×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Bassano del Grappa  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Bassano del Grappa

Superfice:
47 km2
Altitudine:
129 m
Abitanti:
43347 [2013-12-31]
Introduzione

Bassano del Grappa si trova in provincia di Vicenza, ha una frazione (Rubbio) e numerose contrade (Campese, Marchesane, San Michele, Sant'Eusebio, Valrovina). A un’altitudine di 129 metri sul livello del mare, si trova nel cuore del Veneto, ai piedi dell’Altopiano di Asiago e del Monte Grappa, sul Brenta, attraversato tramite il famoso Ponte Vecchio o Ponte degli Alpini. Si tratta di una zona molto importante da un punto di vista logistico e per questo Bassano del Grappa ha sempre goduto di una certa prosperità fin dalla sua fondazione. Il clima è semicontinentale, e si raggiungono senza difficoltà i 30 gradi in agosto mentre si scende sotto lo zero in inverno.

Ancora prima dei romani, questa zona era abitata, come dimostrano alcuni insediamenti risalenti a circa il 1.000 a.C.; furono però proprio loro a rendere coltivabile la zona, il "Fundus Baxiani", che però non divenne mai una vera e propria città. Per aspettare invece il primo nucleo di case bisogna aspettare l’anno 1000, quando venne eretta la pieve di Santa Maria, mentre meno di due secoli dopo seguì il castello. Proprio questa fortezza, insieme alla favorevole posizione della città, attrasse le mire di Vicenza, che la inglobò nel proprio dominio; in particolare fu la famiglia degli Ezzelini che strinse i rapporti più saldi con gli abitanti di Bassano. Nei secoli successivi fu sotto il dominio di Padova, poi di Vicenza, poi di Padova, poi di Verona e ancora una volta di Padova, prima di terminare sotto i Visconti. La vera dominazione fu però quella di Venezia, che per quattro secoli garantì la pace a Bassano, dotandola di un podestà e di un capitano che venivano scelti dal Senato tra i patrizi veneziani. In questo periodo a Bassano si svilupparono molto le arti e l’artigianato, in particolare con il settore tessile, la stamperia (con la famiglia Remondini) e l’oreficeria. Data fondamentale per Bassano del Grappa fu il 1569, quando Andrea Palladio, il grande architetto delle più belle ville venete, ricostruì il ponte sul Brenta, crollato per una piena, con procedimenti innovativi e soluzioni tecniche all’avanguardia. Problemi arrivarono per Bassano del Grappa, invece, con la vittoria di Napoleone e il trattato di Campoformio, quando insieme al resto della Repubblica Veneta, Bassano passò agli Austriaci, e vi rimase fino alla terza guerra di indipendenza. Gli anni più difficili per Bassano, però, furono quelli delle due guerre mondiali. A due passi dall’altopiano di Asiago, Bassano fu zona di guerra nel 1915-1918, in particolare dopo l’evacuazione seguente alla sconfitta di Caporetto. Durante la seconda guerra mondiale fu uno dei principali centri della Resistenza nel Veneto, con numerosi fatti di sangue, come il tristemente celebre "rastrellamento del Grappa" con decine di impiccagioni nei viali della città (a Bassano infatti si trova Viale dei Martiri) e il famoso episodio del ponte fatto crollare da 15 partigiani per proteggere Bassano dalle truppe tedesche, secondo la politica di bombardamento dei ponti voluta dagli Alleati sul finire della guerra per spazzare via la resistenza nemica tagliando rifornimenti e collegamenti. Dopo la fine del secondo conflitto mondiale, Bassano del Grappa è andata incontro a una forte espansione, a volte incontrollata: col tempo, la città si è infatti fusa di fatto con Campolongo sul Brenta, Solagna, Romano d’Ezzelino, Pove del Grappa, Cassola, più Rosà, Travettore, Cartigliano e Nove, che si presentano ora senza sostanziale soluzione di continuità. C’è stato anche un notevole sviluppo dell’artigianato, che qui vanta tradizioni molto forti. Tra i prodotti più diffusi, le ceramiche e le porcellane, secondo lavorazioni che risalgono al Settecento, e i mobili d’arte.

