×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

Guida turistica di Benevento  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0050046
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,003003

Info su Benevento

Superfice:
130 km2
Altitudine:
135 m
Introduzione

Benevento è una cittadina inserita in un ambiente idilliaco circondato dall'Appennino Campano tra i fiumi Sabato e Calore.

L'economia di questa città si basa soprattutto sulle attività agricola e in epoca recente si è molto sviluppata anche nel settore della pubblica amministrazione. E’ molto famosa anche dal punto di vista turistico, essendo dopo Napoli e Caserta, una delle città più visitate della regione Campania.

Anticamente nota come Maleventum, forse per i forti venti che la attraversano, il nome venne poi convertito in Beneventum ed infine nell’odierna Benevento. In passato è stata una città di dominazione grecasanniticaromanalongobarda, pontificia ed infine un comune libero. La città vanta un cospicuo patrimonio storico-artistico e dal 2011 la Chiesa di Santa Sofia in voto, edificata nel 760 dal duca longobardo Arechi II, è entrata a far parte dell’UNESCO.

A livello geografico Benevento sorge nell'entroterra campano, nella storica regione del Sannio, in una posizione centrale tra il mar Tirreno ed il mar Adriatico. Nella vasta conca in cui sorge, essa si trova circondata da alte colline, in particolare dal massiccio del Taburno Camposauro, dal Monte Mutria del Matese a nord-ovest e dall'alta cortina del Partenio a sud e dai monti Dauni a est. Due sono le principali risorse idriche della città: il Calore, affluente del Volturno, e il Sabato, che confluisce nel fiume Calore che si trova ubicato oltre il centro. Il territorio è prettamente accidentato e ondulato mentre il clima della città è di tipo appenninico: in inverno abbondanti nevicate con temperature intorno allo 0° e in estate il caldo è afoso.

  Secondo altre fonti la città sarebbe stata fondata dal greco Diomede dopo la distruzione di Troia. Le prime fonti documentate risalgono al V sec. a.C. e cioé al periodo delle guerre sannitiche. Il popolo sannita resistette per molto tempo alle incursioni dei Romani ai quali si arresero definitivamente solo nel 268 a.C. quando i Romani fondarono le loro colonie.  Tuttavia i Romani riconobbero la grandezza degli abitanti di Maleventum che ribattezzata in Beneventum venne gloriosamente rappresentata anche su alcuni importanti monumenti romani come l'Arco di Traiano e il Ponte Leproso. Durante il Medioevo Benevento fu conquistata prima dai Goti e successivamente dai Bizantini. Nel 571 fu la volta dei Longobardi, che guidati da Zottone conquistarono Benevento. La dominazione longobarda durò per circa 5 secoli, e nel 1077 la città entrò sotto il dominio pontificio. Il 1266 fu l'anno della battaglia tra Manfredi e Carlo D'Angiò il quale si impegnò per restituire Benevento alla Chiesa. Nel 1688 un violento terremoto distrusse quasi completamente la città che venne gradualmente portata all'antico splendore da Benedetto XIII. Il '700 la vede dapprima, possedimento di Federico IV di Borbone, in seguito inserita nella Repubblica Partenopea. Nel 1806 è sotto il dominio di Napoleone ma nel 1860 viene annessa al Regno d'Italia. 

Famoso a Benevento è l’Hortus Conclusus, un antico orto medievale appartenente ai Padri Domenicani che è ancora oggi curato e visitato. Dagli anni 90 ospita un'installazione permanente dell'artista beneventano Mimmo Paladino, esponente della Transavanguardia. L'Hortus nasce come una galleria d'arte immersa nel verde.

Benevento non è solo una città d’arte, ospita infatti l’antico Osservatorio Astronomico del Sannio, il più grande d'Italia noto non solo per la sua ospitalità ma soprattutto per la sua ricettività a livello europeo. Il centro è stato voluto dall'astronomo Antonio Pepe ed è nel quartiere di Pacevecchia, la zona alta della città.

La cucina beneventana presenta molti piatti tipici campana e, data la sua posizione, subisce influssi anche dalle regioni vicine. I primi piatti sono a base di pasta al sugo di agnello o conditi con verdure, come i famosi cavatelli con i broccoli. Ottime invece sono le fiavole preparate con pasta sfoglia e riempite con uova e formaggio. Un altro piatto tipico a base di agnello è il mugniatiello, un involtino a base di interiora, prezzemolo, aglio e legumi. A Natale invece si prepara il cardone, in realtà tradizione del sud più che beneventana in particolare, germogli di carciofo trattati e poi serviti con il brodo. La cucina beneventana presenta numerosi piatti di origine contadina che oggi si mescolano senza problemi a versioni più moderne e sofisticate.

