×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156267
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Ponte di Legno: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

La ragione principale che spinge turisti provenienti da ogni dove a giungere a Ponte di Legno è lo sport. Località rinomata in particolare per lo sci, Ponte di Legno si fregia del titolo di prima stazione italiana di turismo e sport invernale, essendo stata nominata tale nel 1912 ad opera del Touring Club Italiano.

La sede sciistica, sita in zona alpina, facente parte della provincia di Brescia, si trova al confine con la regione del Trentino Alto Adige ed è famosa a livello internazionale. La regione di Ponte di Legno comprende anche l’area sciistica che si trova nella località di Temù, ubicata tra gli spettacolari ghiacciai dell'Adamello, il che dà la possibilità di dedicarsi a questa disciplina anche durante il periodo primaverile. Le piste si estendono per circa 80 km e va sottolineato che la possibilità di sciare si ha sia per i più che per i meno esperti, non escludendo coloro che sono alle prima armi, potendo usufruire dell’aiuto di guide specializzate nel settore. Anche gli amanti dello snowboard, pertanto, non resteranno delusi dalla località di Ponte di Legno. Le piste, insomma, sono aperte a tutti, dai più piccoli ai principianti sino agli esperti ed ai partecipanti a competizioni a livello nazionale ed internazionale.

Anche i freerider, a Ponte di Legno, avranno campo libero: che si tratti di snowboard o sci alpino, essi potranno svolgere attività di fuoripista in neve fresca nelle zone dell'arco alpino di Mandrone, Maroccaro, Cima Venezia e Pisgana. Anche coloro che amano lo scialpinismo, troveranno pane per i loro denti, imboccando sentieri dove la natura è incontaminata e dove è possibile addirittura ritrovare testimonianze relative all’epoca della cosiddetta Grande Guerra. Insomma, che vi piaccia lo sci di fondo, che amiate svolgere attività con slitta, magari facendovi trainare da cani, la cosiddetta "sleddog", o che vogliate girare con le ciaspole ai piedi, a Ponte di Legno non avete che l’imbarazzo della scelta. Se poi volete rilassarvi, non vi resta che prendere la seggiovia che vi condurrà a più di 2500 metri di altitudine dove potrete godere del panorama ed abbronzarvi, sostando presso i tipici rifugi della zona.

Altra ragione che spinge a Ponte di Legno è quella legata alla gastronomia in quanto la zona, tra Lombardia e Trentino Alto Adige, offre svariati prodotti tipici di entrambe le regioni, in particolare, unendo la cucina della zona di Brescia con quella del Trentino, privilegiando prodotti come i formaggi, la selvaggina e la frutta da cui si ricavano squisite conserve, soprattutto di mele.

Anche lo shopping, di conseguenza, sarà orientato verso l’acquisto di prodotti tipici che spaziano dal vino ai formaggi, non disdegnando i famosi salumi della zona, soprattutto di carne di maiale e la selvaggina.

Per quanto concerne la vita notturna, i locali che consigliamo sono, in particolare, il Pub Four X, sito in Piazzale Europa, dove poter bere birre alla spina e non, assaggiare ottimo whiskey, prendere un caffè, un long drink oppure stuzzicare. La Rasega wine bar, in Via 4 Novembre, dove poter ordinare ottimi taglieri accompagnati da un buon bicchiere di vino oppure dove bere rum, whisky, cognac o sorseggiare un aperitivo, il Clan a Corso Milano, il Rewind in Via Roma.

Sotto il profilo gastronomico, sono tanti i luoghi in cui potrete assaggiare prodotti tipici quali le confetture, il miele, le grappe, gli ottimi vini, le farine tipiche, i formaggi, i buoni salumi. Tra i ristoranti dove mangiare bene, in particolare, ricordiamo Il Faita, il ristorante-pizzeria La Pergola dove mangiare una buona pizza, ottimo anche per i vegetariani, il Cavallino, il Frigidolfo che offre cucina tipica.