Tra gli eventi più seguiti a Bassano del Grappa c’è la grande rassegna veneta che si svolge ogni anno, tra giugno e settembre, cioè Operaestate Festival Veneto, che coinvolge anche la città. Da ricordare anche Infart Urban Art & Music Festival, una tre giorni di arte e musica con artisti che arrivano da tutto il mondo, per un appuntamento settembrino tra installazioni, performance, esposizioni e così via. Molto apprezzato anche lo Stile Libero Festival, con 5 giorni di musica nel mese di settembre.

La tradizione gastronomica di Bassano del Grappa è piuttosto ricca e si basa su una serie di prodotti tipici molto apprezzati non solo nel Veneto. Il re, per così dire, è l’asparago bianco di Bassano del Grappa, coltivato anche in altre zone del Veneto, secondo la tradizione portato a Bassano da Sant’Antonio da Padova per rabbonire il tiranno Ezzelino da Romano. Si sposa a meraviglia, nella cucina del luogo, con il risotto e insieme alle uova. Altri prodotti tipici del territorio sono i bigoli bassanesi, pasta lunga simile agli spaghetti preparata con grano tenero, acqua e sale, molto ruvidi per trattenere al meglio sughi e condimenti. L’eccellenza più nota per quanto riguarda il bere, invece, è sicuramente la grappa. Qui si trova inoltre una distilleria che vanta quasi due secoli e mezzo di storia, la Bortolo Nardini, presso il Ponte Vecchio, dove si trova anche il Museo della Grappa Poli, sempre interessante per scoprire le particolarità del distillato più famoso d’Italia. L’aperitivo tipico di Bassano, per quanto ormai un po’ soppiantato dall’onnipresente Spritz, è infatti il Mezzoemezzo Nardini, bevuto nella famosa distilleria nei pressi del ponte.

Molte sono le persone illustri che hanno legato il loro nome a Bassano del Grappa: in primis la famiglia dei pittori Da Ponte, tra cui Jacopo Da Ponte e Leandro Da Ponte detto il Bassano.

Prefisso:
0424
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
bassanesi
Patrono:
Beata Giovanna Maria Bonomo e san Bassiano
Giorno Festivo:
19 gennaio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0625041
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

21
Buona
17
Ottimo
14
Media

Chi c'è stato

Tutti
19
Coppie
10
Turisti maturi
6
Famiglie
5
Giovani e single
4

Indicatori

Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
Sicurezza
Intrattenimento
Trasporti
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0

