×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020022
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

Torino: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0140149
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0060055

Torino è il capoluogo del Piemonte e, oltre ad essere il centro di riferimento per tutta la regione, è anche la quarta città italiana per numero di abitanti. Si trova in un area geografica compresa tra alcune vallate alpine e i fiumi Stura di Lanzo, Sangone, ovviamente il Po e la Dora Riparia, aspetto che la rende nota come città dei quattro fiumi.

Torino, nel corso dei secoli, è stata sempre un importante punto di riferimento culturale e politico per l’Italia e l’Europa; tutto ciò ha contribuito alla sua bellezza ed alla realizzazione di quei palazzi e monumenti che oggi possiamo ammirare in tutta la loro maestosità. Non bisogna dimenticare, inoltre, che nel 2006 Torino è stata sede delle Olimpiadi Invernali e ciò ha contribuito sia alla realizzazione di moderne infrastrutture e sia alla sua scoperta da parte soprattutto di turisti stranieri, magari prima più orientati verso Roma, Venezia e Firenze come meta per una vacanza in città.

Torino ci ha messo del tempo a far superare il pregiudizio di essere una città grigia, seria e poco attraente: chi la visita, però, ne resta sempre affascinato al primo sguardo.

Dov’è Torino: geografia, territorio e storia

Come già detto, Torino è il capoluogo del Piemonte, ubicata nella parte più occidentale della Pianura Padana, dove il Po e la Dora Riparia confluiscono; è circondata da colline ad est e dalle Alpi ad ovest, vicino ai valichi verso la Francia. La sua posizione particolarmente favorevole l’ha sempre agevolata in ambito commerciale e strategico, permettendone un rapido sviluppo fin dai tempi più antichi. La città si sviluppa sulla parte sinistra del Po, su quella destra ci sono, invece, i quartieri residenziali e le colline. Le due rive sono collegate fra loro da vari ponti, fra i quali Ponte Isabella, Ponte Umberto I, Ponte Vittorio Emanuele I, Ponte Balbis e Ponte Regina Margherita. Le aree industriali sono concentrate alla periferia nord ed in quella sud. Torino non è solo Fiat anche se la presenza di questa industria automobilistica ne ha influenzato la storia. Essa ha anche un’antica tradizione militare, è stata capitale sabauda ed anche italiana, è caratterizzata da un’imponente architettura barocca, possiede una raccolta egittologica seconda solo a quella del Cairo, ha un’importante Università oltre a caffè e negozi accoglienti sotto i portici ed un meraviglioso panorama delle montagne che fanno da sfondo ai viali.

Dal punto di vista storico Torino è una città di antichissime origini, i primi insediamenti d’origine celto-ligure risalgono infatti al III secolo a.C., precedenti la colonizzazione romana avvenuta sotto Giulio Cesare. Durante il Medioevo invece la città fu prima sotto gli Ostrogoti, poi Longobardi e Franchi, mentre nel corso del Cinquecento divenne capitale del Ducato di Savoia seguendo le vicende della dinastia sabauda sino alla nascita del Regno d’Italia, del quale fu prima Capitale dal 1861 al 1865.

Nel corso del Novecento invece Torino visse un grande periodo di sviluppo economico dal punto di vista industriale e specialmente nel settore automobilistico grazie alla fondazione della FIAT da parte di Giovanni Agnelli e della Lancia, fattore che ebbe anche una forte ripercussione sulla componente sociale e demografica della città con i fenomeni di emigrazione dall’Italia meridionale. Ma Torino non è solo Fiat, anche se la presenza di questa industria automobilistica ne ha influenzato la storia. La città ha anche un’antica tradizione militare, è caratterizzata da un’imponente architettura barocca, possiede una raccolta egittologica seconda solo a quella del Cairo, un’importante Università e gode di un meraviglioso panorama secondo davvero a nessuno, che spazia delle Alpi ai viali incantati del centro.

Oggi Torino mantiene sempre lo status di centro fondamentale per l’economia nazionale e si afferma sempre di più anche dal punto di vista turistico con ampio risalto anche a livello internazionale.

Torino

Come si vive a Torino: clima, qualità della vita e consigli utili

Il clima di Torino è continentale, ovvero caratterizzato da estati calde e afose mentre gli inverni sono rigidi e umidi; ma la sua posizione, ai piedi delle Alpi e sulle sponde del Po, influisce rendendo i mesi estivi meno caldi e con una temperatura più piacevole rispetto ad altre località della Pianura Padana. Le precipitazioni annuali sono abbondanti e concentrate maggiormente nella tarda primavera, mentre in inverno, stagione secca, sono spesso presenti la nebbia ed anche la neve.