Per lo sport, come già detto in precedenza, c’è solo l’imbarazzo della scelta tra sci, snowboard, slitta e quant’altro. Grazie alle aree della frazione di Tonale e del comune adiacente di Temù, Ponte di Legno vanta più di 100 km di piste attrezzate con moderni impianti di risalita. Oltre allo sci, è possibile praticare il ciclismo, sia in ambito professionale che amatoriale, lungo i percorsi panoramici che conducono al Passo Gavia, per i più esperti, e all’area del Passo del Tonale. Spesso, infatti, il comune di Ponte di Legno è stato attraversato dal Giro d’Italia e, ancora, da sottolineare l’organizzazione di corse sportive su strada quali quella del Campionato degli ex-professionisti. L'AdemelloBike concerne l’area del ciclismo sterrato, L'AdamelloSki relativo allo scii. A chi ama il golf: Ponte di Legnomette a disposizione un campo da golf estivo dove poter praticare questo sport oltre che a dedicarsi alla pallavolo, alla pallacanestro, al tennis da tavolo e ad al karate.

Anche gli amanti della natura scopriranno un piccolo paradiso in zona, grazie alla presenza del Parco Naturale Adamello Brenta e del Parco Nazionale dello Stelvio. Quest’ultimo, in particolare, figura tra i più antichi parchi d’Italia in quanto fu istituito nell’anno 1935, al fine di preservare la flora e la fauna locale. In particolare, il Parco Nazionale Svizzero, il Parco naturale provinciale Adamello-Brenta e il Parco regionale dell'Adamello, insieme, costituiscono un’ampia area protetta nel cuore delle Alpi, estesa per quasi 400.000 ettari.

Il Parco dell'Adamello, al confine tra Lombardia e Trentino, comprende i comuni di Ponte di Legno, Temù, Vione, Vezza d'Oglio, Incudine, Edolo, Sonico, Malonno, Berzo Demo, Cedegolo, Cevo, Saviore dell'Adamello, Paspardo, Cimbergo, Ceto, Braone, Niardo, Breno e Prestine e confina con il Parco Trentino Adamello-Brenta, ad oriente, e il Parco dello Stelvio, vicino al Parco Nazionale svizzero dell'Engadina. Va poi sottolineato che il Gruppo dell'Adamello è sede del ghiacciaio più ampio d'Italia, esteso per circa 18 kmq. Tra le valli più conosciute, menzioniamo quelle di Val Narcanello, Valbione, d'Avio, di Vallaro, Paghera di Vezza d'Oglio, Finale, Gallinera, Rabbia, Malga, di Saviore, di Salarno, dell'Adamé, Paghera di Ceto, del Re, di Fa, di Stabio, delle Valli, Bona, di Cadino e del Caffaro.

Si può giungere a Ponte di Legno mediante la SS 42 del Tonale e della Mendola che permette il collegamento tramite la Val Camonica con le città di Brescia e Bergamo, mentre, se si decide di viaggiare per la Val di Sole e la Val di Non, sono raggiungibili le città di Bolzano e Trento. Ancora, la SP 300 di Gavia, vi permetterà di giungere da Ponte di Legno alla località turistica di Santa Caterina di Valfurva.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0156253

Attività

Attrattive

Divertimenti

Mangiare e bere

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



20 risultati filtrati per:
Rank 1# di 20
7 Voti
Rank 2# di 20
6 Voti
Rank 3# di 20
5 Voti
Rank 4# di 20
4 Voti
Rank 5# di 20
4 Voti
Rank 6# di 20
4 Voti
Rank 7# di 20
3 Voti
Rank 8# di 20
3 Voti
Rank 9# di 20
2 Voti
Rank 10# di 20
1 Voto
AttractionList-GetPartialView = 0,1719942
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0156258
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Ponte di Legno
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0