato: non bisognerà perdere la buonissima rocciata, un involtino di pasta sfoglia a base di mele cotte, noci e cacao.

Foligno è stata una città importante nel periodo storicamente più affascinante e interessante per l’Italia. A Foligno visse i suoi primi anni l’imperatore Federico II di Svevia, inoltre la città ha dato i natali a illustri cittadini che si sono distinti nel settore delle arti e delle scienze. Foligno è una città ricca di arte, che ha saputo mantenere egregiamente il suo rapporto con il passato. E’ una città adatta agli amanti della storia e dell’arte, e per coloro che vogliono assistere a eventi folcloristici in costume storico.

Prefisso:
0742
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
folignati o fulignati
Patrono:
San Feliciano di Foligno
Giorno Festivo:
24 gennaio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0

Valutazione generale

21
Media
14
Buona
4
Ottimo
1
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
15
Famiglie
9
Turisti maturi
8
Coppie
7
Giovani e single
2

Indicatori

mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
shopping
Alloggio
Servizi ai turisti
attività
Intrattenimento
Sicurezza
convenienza
Attrattive
Trasporti
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Foligno

Conosci Foligno? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
M. Alessandra Agostini
Voto complessivo 8
Guida generale : Premetto che è la mia città natale, per cui sono "di parte". Foligno è un po' il crocevia più adatto per andare nelle città e paesi vicini a Foligno.Comunque, vale la pena visitarla perché ha le sue attrazioni. Il Duomo... vedi tutto è molto bello e ricorda moltissimo, nell'altare e nel baldacchino la chiesa di S. Pietro a Roma. È molto ampio ed è dedicato al Santo Patrono della città, San Feliciano martire, di cui abbiamo, riposta gelosamente, la Sua statua d'argento che viene esposta per la Sua Festa. Si può vedere in chiesa la copia.Oltre al Duomo ci sono molte chiese interessanti, tra cui San Francesco, dove è esposto il corpo della recente Santa Angela da Foligno, donna molto legata alla Trinità, molto amata in tutto il mondo per la Sua spiritualità!Per ciò che riguarda gli edifici, segnalo la visita obbligatoria a Palazzo Trinci, nella stessa piazza del Duomo, grande museo della città che spiega la nostra storia.Come dico io, ad un tiro di schioppo, c'è Assisi, poi Spello, Trevi e tanti altri borghi interessanti e ben conservati che ti danno l'impressione di vivere in un'altra epoca!!! Abito da 50 anni in Valtellina, ma la mia anima è a Foligno!!!!Non dimenticate la Quintana a settembre!!!!! Se non siete mai stati, vale la pena di viverla fino in fondo, mangiando cibo genuino nelle taverne! Spero di avervi fatto venire la voglia di andare a Foligno!
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Duomo : edificato in diverse fasi a partire dal IX secolo, oggi presenta caratteristiche essenzialmente neoclassiche. All’ interno sono custodite opere affrescate del Corraduccio e del Mannini. Particolari la facciata e il portale, entrambi ricchi di decorazioni. Palazzo Trinci : costruito... vedi tutto alla fine del Trecento dalla potente famiglia omonima, il complesso accoglie il museo della città. Espone un ciclo di affreschi dell’epoca di notevole interesse storico e presenta una suggestiva scala gotica. Da segnalare la sala delle arti liberali e dei pianeti, quella degli imperatori e dei giganti, e la cappella, interamente decorata con dipinti murali di Ottaviano Nelli. S. Giacomo : rappresenta una delle tre costruzioni sacre su cui si sviluppò il quartiere delle Poelle. Caratteristica la facciata a bande e il portale ogivale. Oratorio della Nunziatella : costruito alla fine del Quattrocento, è in stile rinascimentale. Presenta un tabernacolo decorato da Lattanzio di Nicolò e conserva due opere del Perugino. S. Maria Infraportas : edificata nell’ XI secolo, custodisce numerosi affreschi ed opere del Mezzastris e di Gisberto. Notevole la cappella dell’ Assunta.
lamberto d'eramo
Livello 23     3 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Un grande vantaggio di Foligno è che è completamente pianeggiante, pertanto è visitabile senza mezzi di trasporto, al limite si può usare la bici. Arrivando in piazza della Repubblica io rimango incantato dalla facciata del comune completamente restaurata dopo il... vedi tutto terremoto,in fondo alla piazza c'è l'ingresso di palazzo Trinci che merita una visita approfondita e sulla destra lo stupendo duomo di San Feliciano patrono della città. Una visita merita pure l'Abbazzia di Sassovivo situata in collina a circa 5 km con un chiostro favoloso e tante altre bellezze.Al turista consiglierei di soddisfare pure il palato visitando i vari negozietti per degustare la bontà di prodotti locali ecc...