Il periodo migliore per programmare un soggiorno a Torino è la fine della primavera e l’inizio dell’estate, quando le temperature non sono troppo elevate e la ventilazione rende piacevole passeggiare per la città; anche l’inizio autunno rappresenta un buon momento per andare a Torino.

Come detto, il fatto di essere stata scelta come sede per le Olimpiadi invernali del 2006 ha promosso sicuramente l’immagine del capoluogo piemontese, davvero interessante da visitare anche per la bellezza del centro storico e dei tanti monumenti ed edifici presenti, oltre che musei e biblioteche: particolarmente accattivante è il lato magico e occultistico della città, dettato dalle leggende del passato.

Torino è una città piacevole da vivere, vivace e piena di locali e caffè eleganti, spesso ancora quelli che ospitavano i personaggi più importanti della vita politica del Regno d’Italia. Non è raro, infatti, imbattersi in bar in stile liberty, con arredi in legno e velluto rosso e raffinati lampadari: in questo caso è d’obbligo fermarsi anche solo per un caffè. Fra questi vale la pena menzionare lo storico Mulassano, dove si incontrarono Garibaldi e Vittorio Emanuele. Ci sono poi, Baratti & Milano, famoso per i suoi cioccolatini di elevata qualità, caffè Florio, caffè Torino, caffè San Carlo o Al Bicerin.

Anche tutto questo fa parte della cultura di una città come Torino. Il panorama della ristorazione piemontese è molto vasto e va dai locali tipici a quelli etnici, come avviene ormai nelle più grandi città italiane. Chi ama assaggiare le specialità locali può andare sul sicuro scegliendo uno dei ristoranti del centro storico. Da non perdere assolutamente la cucina tipica torinese indirizzata verso un connubio tra la tradizione contadina e quella francese, che ha nella bagnacauda il suo piatto principale e più famoso. Agnolotti con il sugo di arrosto, vitello tonnato, vari tipi di risotto, il brasato cotto con il tipico barolo sono i piatti più diffusi ed apprezzati, mentre fra i dolci annoveriamo la torta alla gianduia ed i famosi baci di dama

Per quanto riguarda i prezzi, un pasto completo può costare in media dai 25 ai 40 euro, anche meno se si scelgono locali un po’ meno centrali. Se, invece, si è in vena di follie, lo storico Ristorante del Cambio è quello più adatto, anche perché proprio qui cenarono Cavour, Lamarmora e Rattazzi, in alternativa ci sono il Porta Rossa, Al Gatto Nero o il Vintage, tutti piuttosto costosi ma sicuramente esclusivi.

L’offerta ricettiva ha registrato un notevole incremento soprattutto in concomitanza con le Olimpiadi Invernali, in quell’occasione sono sorte nuove strutture per accogliere i tanti visitatori previsti per l’occasione. Ora si trovano b&b, hotel di lusso, alberghi a 2-3 stelle o case vacanze nel centro storico e nelle zone un po’ più periferiche. Per visitare la città le zone migliori dove pernottare sono: il Quadrilatero Romano, le stazioni di Porta Susa e Porta Nuova oltre, ovviamente quelle nei pressi dei maggiori punti d’interesse come Piazza Castello, Piazza San Carlo, Piazza Vittorio Veneto o Piazza Bodoni. Il prezzo naturalmente varia a seconda della categoria della struttura, della posizione e del periodo; in linea di massima la tariffa è compresa fra i 40 ed i 65 euro a notte per i b&b centrali, di 50-60 euro per gli hotel a 3 stelle nelle zone periferiche, 70-80 euro per quelli vicini alle zone d’interesse.