Recensioni Bassano del Grappa

Conosci Bassano del Grappa? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Spostandoci all’interno della città possiamo subito recarci in Piazza Garibaldi da dove è possibile ammirare la Torre civica (42 m di altezza) e la chiesa in stile romanico-gotico di S. Francesco iniziata nel 1287 e confermata solennemente nel 1331. Molte... vedi tutto sono le bellezze artistiche al suo interno. Sulla destra rispetto alla facciata della chiesa c’è il convento di S. Francesco che ospita attualmente il Museo, la Biblioteca, e l’Archivio storico. Il Museo è visitabile tutti i giorni 9-18.30, la domenica 15.30-18.30, il lunedì chiuso. Il Museo ospita un’importante sezione archeologica nella quale si possono osservare numerosi reperti preistorici locali, romani e longobardi. Di notevole significato vi è anche una collezione, acquisita nel 1978-79, di ceramiche greche e àpule (VI-III sec. a.C.). La Pinacoteca presenta numerose opere dei Da Ponte, un Crocifisso di Guariento e diverse opere su tavola di Bartolomeo Vivarini e Michele Giambono. Belle sono le sale dedicate a Canova che conservano numerose bozze, calchi e studi dell’artista. Molti e molti altri sono comunque i pittori presenti all’interno dell’itinerario museale. Proseguendo la passeggiata, da piazza Garibaldi si arriva subito a Piazza della Libertà dove c’è la chiesa di S. Giovanni Battista, fondata nel 1308 ma completamente ristrutturata fra il 1747 e il 1788. Avanzando per via Bellavitis e passando per Campo Marzio (luogo della fiera annuale nel XIII sec.) si giunge nella zona dove esisteva il vecchio porto fluviale cittadino. Qui si trova il settecentesco Palazzo Sturm che ospita dal 1992 il Museo della Ceramica (visitabile novembre-marzo: venerdì 9-12.30, sabato e domenica 15.30-18.30; aprile, maggio e ottobre: martedì-sabato 9-12.30 e 15.30-18.30; giugno-settembre: martedì-sabato 9-12.30 e 15.30-18.30, domenica 10-12.30). Il Museo è dunque dedicato a una delle maggiori produzioni che la città ha conosciuto fino al ‘700. Da non perdere assolutamente è poi il ponte Vecchio (rifatto più volte nel corso della storia), simbolo della città e fedelmente ricostruito sulla base del disegno originario eseguito dal Palladio nel 1569. Il ponte viene chiamato anche ponte degli Alpini a causa del vicinissimo Museo, raggiungibile dalla tipica taverna situata sulla testata del ponte in direzione opposta al centro, chiamato appunto Museo degli Alpini (visite: estate 9-20; inverno 9-13 e 15-20; chiuso il lunedì). Da visitare, sempre nel centro storico, sono infine Piazza Monte Vecchio, il Castello Superiore, ed il Duomo. Inoltre, per gli amanti della natura, c’è la possibilità di scoprire degli itinerari naturalistici sulla sponda occidentale del fiume Brenta seguendo la strada che risale la Valsugana.
Valery
Voto complessivo 8
Guida generale : Lo storico Ponte degli Alpini, la favolosa Torre Civica dalla quale si può ammirare il paesaggio bassanese (soprattutto piazza Libertà, piazza Garibaldi, piazzotto Montevecchio), la loggetta municipale decorata con affreschi di Francesco Bassano il Vecchio, la chiesa di Santa Maria... vedi tutto in Colle, Palazzo Bonaguro, Porta Dieda. A breve distanza dal centro cittadino merita vedere la Villa Bianchi Michiel. Per quanto riguarda i musei, questa sorprendente cittadina ne accoglie molteplici: famosi, infatti, sono i dipindi di Jacopo Bassano e le stampe dei Remondini. Per chi invece adora passeggiare all'ombra di folta vegetazione, consiglio di passare per Parco Ragazzi del '99 e per i Giardini Parolini.
Da non perdere Museo civico , Ponte degli Alpini , Torre civica
Albino Borgogno
Livello 31     3 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : Una città ricca di attrattive... dalla storia-arte allo shopping, dal mangiar bene al divertimento... un giretto per i negozi o se di sabato per il mercato nella piazza centrale... una visita al famoso Ponte degli Alpini e alla Torre civica,... vedi tutto alle bellissime chiese di San Francesco o della Beata Giovanna, passando in quella che è denominata viale dei Martiri in ricordo dei morti durante la guerra (molto suggestivo) per poi andare a farsi un aperitivo in qualche stuzzicheria o mangiare qualcosa di tipico del luogo in qualche ottimo ristorante.
Da non perdere Ponte degli Alpini , Museo civico , Ristorante il Tinello
Federica Marcotriggiano