simona berna
Livello 27     2 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Foligno, definita il centro del mondo vanta appunto una posizione intermedia alle città più note come Perugia, Assisi ecc. ma la sua bellezza è ancora più apprezzabile in determinati periodi dell'anno come giugno con la Quintana, la sfida, settembre con... vedi tutto la Quintana, la rivincita, oppure con i Primi D'Italia di fine settembre. Ma tante altre sono le feste che si svolgono in città o nei dintorni... dunque approfittate e venite...
claudia Bizzocchi
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : Foligno è uno dei rari centri storici dell'Umbria. Foligno (PG) ogni anno ospita la Giostra della Quintana, turisti più attenti non dovrebbero lasciare Foligno senza aver visitato la chiesa romanica di Santa Maria Infraportas. La prima è caratterizzata, oltre che... vedi tutto dagli affreschi del 400 e del 500, dalla bella torre campanaria e da un portico del XI secolo, la seconda invece si ricorderà per il chiostro romanico duecentesco su 128 esili colonne e per l'atmosfera mistica che si respira negli ambienti benedettini.
michele
Livello 15     2 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Frequento l'Umbria come turista da molti anni e sento di poter suggerire Foligno come eccellente base strategica. Foligno è bellissima, ricca, vivace ma non solo. Foligno ha una marcia in più perchè è una città (quasi 60000 abitanti, la terza... vedi tutto città dell'Umbria) quindi offre tutti i servizi di cui si potrebbe aver bisogno. L'ospedale, ad esempio, è tra i primi in Italia per sopravvivenza all'infarto. Qualcuno a questa affermazione ricorrerà agli scongiuri che ritiene opportuni ma è proprio in vacanza che un malore può coglierci impreparati. I suggesitivi borghi medievali sono tutt'intorno, arroccati sulle montagne, pronti ad essere scoperti ma al ritorno dalle escursioni una città pianeggiante piena di bei negozi e attività interessanti a me regala un piacere ulteriore. Questa, naturalmente, è sola la mia opinione. Viva l'Umbria intera.
Giancarlo
Voto complessivo 9
Guida generale : Città tutta in pianura in cui puoi muoverti agevolmente in bicicletta grazie alle piste ciclabili che attraversano al città. A giugno e a settembre si tiene la celebre Giostra della Quintana. L'ultima settimana del mese di settembre si svolge, ogni... vedi tutto anno, la manifestazione chiamata "i primi d'italia". Da non dimentare il festival "Segni Barocchi". Insomma ....una città a misura di uomo da vivere tutto l'anno
Da non perdere Palazzo Trinci , Giostra della Quintana , Primi d'Italia
Patrizia Farfalla
Livello 15     2 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Città carina e vale la pena di visitare i suoi palazzi,le sue piazze, le sue chiese. Clima da cittadina di provincia nella quale si viene accolti con simpatia e semplicità. A giugno e a settembre ha luogo la "quintana", rievocazione... vedi tutto storica del Seicento con la sua giostra. Nel mese di settembre si svolge anche la famosissima "I PRIMI D'ITALIA" che richiama esperti nel settore culinario da tutta Italia.
Nicola Serano
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : visitarla a piedi o in bici. Il centro e' isola pedonale. Chiese, Palazzo Trinci con Pinacoteca, la Nunziatella, i palazzi di via Gramsci, la bella zona popolare delle Conce, una passeggiata ai Canape' o sul lungofiume, un aperitivo o happy... vedi tutto hour in uno dei bar della piazza della Repubblica. In un giorno soleggiato e festivo, Foligno, con le sue belle strade rimesse a nuovo, e' una botta di relax!
Matteo Anobile
Livello 49     3 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Da come me l'hanno descritta, sembrava un paesotto nulla di che, debbo dire che da ciò che mi è stato detto a ciò che ho visto ho constato l'opposto. Una città comoda da passeggiarci perchè in pianura, un centro moderno,... vedi tutto non in linea con il tipico paesaggio umbro, ma non per questo non godibile, anzi molto carino, un bel Duomo, se doveste capitare fateci un giro e non rimarrete delusi
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Foligno

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Enogastronomia
Arte e cultura
Shopping
Verde e natura
Mete romantiche
Pellegrinaggi
Cicloturismo
Mete per la famiglia
Sport
Terme e Benessere
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Foligno

Poco nuvoloso
21 °
Min 12° Max 2157°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156267