Superga_Torino

Come arrivare e come muoversi a Torino

  • In auto: arrivando dall’estero o dal nord-est dell’Italia le autostrade da utilizzare sono la A4 e la A21 e dalla Liguria la A6. Se si proviene da sud c’è la A14 (Bologna-Taranto), da Roma sempre la A21 e la A1 Piacenza-Napoli, da sud.
  • In treno: le stazioni di riferimento sono Porta Susa, Lingotto, Dora e Porta Nuova dove arrivano i treni provenienti dalle principali città italiane e straniere. Quella principale è, tuttavia, Porta Nuova e si trova nel centro città, quindi rappresenta un ottimo punto di partenza per conoscere Torino.
  • In aereo: l’aeroporto internazionale di Torino Caselle, a circa 15 chilometri dalla città, è fra i più importanti d’Italia e d’Europa e vi arrivano numerosi voli delle principali compagnie aeree di bandiera e low cost. Dallo scalo il centro città può essere raggiunto in taxi, bus o treno, in questo caso si arriva alla stazione Dora con corse ogni mezz’ora, circa. Il bus arriva alle stazioni di Porta Susa e Porta Nuova, il biglietto costa 6,5 euro ed il tempo di percorrenza è di circa 40 minuti.

Il centro storico è visitabile a piedi o in bici in modo comodo e rapido. I mezzi pubblici (tram, bus e metro) sono efficienti e collegano le varie zone della città e con la Torino Card i biglietti sono scontati. All’arrivo conviene informarsi direttamente presso uno dei punti di informazione turistica per conoscere tutte le tariffe, gli abbonamenti e le opportunità per viaggiare sui servizi pubblici in modo più conveniente.

Da segnalare, infine, le varie card appositamente pensate per i turisti. Oltre alla già citata Torino Card, consigliamo la Torino+Piemonte Card, della durata di 1-2-3-4 o 5 giorni consecutivi, che dà diritto ad ingressi gratuiti a mostre e musei, riduzioni in vari centri culturali del Piemonte, riduzione del 10% sul City SighSeeing e promozione sui trasporti pubblici.

Museo_del_cinema_Torino

Torino: cosa sapere e cosa visitare

Torino è una città sotto molti aspetti affascinante, intrigante e misteriosa, la destinazione adatta per viaggi culturali alla ricerca dei luoghi più rappresentativi della storia dell’Italia ma anche per conoscere il suo lato green, da vivere nei percorsi lungo il Po e nei suoi 17 parchi, fra i quali quello meraviglioso del Valentino, con l’Orto Botanico e il borgo medievale. Gli appassionati di sport, non possono certo dimenticare che Torino è anche Juventus e Torino, le squadre della città che militano in Serie A di calcio, oltre a grandi eventi internazionali, tutte buone ragioni per godersi un bel soggiorno.

Tante sono le cose da vedere in città, ma alcune meritano sicuramente una particolare attenzione. Sicuramente il simbolo di Torino è la Mole Antonelliana (non a caso chiamata per questo "Città della Mole").

Da citare assolutamente il Museo della Sindone, dove è conservato il lenzuolo che avrebbe avvolto il corpo di Cristo dopo la crocifissione.  Altro centro culturale estremamente interessante da visitare è la Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, una delle prime di questo genere attiva da oltre 150 anni, mentre tra i tanti teatri presenti nella città consigliamo una visita.

Piazza San Carlo considerata il cuore del capoluogo piemontese. Notevole anche le bellezze offerte da edifici storici quali palazzi in stile liberty e luoghi dedicati al culto cattolico di grandezza elevata come il Duomo locale, o più decentrati come la Basilica di Superga sul colle omonimo, dalla quale si può godere di una vista completa e molto suggestiva di Torino. Piazza Castello è un altro punto centrale della vita del cittadino torinese e del potenziale turista.

Un discorso a parte va fatto per gli spazi verdi del capoluogo piemontese, a cominciare dal famoso Parco del Valentino situato lungo la sponda sinistra del Po. Diversi comunque i parchi presenti all’interno e all’esterno della città, spesso caratterizzati dalla presenza di platani e sequoie secolari.

Come già annunciato, anche lo sport è un ottimo viatico per vedere Torino. Lo Juventus Stadium, oggi Allianz Stadium, sede dei bianconeri e lo Stadio Comunale dove giocano i granata sono i punti focali della visita.

Se volessimo creare un viaggio ideale, la visita di Torino parte, quasi obbligatoriamente, da Piazza Castello, cuore della città più antica e sintesi delle vicende storiche più importanti. Qui si trovava la porta principale della romana Augusta Taurinorum e sempre qui c’erano i palazzi del comando sotto i Savoia. I portici nascondono caffè e pasticcerie che hanno conservato intatto il fascino della belle epoque. In questa piazza si concentrano gli edifici più rilevanti, dal Teatro Regio a Palazzo Madama, dal Castello alla Biblioteca Reale e da qui si raggiunge la famosa via Garibaldi, una strada pedonale adatta per fare shopping.