Benevento è famosa anche per la produzione del famoso torrone Strega. Il torrone era già noto nel I secolo d.C. ed il poeta latino Marziale annoverava la cupedia come l’unico progenitore del torrone. Il nome cupedia significa "cose desiderate". Sin dalla sua origine è presentato come un impasto realizzato con pochi e semplici ingredienti: miele, albume d'uovo, mandorle o nocciole. Anticamente era diffuso sia tra le classi ricche come tra quelle povere. Ben poco si differenziava dal torrone moderno, che altro non è che una versione più raffinata di quello precedente. Una curiosità: Benevento è nota anche come la città delle streghe poiché quando i Longobardi arrivarono nel paese introdussero alcune festività legate al ciclo della natura, come quella di ballare attorno agli alberi di noce. Queste attività spaventarono molto i cristiani del posto che li isolarono. Proprio per questo il famoso torrone di Benevento ha preso il nome da queste antiche pratiche pagane.

Il patrono di Benevento è San Bartolomeo che viene festeggiato il 24 agosto con una grande sagra cittadina e che termina il 25 sera con uno spettacolo pirotecnico che attira un gran numero di spettatori anche dalle cittadine vicine e dalle frazioni.

Prefisso:
0824
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
beneventani
Patrono:
Madonna delle Grazie
Giorno Festivo:
24 agosto
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0070069
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Valutazione generale

16
Ottimo
12
Media
2
Buona

Chi c'è stato

Famiglie
1
Turisti maturi
1
Tutti
1

Indicatori

mangiare e bere
Sicurezza
Accoglienza
Alloggio
attività
shopping
Accessibilità
convenienza
Intrattenimento
Trasporti
Attrattive
Servizi ai turisti
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0070068
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0030026

