×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156263
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Domodossola: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Domodossola (anche nota come "Domo" in tedesco, "Dòm" in dialetto ossolano e "Döm" in lingua walser) è un comune piemontese appartenente alla provincia del Verbano-Cusio-Ossola che conta circa 18.200 abitanti distribuiti all'interno di una superficie di 36,89 chilometri quadrati.

Geografia di Domodossola

La città di Domodossola sorge nel cuore della val d'Ossola (di cui è il centro principale) e si trova nella piana del fiume Toce, tra la frazione Caddo di Crevoladossola ed il Sacro Monte Calvario, con un territorio che si estende tra i 238 e addirittura i 2.635 metri sopra il livello del mare.

Clima di Domodossola

Dal punto di vista del clima presenta temperature tutto sommato miti vista la sua posizione, ma anche una piovosità significativa durante tutte e quattro le stagioni, che supera i 1.000 millimetri/anno. I mesi più piovosi sono giugno, agosto e ottobre, con più di 100 mm/mese, i più secchi sono dicembre e gennaio, con circa 60 mm/mese.

Il mese più caldo dell'anno è luglio e fa registrare una media di 20.6 °C, mentre quello più freddo è gennaio, durante il quale si registra una media di 1.4 °C. Tra fine novembre e febbraio, le minime scendono al di sotto dello zero, attestandosi tra i -1 e i -2 °C.

Storia di Domodossola

L'area di Domodossola sembra essere abitata sin dall'epoca preistorica, come ben dimostrato da reperti rinvenuti nella val d'Ossola. Il primo riferimento alla città è però datato II secolo dopo Cristo e si deve al geografo greco Claudio Tolomeo, che la cita come probabile capitale dei Leponzi chiamandola "Oscella".

Sotto la dominazione romana la città viene elevata al grado di municipio e poi capoluogo, mentre con la caduta dell'Impero subisce diverse invasioni barbariche che distruggono totalmente la maggior parte dei suoi palazzi.

Le prime opere di difesa sul colle di Mattarella sono attestate durante il regno ostrogoto di Teodorico (verso la fine del V secolo), ma per assistere ad una crescita della città si sarebbe dovuto aspettare fino a Carlo Magno, sotto il cui regno viene edificato il primo castello locale.

Attorno all'XI secolo inizia a venire chiamata "Domus Oxile", mentre nei secoli successivi passa sotto il controllo di diverse famiglie nobiliari della zona (dai Visconti agli Sforza), fino a diventare possedimento dei Savoia nel 1743 con il trattato di Worms.

Domodossola diventa di colpo una delle più importanti vie del traffico europeo quanto il 19 maggio 1906 re Vittorio Emanuele III inaugura il traforo del Sempione: un'opera pubblica che porta prosperità fino all'esplosione della Seconda Guerra Mondiale.

Durante le ostilità Domodossola diviene capitale di una Repubblica partigiana autoproclamatasi indipendente dal dominio dittatoriale e non a caso la città ha ottenuto una Medaglia d'Oro al Valor Militare per il sacrificio della sua popolazione e per la sua attività di resistenza "mentre più spietata infieriva l'oppressione germanica e fascista".

Economia di Domodossola

Oggi Domodossola è a tutti gli effetti il centro nevralgico dell'intera val d'Ossola e la sua economia si fonda innanzitutto su un fortissimo settore secondario, grazie alla presenza di diverse industrie siderurgiche e meccaniche, oltre che di acciaierie.

Il settore energetico è altrettanto florido grazie alla presenza di diverse dighe e centrali idroelettriche distribuite sul territorio e la vicinanza con la Svizzera, soprattutto a seguito dell'apertura di quel traforo del Sempione di cui abbiamo parlato in precedenza, ha dato un grosso impulso allo sviluppo del commercio.

A ciò si aggiunga che negli ultimi anni Domodossola è cresciuta molto dal punto di vista dell'artigianato, oltre ad essere diventata una importante meta turistica, che attira cittadini sia italiani che stranieri.

Come muoversi e arrivare a Domodossola

Domodossola è paradossalmente più vicina a Milano (circa 130 chilometri) che al suo capoluogo regionale Torino (circa 180 chilometri), oltre a distare davvero pochi passi dal confine con la Svizzera: non a caso, dal punto di vista stradale la via più importante che la attraversa è la Strada Statale SS33 del Sempione, che va proprio dal capoluogo lombardo alla città di confine Iselle.

Domodossola è inoltre un importante snodo ferroviario che permette collegamenti sia con le principali città italiane che con capitali europee quali ad esempio Parigi. La città non è provvista di un proprio aeroporto ed il più vicino è ancora una volta quello di Milano-Malpensa, distante circa 90 chilometri dal centro abitato.