Fra i numerosi musei presenti a Torino non si può che mettere in programma una giornata presso il Museo Egizio, anche se il tempo a disposizione non è molto, perché esso rappresenta un vero e proprio viaggio alla scoperta di questa antica civiltà. La Mole Antonelliana, simbolo della città, ospita il Museo Nazionale del Cinema che conduce il visitatore attraverso la storia del "Grande Schermo", svelandone anche tutti i segreti. Salendo sulla terrazza con il panoramico ascensore in vetro, si può godere di una splendida vista sulla città. Da mettere in programma, inoltre, una giornata presso la Venaria Reale e presso la Basilica di Superga, raggiungibile con il pittoresco trenino a cremagliera.

Scopri tutte le cose da vedere a Torino, per una vacanza unica e davvero completa.

Museo_egizio_Torino

Cosa fare a Torino: eventi, ricorrenze e divertimenti

Cosa fare a Torino oltre il classico giro turistico in città? Tante cose, tutte entusiasmanti per vivere il capoluogo piemontese fino in fondo.

Shopping e vita notturna

Per gli amanti dello shopping tappa fondamentale su Via Garibaldi e via Po. Estremamente variegata inoltre la vita notturna, tra bar, pub e discoteche, quelle presenti durante il periodo estivo sul lungofiume e piazza Vittorio Emanuele e quelle invernali presso Via Valprato.

La movida è piuttosto vivace grazie alla presenza di molti locali. Ci sono discoteche, lounge bar, wine bar, pub. Si trovano soprattutto nella zona Docks Dora molto amata dai più giovani. Per chi preferisce un’atmosfera più soft, c’è il Quadrilatero Romano con un’ampia scelta di locali per tutti i gusti, compresi quelli etnici. Fra le discoteche più cool ci sono l’Alcatraz Club, il Cacao, Le Gare o il Jam Club ai Murazzi del Po. Fra i teatri più rinomatici ci sono il famoso Teatro Regio dove vengono eseguite opere liriche, il Teatro Nuovo ed il Teatro Colosseo, dove vengono messe in scena commedie.

Da scoprire anche i mercatini di Natale di Torino, ricorrenti ogni anno sotto le feste.

Alla scoperta del “lato oscuro” della città

C’è una Torino che non ti aspetti, nascosta ed oscura che ti porta in un mondo a metà tra fascino, storia, magia ed elementi macabri. Diversi sono infatti i tour organizzati ai quali si può partecipare per scoprire la Torino esoterica alla scoperta dei numerosi simboli massonici disseminati in città. Punto di partenza Piazza Statuto la cui statua rappresenterebbe addirittura Lucifero.

Prefisso:
011
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
torinesi
Patrono:
Maria SS. Consolata e san Giovanni Battista
Giorno Festivo:
24 giugno
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0360345
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010013