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : Una piccola perla, pulita, ben conservata, gente cordiale e disponibile. Museo degli alpini gratuito e, quando l'abbiamo visitata noi, gara sull'allestimento dei giardini/aiuole a tema che abbellivano diversi angoli della cittadina. Per chi ha il camper (ma va bene anche per... vedi tutto le auto) c'è un'area di sosta ai margini del centro cittadino, si paga solo il pernottamento, altrimenti è gratuita. Dall'area di sosta passa un pulmino che vi porta al centro cittadino. Una corsa costa 50 cent, mentre andata e ritorno 70 cent. A disposizione nell'area di sosta anche biciclette a noleggio...che altro si può desiderare?!?
Da non perdere Ponte degli Alpini , piazze del centro , Museo degli Alpini
loredana
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici
Voto complessivo 8
Guida generale : Una delle più belle cittadine del Veneto, interessante da visitare, oltre il famoso ponte degli alpini, tutto in legno costruito su disegno del Palladio, sono il castello e soprattutto la splendida chiesa di San Francesco. Interessante per la sua struttura... vedi tutto anche la chiesa di San Giovanni detta anche la chiesa della bugia perché si presenta in maniera imponente ma poi entrando c'è la sorpresa, larga ma corta.
salvo Paci
Livello 12     2 Trofeo   
Voto complessivo 9
Guida generale : Ho visitato la città nel periodo del 25 Aprile, sono rimasto "colpito" dal calore e dalla solarità dei Bassanesi, dal temperamento quasi "mediterraneo". Cittadina tranquilla ma movimentata, artigianato accattivante, tranquillità nelle passeggiate. Ti senti a casa ed hai l'impressione di... vedi tutto esserci sempre stato. L'atmosfera che regna nel Centro Storico ti coinvolge e, benché, non grandissimo, rende la tua passeggiata molto variegata, grazie ai variopinti negozi di Artigianato, i frequentatissimi bar e il brulicare dei turisti. Anche la sosta sul Ponte Vecchio merita particolare attenzione, dove "respiri" la Storia dell'Italia.
Liz
Voto complessivo 10
Guida generale : Bellissima cittá! Non fermatevi solo al ponte, proseguite a piedi lungo le sue rive e vedrete panorami stupendi! Di rito il mezo e mezo da Nardini e una cenetta in qualche ristorantino tipico (ad esempio Il Cardellino).Il giovedì e il... vedi tutto sabato mattina c'è il mercato da gustarsi e consiglio una pizzetta o dolcetto al panificio Beltrame... fanno cose buonissime e può risolvere un pranzo con pochi euro!
Da non perdere Ponte degli Alpini
emanuela spolaore
Livello 46     7 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Da non perdere una bella passeggiata al famoso ponte di legno, nelle cui vicinanze - per chi apprezza il genere - è possibile degustare le grappe tipiche. La cornice delle montagne offre una vista molto piacevole in tutte le stagioni. Raggiungibile facilmente... vedi tutto in auto. Si può raggiungere anche in treno, ma ci sono poche corse, soprattutto nel fine settimana. Notevoli anche i dintorni.
Da non perdere piazze del centro , Cima Monte Grappa , Ponte degli Alpini
Angela Moshiri
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Bassano possiede un'atmosfera vibrante e magica, che ti contamina per giorni dopo, poi vagando per e i vicoli del centro riempito di osterie e bar, giovani in cerca di allegria, trovi negozi dove puoi acquistare cose introvabili e di qualità... vedi tutto eccellente come la marmellata di rabarbaro, dentifricio con la grappa, carta stampata da incanto, perfino il sale gallese al sapore della vaniglia!
Da non perdere Ponte degli Alpini , distilleria grappa
Rachele Marin
Livello 25     4 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 8
Guida generale : Consiglio a tutti quelli che capitano a Bassano per più di una giornata in periodo primaverile/estivo di fare una capatina sul Monte Crocetta all'ora del tramonto. Da qui si gode di un'ottima vista panormaica sulla città, c'è un parchetto in... vedi tutto cui ci si può rilassare e anche un bar molto carino. Attenzione che anche d'estate fa freschino, ma per fuggire alla canicola è una manna dal cielo!
Da non perdere Ponte degli Alpini
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0312529

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0937574
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca Hotel a Bassano del Grappa

HotelSearch-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
Montagna
Mete romantiche
Shopping
Mete per la famiglia
Verde e natura
giovani e singole
Cicloturismo
Studenti
Sport
Avventura
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Bassano del Grappa

Pioggia
13 °
Min 1264° Max 1485°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0