Prefisso:
0324
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
domesi
Patrono:
Santi Gervasio e Protasio
Giorno Festivo:
19 giugno
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0156258
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Domodossola

Gabry cerutti
Livello 15     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Città di provincia tranquilla e vivibile, stazione ferroviaria internazionale molto trafficata, snodo principale per tutte le stupende vallate circostanti e punto d'appoggio (più economico!) anche per le visite ai laghi Maggiore e d'Orta. Niente traffico e parcheggi ovunque (molti i... vedi tutto gratuiti). Caratteristico centro storico, con le antiche mura, molto apprezzato dai turisti.Molto frequentato il grande mercato settimanale del sabato. Molti supermercati e discount. Apprezzati ristoranti e trattorie con menù tipici. Degna di nota la Riserva Naturale del Sacro Monte Calvario raggiungibile anche a piedi con una passeggiata di 15 min circa, luogo incantevole per opere d'arte, spiritualità, panoramica. Non manca una attrezzata e nota stazione sciistica e soli 15 min dal centro. Insomma una città da vedere e non solo da ricordare per la D dello spelling!
Da non perdere Piazza mercato , il Calvario
Marco Nagini
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 7
Guida generale : Domodossola è una bellissma cittadina a pochi km dalla svizzera molto tranquilla e semplice da visitare. Visitate la Piazza Mercato che è il centro storico. Per mangiare e dormire potete andare alla locanda Da Sciolla che si trova dietro la... vedi tutto Piazza Mercato. Andando alla stazione ferroviaria potete prendere il caratterstico trenino "Centovalli" che da Domodossola vi porta a Locarno in Svizzera passando attraverso la bellissima Valle Vigezzo chiamata anche la Valle dei pittori.
Da non perdere Centro storico
angela
Voto complessivo 10
Guida generale : Per essere una piccola cittadina di frontiera è bella, tranquilla ed ancora tutti si conoscono, centri storici, musei, verde, monte Calvario da visitare, percorribile tutta anche a piedi, nei vicoletti, polenta, funghi, formaggio dell'alpe nonché il burro fatto con le... vedi tutto zangole a mano, la transumanza delle bestie dall'alpe alla pianura ancora molto sentita.
Da non perdere Museo sempioniano , il Calvario
GIUSEPPE
Voto complessivo 8
Guida generale : DOMODOSSOLA È UNA GRAZIOSA CITTADINA IN FASE DI MIGLIORIE. VIVIBILISSIMA IN QUANTO LA DELINQUENZA È SOTTO CONTROLLO. CENTRO NEVRALGICO PER VISITARE LE VALLATE CHE LA CIRCONDANO. CONFINANTE CON LA VICINA SVIZZERA SIA ITALIANA CHE TEDESCA. PECCA IN ALCUNI SETTORI QUALI... vedi tutto PULIZIA, DIVERTIMENTI, ORDINE MA NEL COMPLESSO OFFRE PIACEVOLI GIORNATE. BELLISSIMO IL CENTRO STORICO E LA PIAZZA DEL MERCATO. VALE LA PENA DI TRASCORRERE QUALCHE GIORNO.
Mara
Voto complessivo 3
Guida generale : Bellissima cittadina circondata da meravigliose zone x amanti camminate in montagna. Bello il centro storico con la piazza del Mercato e il palazzo San Francesco Da non perdere la visita del Sacro Monte Calvario patrimonio Unesco. Al Calvario visitabili i... vedi tutto resti del vecchio castello e la Camera dove soggiornò il beato Rosmini.
Da non perdere Sacro monte Calvario , Centro storico Domodossola , Ferrovia Centovalli Locarno
Iolanda Allini
Livello 36     5 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : secondo me, da non perdere assolutamente è la parte di Domodossola vecchia, la cosiddetta Motta, con le case in sasso e legno, le stradine tranquille e la pavimentazione a ciottolato...e per chi ha voglia di camminare: il Calvario e la... vedi tutto visuale su Domodossola dall'alto...
Da non perdere Piazza mercato , la Motta , il Calvario
Simone
Voto complessivo 10
Guida generale : Una città a dir poco fantastica, immersa nello splendido paesaggio delle montagne verdi che la contornano...
Da non perdere Centro storico , il Calvario
Bernardino Gallo
Voto complessivo 2
Guida generale : La parte storica è molto interessante.
Da non perdere centro storico , cantine Di Marzo , "castello"
Maria Scarazzati
Livello 11     1 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : mezzi scarsi per le valli, sopratutto per le terme di premia, pochissimo per i giovani e programmi culturali quasi nulli, per gli anziani, per Voi non esistono
Da non perdere Sacro monte Calvario
barbara
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : Noiosa, piccola, non c'è nulla di divertente, e soprattutto non offre assolutamente nulla per i giovani e bambini. Insomma è come Bognanco, un piccolo paese adatto solo agli anziani.
Da non perdere Museo sempioniano
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156271
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Cosa visitare

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156253

Meteo Domodossola

Sereno
10 °
Min 8° Max 21°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156262
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0