Recensioni Torino

Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Arrivando a Torino possiamo visitare il cuore della parte antica della città: piazza Castello, al cui centro ammiriamo Palazzo Madama. Il grande palazzo racchiude la storia della città e oggi ospita la sede del Museo Civico di Arte antica.... vedi tutto Poco distante osserviamo il settecentesco Teatro Regio, ricostruito in forme moderne e riaperto nel 1973. Visitiamo inoltre: Palazzo Reale, costruito nel '600 e che fu reggia dei Savoia fino al 1865 reggia dei Savoia; i giardini reali realizzati alla fine del '600 secondo il gusto francese; l'Armeria Reale, che conserva una collezione di armature e armi dei secoli XVI-XIX; e il Museo del Cinema inaugurato nel 1958, che illustra lo sviluppo della cinematografia e della fotografia tramite apparecchi e documentazioni. Una visita è d’obbligo al rinascimentale Duomo, costruito nel 1491-98, alla cui sinistra si innalza l'imponente campanile dalle forme romaniche. L'interno ospita numerose e note opere che decorano le pareti. Visitiamo ancora il Santuario della Consolata, eretto nel 1678, con il romanico campanile dell’XI secolo e con decori di marmi e stucchi dorati al suo interno. Da non dimenticare: Via Garibaldi, fiancheggiata da case e palazzi settecenteschi; la chiesa della Santissima Trinità del 1606 con la facciata neoclassica; la chiesa dei Santissimi Martiri, eretta dai Gesuiti dopo il 1577, con una decorazione interna barocca; il Corpus Domini, una chiesa progettata per commemorare il miracoloso giorno del 1453 in cui, secondo la tradizione, un'ostia consacrata cadde da un ostensorio rubato, si alzò in cielo e sprigionò una grande luce. Visitiamo inoltre: la Galleria d'Arte moderna e contemporanea che contiene una delle più grandi e fornite raccolte d'arte da fine '700 in Italia; piazza Carignano, racchiusa da numerosi palazzi; il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano; il Palazzo dell'Accademia delle Scienze, in cui troviamo due tra le più importanti raccolte torinesi: il Museo Egizio e la Galleria Sabauda. La nostra visita a Torino può proseguire visitando: il Parco del Valentino, reputato uno dei più affascinanti d'Italia; il Castello del Valentino, eretto nel 1630-60 con un ampio cortile rettangolare e il Borgo medievale.
Voto complessivo 9
Guida generale : Atterrando con l'aereo vedete la gran mole della Basilica di Superga dedicata alla madonna per la vittoria sugli assedianti nel 1706, salirete a visitarla con un affascinante trenino a cremagliera e ammirerete lo spettacolare panorama e la bellezza dell'edificio e... vedi tutto dei suoi contenuti. anche per chi non si occupa di calcio è d'obbligo la visita al sacrario dove morirono per l'impatto con l'aereo il 4-5-1949 i giocatori del GRANDE TORINO, dirigenti e accompagnatori. è possibile visitare il museo dei cimeli e anche quello della altra grande squadra la Juventus. sulla strada che porta in centro si può fermarsi al monumento a Serse Coppi fratello del Campionissimo Fausto che per una banale caduta mori alla fine di una Milano -Torino. potete continuare sulle colline visitando la suntuosa Villa della Regina per continuare poi sul punto più alto al Faro della vittoria sul colle della Maddalena, in prossimità trovate il ristorante i Fra' Fiusc, per assaggiare cose buone della cucina piemontese.A seguire arrivate a Moncalieri per visitare il castello, bello ed austero, una preziosità è la chiesa della Madonna della scala alla sommità di una romantica piazza, lateralmente ad essa è ancora visitabile l'edificio del Real Collegio, un tempo accoglieva la meglio nobiltà ed ora la ex ministra Fornero e i i suoi compari. Torinoha tutto; la regalità di una capitale, i palazzidel rinascimento piemontese, molto successivo a quello fiorentino ma di grande eleganza. la lungimiranza di scienziati , studiosi e principi e re la dotarono di musei straordinari, L'EGIZIO in primis, molti altriseguirono. OBBLIGATORIA ALA VISITA ALLA mOLE ANTONELLIANA CHE OSPITA LO STRAORDINARIO MUSEO DEL CINEMA. No siete lontani dal gioiello di piazza Carignano che contiene fra l'altro il Ristorante del Cambio, icona della città, ove sedeva il Conte Cavour per poter rientrare se chiamato nel parlamento , da visitare, dello splendido palazzo Carignano. voltando l'angolo siete in via Roma, zeppa di negozi ed asse fra la piazza e il palazzo reale, l'armoniosa e simmetrica piazza S. Carlo e in fondo la bella facciata della stazione di Porta Nuova. UN tour dei castelli sabaudi completerà una visita che ricorderete, si può anche vedere gli stabilimenti FIAT,PININFARINA, BERTONE-MASERATI e il tecnico MUSEO DELL'AUTO.
Patrizia
Voto complessivo 10
