×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Fai della Paganella: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Fai della Paganella, tipico paese montano sotto lo sguardo delle Dolomiti, buona presenza di strutture ricettive e un’attenzione particolare alla difesa del paesaggio. Già, perché qui la protagonista è la natura che in ogni stagione “regola” le vacanze dei viaggiatori, tra passeggiate, sentieri, piste da sci, da fondo o da snowboard, vie ferrate o arrampicate nel Gruppo di Brenta tra baite e rifugi, per ogni gusto e grado di difficoltà.

Fai della Paganella, il posto da cui raggiungere le quote più alte di queste montagne, come la cima della Paganella, con impianti di risalita ad hoc. Il simbolo di Fai della Paganella si chiama Doss Castel. Si tratta di uno sperone roccioso, in posizione strategica di controllo della Valle dell’Adige nel margine orientale dell’Altopiano di Fai della Paganella: qui c’è il sito archeologico (alcune casette unifamiliari con perimetrazione quadrangolare costituita da muretti a secco) che si raggiunge a piedi in circa 20 minuti dalla piazza centrale di Fai, sito che rappresenta i primi abitatori di questo luogo, i Reti, che tra l’altro hanno lasciato come loro ricordo una piccola ascia in pietra, risalente al tardo neolitico, anche se lo stanziamento già c’era nell’età del bronzo.

A Fai della Paganella da vedere la Chiesa di San Nicolò, patrono della città, risalente alla fine del Settecento ma riedificata su una struttura più antica, con un campanile dal gusto barocco. C’è poi la chiesa di San Rocco del 1855 ma ridisegnata in anni recenti: ricorda una delle tante epidemie di colera che hanno interessato il paese. Un’occhiata anche a Palazzo Spaur, detto Castel, un complesso di quattro strutture di proprietà dei conti che gli hanno dato il nome, all’interno di un parco recintato nei pressi di vecchie case.

Tra le tante idee nei mesi estivi, da segnalare il Sentiero delle Aquile che inizia all'arrivo della seggiovia della cima Paganella, verso un itinerario circondato dai vuoti vertiginosi delle vette: c’è l’aiuto di un solido e sicuro cavo d'acciaio, si passa attraverso una grande grotta naturale, la caverna Cesare Battisti (la più ampia di tutto il Trentino, alta 70 metri) e poi il Trono dell'Aquila, in un paesaggio mozzafiato. Da ricordare, a proposito della grotta Battisti, che la Paganella, 2124 metri, formata da dolomie (come il Gruppo del Brenta), è ricca di doline e pareti a picco, come l’abisso di Lamar di 200 metri. 

La SkiArea della Paganella si presenta con oltre 50 chilometri di piste da sci, 1.100 metri di dislivello, un sistema d'innevamento programmato che copre il 100% dei tracciati, strutture e rifugi per soddisfare anche il lato enogastronomico. Assieme al comprensorio che comprende anche Andalo è presente una ampia rete di impianti sciistici di risalita (17), con telecabine, seggiovie e tapis roulant, tutti accessibili con l’unico skipass Paganella Ski. Poiché fa parte dello Skirama Dolomiti, acquistando con diverse modalità e durata lo skipass Combi e Superskirama,  è possibile sciare nel più ampio comprensorio sciistico del Trentino che riunisce il Monte Bondone, Folgaria, Madonna di Campiglio, Pinzolo, Folgarida-Marilleva, Passo Tonale e Pejo.

Tante le attività sportive, oltre lo sci alpino, le piste di fondo, le ciaspolade, c’è la possibilità di testare le proprie capacità di freestyler presso lo Snowpark DOSSON, raggiungibile con la Telecabina 8 posti Andalo-Doss Pelà. Per i più piccoli, Paganella Fun Park è un parco divertimenti sulla neve su una superficie di due ettari: qui è possibile trovare diverse piste dedicate alla discesa di bob, snowtubing, una baby pista certificata ideale per muovere i primi passi sugli sci o snowboard, una divertente area giochi gonfiabili.

Tra via Villa, via Cesare Battisti, piazza Italia Unita e via ai Dossi ci sono negozi dove trovare il souvenir giusto, anche enogastronomico (vini, formaggi, dolci). Per tirar tardi, diversi locali sono attrezzati allo scopo, sia in centro paese sia sulle piste. Come Après Ski, ad esempio, c’è Tre3 Apres skì bar, Passo Santel, dove c’è anche l’Hotel El Paso; Bar Pattinaggio Black Ice, via Al Dos Castel; Bar Otto, via al Belvedere; Keller, via Trento (anche pizzeria e focacceria).

Per il mangiare (oltre agli stessi esercizi citati in cui si fanno le ore piccole) da segnalare: Hotel Arcobaleno, via Cesare Battisti; Pizzeria Ristorante Agostini, piazza Italia Unita; Rifugio Meritz, alla base del Campo Scuola Rolly Marchi, raggiungibile prendendo la seggiovia a quattro che parte da Fai della Paganella. 

Per non rinunciare alla lettura, a Fai della Paganella c’è la BiblioIgloo, la biblioteca pubblica costituita da una grande struttura a forma di igloo: si trova in località Prati di Gaggia, a quota 1333 metri, “operativa” con la neve e con l’erba!

La zona è l’ideale per le bike, di qualsiasi sorta. All’interno del progetto Dolomiti Paganella Bike, ci sono 3 aree Bike Park, la storica area di Fai della Paganella con i suoi 3 technical trails ed il flow trails Peter Pan, collegate tra loro con percorsi singletrails (condivisi/shared), generalmente molto più adatti a bici da trail-allmountain ed enduro. C’è inoltre un’area dedicata al Pump Track, a fianco del rifugio Meriz a quota 1.440 metri: un percorso artificiale composto da curve paraboliche e dossi di varie dimensioni, che si percorre  senza pedalare, sfruttando la spinta (pump) del corpo. Non manca una skill area adatta ad adulti e bambini, e il percorso permanente ad anello di Cross Country. Per i bikers c’è la Dolomiti Paganella Bike Pass, un'unica tessera per gli impianti di risalita di Andalo, Fai della Paganella e Molveno, con sconti e agevolazioni.

In inverno, per quanto riguarda lo skipass, c’è pure la “tessera a punti” uno skipass al “portatore” non nominativo che può essere utilizzato da più persone, anche contemporaneamente. Ci sono inoltre la TREK PASS, tessera riservata ai pedoni che permette di utilizzare 4 volte (andata e ritorno) in 6 giorni gli impianti indicati (anche in estate) e la Happy Card, tessera fornita gratuitamente dagli esercenti commerciali che permette vantaggi e sconti vari.

Per arrivare a Fai della Paganella si prende l’autostrada del Brennero, uscita San Michele all'Adige. La più vicina stazione ferroviaria è quella di Mezzocorona, a circa 13 chilometri di distanza, collegata dai bus della Società Trentino Trasporti (www.ttesercizio.it).

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0624992

Attività

Attrattive

Divertimenti

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



9 risultati filtrati per:
Rank 1# di 9
Rank 2# di 9
Rank 3# di 9
2 Voti
Rank 4# di 9
2 Voti
Rank 5# di 9
1 Voto
Image not found
Rank 6# di 9
Image not found
Rank 7# di 9
Rank 8# di 9
Image not found
Rank 9# di 9

HOTEL ARCOBALENO

Indirizzo: 29, V. C. BATTISTI
Telefono: 0461583306
AttractionList-GetPartialView = 0,1749081
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Fai della Paganella
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0156236
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0