Recensioni Benevento

Conosci Benevento? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Benevento è una città ricca di attrattive storico artistiche. Nel centro storico è possibile visitare lo splendido complesso del Duomo, costruito verso il XII sec. venne distrutta dai bombardamenti del 1943. La facciata si presenta aperta da arcate cieche e con... vedi tutto loggia soprastante, nella quale ci sono frammenti romani, lapidi longobarde e sculture varie. Notevole è il Campanile che viene fatto risalire al 1279, mentre all'interno si presenta con cinque navate. Merita una visita il Museo Diocesano dove sono custoditi i frammenti della porta centrale del Duomo, formelle, alcune raffiguranti la vita di Cristo. Nella cripta troviamo alcuni pregevoli affreschi, i resti degli amboni del Duomo, e una tela di Francesco Bonamici. Nella Biblioteca Capitolare, sono presenti antichi codici medievali, antifonari e preziose pergamene. Da non perdere una visita ai resti del Teatro Romano, voluto dall'Imperatore Adriano, oggi ancora ben conservato e utilizzato per varie rappresentazioni teatrali. L' Arco di Traiano fu eretto per celebrare il prolungamento della Via Appia da Benevento a Brindisi. Sulla parte rivolta verso la città sono narrate alcune scene di buongoverno e opere di pace. Sul fronte esterno, troviamo raffigurate scene militari relative alla politica imperiale delle province. Da non perdere la Chiesa di S. Sofia un tempo antica abbazia benedettina di fondazione longobarda, ha una struttura massiccia e portale del XII secolo. Al suo interno è possibile contemplare i resti di pregevoli affreschi risalenti al VIII secolo. Accanto troviamo il Museo del Sannio, istituito nel 1873 per raccogliere le testimonianze storiche del popolo Sannita. All'interno è diviso in sezioni che ripercorrono le varie epoche storiche: dall'età romana, a quella bizantina, per poi passare a quella longobarda e romanica, sino ad arrivare a i secoli XIV, XVIII e XX. Nella sezione archeologica troviamo alcune ceramiche daune, greche e italiche. Nella sezione numismatica è visibile la raccolta di monete auree appartenute al principato di Benevento. Una visita merita la Rocca dei Rettori, eretta nel 1321 per volere di papa Giovanni XXII. Suddivisa in tre grandi piani è oggi sede del Museo del Sannio. Per completare la visita di Benevento consigliamo una passeggiata al Ponte Leproso e al Ponte Valentino situato poco fuori della Città. Inoltre da non perdere la Villa dei Papi, i Palazzi nobiliari eretti tra Seicento ed Ottocento e la Chiesa barocca di San Bartolomeo.
Matteo
Voto complessivo 8
Guida generale : Bella cittadina campana, situata nella parte interna della regione. Ha un centro storico molto bello e visitabile a piedi. Dalla Rocca dei Rettori al Duomo il tragitto è chiuso al traffico veicolare. Lungo il Corso Garibaldi, la vostra passeggiata sarà... vedi tutto allietata dalla sopracitata Rocca, dal Palazzo del Governo, dalla Chiesa di Santa Sofia (Patrimonio UNESCO), dall'Hortus Conclusus, dall'Arco di Traiano, fino ad arrivare a Piazza Orsini (Papa Benedetto XIII) con lo splendido Duomo e la sua Janua Maior. Continuando potrete visitare anche il Teatro Romano e il Ponte Leproso. Consiglio vivamente di trascorrere un weekend in questa città (e nei suoi dintorni). Molti i prodotti enogastronomici di qualità (dal vino, al liquore Strega, ai numerosi dolci).
Voto complessivo 7
Guida generale : Benevento è uno spettacolo di per sé. Lo scopre con facilità il viaggiatore che da subito ne percepisce la magia. Le sue luci mettono a nudo scorci tra i più importanti di tutta la Longobardia, le sue strade e i... vedi tutto suoi monumenti raccontano i fasti dell'impero romano, mentre le chiese e i palazzi riproducono la sobria e austera aria del regno Pontificio. Benevento è stata palcoscenico della storia. Qui si sono intrecciati i destini e gli affanni dei protagonisti di tanti e diversi secoli.
luca
Voto complessivo 10
Guida generale : Val bene una visita. È una città appenninica che non ha molto in comune con le altre città campane e che presenta una nutritissima schiera di monumenti di grande fascino. L'arco di Traiano è l'arco monumentale meglio conservato al mondo,... vedi tutto la Chiesa di Santa Sofia gode di un importante riconoscimento UNESCO. Il centro storico è infarcito di angoli interessanti nei quali si intrecciano diverse storie: Benevento è città sannita, romana, longobarda, papalina.
Raffaella Mannato
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 9
Guida generale : È una cittadina a misura d'uomo. Incantevole il Corso Garibaldi (isola pedonale) con artisti, musica, monumenti, musei, bar raffinati dove poter gustare un ottimo caffè alla nocciola o una tazza di cioccolata ascoltando buona musica, e tanti bei negozi. Un... vedi tutto centro storico di tutto rispetto (vedi Hortus Conclusus dove ammirare le sculture del Palladino). Poco distante c'e' Pietrelcina (ridente paesino dove visse San Pio da Pietrelcina). Andateci e... non vorrete più andare via...
Da non perdere Hortus conclusus , arco traiano
fulvio luongo
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 7
Guida generale : Antica città romana con il suo arco di TRAIANO e l'anfiteatro romano città tranquilla e pulita in una devastata regione CAMPANIA, ottimo cibo e di qualità. Consiglio per una buona pizza i FRATELLI LA BUFALA e il pub all'arco con... vedi tutto ottime focacce servite in uno storico locale dove sono passati artisti e attori italia di fama. Ricordiamo poi un buon liquore STREGA e i suoi torroni. Mitica la leggenda dell' albero e le streghe e per finite perché no una passeggiata nel paese che ha dato i natali a PADRE PIO "PIETRALCINA "
Da non perdere anfiteatro romano , arco traiano
Gianni
Voto complessivo 10
Guida generale : Benevento è una città infarcita di storia che non ha nulla da invidiare ad altre città più grandi e più conosciute del centro sud. Come in molte altre zone del meridione italiano, è palese che l'amministrazione potrebbe e dovrebbe fare... vedi tutto qualcosa in più, tuttavia i monumenti, gli spazi verdi ed i divertimenti non mancano. Cittadina rilassante e pacata, abitanti gentili e prodighi di consigli. Personalmente l'ho preferita alle altre città campane..
pasquale
Livello 18     2 Trofeo    Viaggia: Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 7
Guida generale : Un monumento a celo aperto ogni angolo sorgono palazzi di stile impero gotico longobardo. Insignita di medaglia d oro al valore civile, monumenti ben tenuti ,ma non valorizzati a livello nazionale,peccato,molte altre citta con tanto meno riescono a portare turismo. tutto il... vedi tutto sannio e' una terra generosa e fertile. sanniti valorizzate la vostra terra pasquale cuneo
Da non perdere anfiteatro romano , arco traiano , santa sofia in voto
luca
Livello 14     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Bella cittadina, poco conosciuta ma piena zeppa di storia, locali, ristoranti. Benevento gode di un bel corso completamente pedonalizzato che taglia in due il centro storico e lungo il quale si affacciano quasi tutti i principali monumenti cittadini. Da non... vedi tutto perdere Santa Sofia ed il suo chiostro, l'imponente arco di Traiano, il duomo con la cripta, la rocca dei rettori.
Francesco
Livello 16     2 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Città davvero bella. Centro storico ben tenuto. Bellissima la chiesa di Santa Sofia, il suo chiostro e il Museo del Sannio.L'arco di Traiano è un trionfo di bassorilievi. Il duomo in stile romanico è imponente. Da non perdere il teatro... vedi tutto romano e l'hortus conclusus ..... Consiglio anche la visita dei paesini circostanti. Ne vale davvero la pena!
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0280269
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0660635
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070069
AdvValica-GetPartialView = 0
HotelSearch-GetPartialView = 0,0085731
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
Mete per la famiglia
Verde e natura
Montagna
Studenti
Sport
Mete romantiche
Giovani e single
Avventura
DestinationListExperience-GetPartialView = 0,0020021
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0220209
JoinUs-GetPartialView = 0,0010013
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0140137
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009