Guida generale : Quante volte ci siete passati di fronte chiedendovi quali danze, quali personaggi, quali intrighi di corte avessero animato le stanze del castello del Valentino?Ora avete l’opportunità imperdibile di visitarlo!Sabato 19 aprile 2014 ore 10.30 o 11.30Costo totale SOLO 13 €... vedi tutto a persona!Il Castello del Valentino è per molti uno scrigno mai aperto e fonte di grande curiosità. Il castello fu il regalo di nozze per la duchessa di Savoia Maria Cristina di Francia, figlia del re di Francia Enrico IV e di sua moglie Maria de’ Medici. Oggi è sede della Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino. Dal 1997 fa parte della lista dei beni architettonici patrimonio dell’Umanità sancita dall’UNESCO. Turin-Tour offre la possibilità di visitarne le magnifiche sale barocche, sconosciute ai più, simbolo dell’epoca in cui Torino ambiva ad essere la Parigi d’Italia. Tutto era meraviglia, teatralità, stupore, frivolezza di putti e cariatidi nelle più svariate pose, senza tralasciare quelle più scomposte e ammiccanti. Il tour guidato del Castello è uno dei nostri vanti, perla di un’offerta esclusiva e di grande livello.
LUCA
Voto complessivo 9
Guida generale : La città si conferma nel bene (non sempre in passato lo è stata) anticipatrice di trend e tendenze. Musei, castelli, ristoranti, aziende possono fornire sorprese inattese a chi non ci sia mai stato. Scopritela camminando per le vie del centro... vedi tutto ma anche esplorando i borghi e gli splendidi manieri e giardini che la circondano. Visitae il Palazzo Reale e tutto il "Polo Reale", soffermatevi a testa in su ad ammirare la stupefacente bellezza (chiedendovi se ha qualcosa da invitare alla galleria degl ispecchi di Versailles...) della galleria del Beaumont, che separe Palazzo Reale dall' Armeria Reale. Ammirate le vaste collezioni di Palazzo Madama, dedicate il giusto tempo al Museo egizio e fate du passi sino alla fondazione Accorsi (residenza nobiliare, una sorta di Frick Collection torinese. Non distante potrete immergervi nelle incredibili sale del museo del cinema, all' interno del simbolo d iTorino, la mole antonelliana. Anche se non ne siete degli appassionati, il museo dell' auto merita una visita per scoprire l' allestimento inaugurato da poco. Terminato il tour torinese potrete dedicarvi alla collana di castelli che la circondano: Stupinigi, Moncalieri, Rivoli, Racconigi. buon divertimento.
BigMez
Livello 20     2 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Città che, per le olimpiadi invernali, è stata rivoltata come un guanto, turisticamente parlando. Da grigia e sporca è diventata un inno al turista e al divertimento. Il centro storico è favoloso, oltrechè facilmente girabile anche a piedi, se si... vedi tutto ha voglia di fare 4 (o più) passi. Monumenti favolosi contenenti cultura a più non posso, come solo una ex capitale può regalare. Solo la scala di ingresso a Palazzo Reale vale più di tante altre città messe assieme, se poi sommiamo Palazzo Madama, il Parco con la rocca del valentino, piazza vittorio veneto ecc ecc, città clamorosa che, se si ha la macchina, viene impreziosita da gioeilli appena fuori i suoi confini (Venaria, Rivoli, Stupinigi ecc). Eccezionalmente economica se si pensa alle dimensioni (sia per la grande carta musei che per mangiare e divertirsi), gastronomia forse pesante ma di gran gusto, divertimento assicurato ai murazzi, piuttosto sicura se si rimane nella cerchia del centro cittadino (certo qualche scaramuccia c'è, ma si parla di grandi città), promossa a pieni voti. Neo : per arrivare in centro il traffico è a volte terrificante
Paolo Salerno
Livello 18     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Bellissima d'arte, posti da visitare belli. Museo Egizio, il parco del valentino dove potete anche fare un giro sul battello, il castello sforzesco, la fontana delle 4 stagioni e poi alla sera vi consiglio di andare su a Superga dove... vedi tutto potete ammirare la città sotto la collina, un posto molto romantico e molti innamorati vanno lì. Poi potete trovare in citta molti fast food, mc donalds, ristoranti, pizzerie, con poco mangiate; per gli amanti del cinema ci sono anche diversi cinema e per dormire hotel anche da 50 euro, trovate camera matrimoniale e per gli amanti della discoteca andate al privilege di Airasca un po' fuori Torino ma credetemi ne vale la pena per i single ci sono molte opportunita sia per le donne che per gli uomini di fare conoscenze e per gli innamorati si può ballare tranquillamente. Organizate la vacanza a Torino, per gli amanti dello sci c'è Bardonecchia che è vicino e per il mare 2 orette siete in Liguria. Per chi non avesse mezzi non c'è problema: ci sono i treni, tram e pullman, taxi, Torino è ben fornita di mezzi pubblici.
Da non perdere Basilica di Superga , Museo Egizio di Torino , Parco del Valentino , Basilica di Superga
Voto complessivo 10
Guida generale : Arrivate di venerdì e acquistate una copia di La Stampa: l'allegato del venerdì (TO7) è il calendario di tutto ciò che la città offre nella settimana successiva. C'è tutto, ed è molto dettagliato (orari, prezzi, come arrivare ecc.). Con i... vedi tutto mezzi pubblici urbani si raggiunge anche la prima cintura, ad esempio la Reggia di Venaria che vale senz'altro una visita. Il lunedì tutti i musei cittadini sono chiusi, è il giorno giusto per concentrarsi sulle chiese (trionfo di barocco, alcune chiese romaniche e molte eclettiche). Bello, partendo da piazza Castello, percorrere via Garibaldi (pedonale) fino a piazza Statuto, che è interamente ottocentesca, oltrepassarla e imboccare corso Francia. A quel punto siete in pieno primo novecento, se vi inoltrate nelle vie a destra e a sinistra del corso vedrete molte belle palazzine eclettiche e art nouveau. Nei pressi c'è una piazza (Martini, meglio conosciuta come Benefica) con mercatino meta delle madamin torinesi che cercano qualcosa di chic senza spendere grandi cifre... chissà che non interessi le signore.
Martina Paolucci
Livello 14     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 9
Guida generale : Torino non è mai la prima città che viene in mente ai viaggiatori italiani, sempre più attratti dalle località estere o da città italiane più conosciute (Roma e Firenze prima di tutto). Torino, però, finisce sempre per stupire tutti quelli... vedi tutto che vi approdano: tanto piccola da essere vivibile e visitabile a piedi e in bicicletta, abbastanza grande da offrire in qualsiasi momento dell'anno eventi culturali e non per passare le proprie giornate o le proprie serate. Il centro è pieno di musei e parchi, le vie storiche sono per gran parte protette dai portici che rendono la visita piacevole anche nei mesi invernali. Torino possiede anche innumerevoli musei, adatti a tutte le tasche e tutte le esigenze (dal museo Egizio a quello dell'automobile, da quello della scienza al fantastico museo del cinema). Infine, immancabile, il cibo: la terra piemontese offre ottime carni e vini favolosi, piatti tradizionali che sanno conquistare anche i palati più difficili.
Giovanna Ferroni
Livello 43     6 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Torino è una città ricca di opportunità. Potete andare in tantissimi musei, anche unici al mondo, potete vedere mostre, potete mangiare tante specialità (bagna cauda, panna cotta, fritto misto alla piemontese.. eccetera per arrivare al bicerin!). Potete fare shopping: in... vedi tutto Via Roma potrete vedere i negozi più belli in una via magnifica! La movida offre l'imbarazzo della scelta. Potete ad esempio percorrere le rive del Po. Se volete rilassarvi in magnifici parchi, potete ad esempio andare al parco del Valentino. Se volete fare una puntatina romantica, c'è la basilica di Superga che domina la città dall'alto. Da lì, nelle sere limpide si ha veramente il panorama completo della città. Anche il colle di Cappuccini merita una puntatina. Se siete appassionati di mistero, qui potete trovare anche tour che vi porteranno in visita nei punti più curiosi della città.. facendovi magari venire i brividi nella schiena.... Uno per tutti: la chiesa della Gran Madre, dove una statua tiene in mano una coppa e si dice che indichi il Sacro Graal.
Francesca Carbone
Livello 47     5 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Torino è decisamente la città in cui andare a vivere, è bella e ordinata, le strade sono larghe e il centro è raccolto e grazie ai portici, che corrono per ben 18km, si può tranquillamente passeggiare e fare shopping. I... vedi tutto negozi in centro sono molto vari, dalle firme più chic di via Roma a quelle più convenienti di via Garibaldi. I trasporti sono frequenti e ben serviti soprattutto nella zona del centro. Torino è una città giovane, moltissimi studenti si dirigono a Torino per studiare all'università e ciò ha permesso a questa città di sviluppare un'allegra movida per tutti i gusti. L'arte e la cultura hanno molta importanza a Torino, i musei e i monumenti sono molto curati, puliti e i prezzi sono abbordabili grazie a numerose offerte, soprattutto per i più giovani. Per quanto riguarda gli eventi non ci si può perdere la fiera del libro, nell'area fiere del Lingotto, e CioccolaTò.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0460425
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0600575
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Torino

HotelSearch-GetPartialView = 0,0140132
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,006006
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0370353
JoinUs-GetPartialView = 0,0010008

Meteo Torino

Nebbia
4 °
Min 0° Max 4°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0450435
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020022
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004