×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Bologna: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Dotta, rossa, grassa sono i tre appellativi che si usano quando si parla del capoluogo dell’Emilia Romagna, Bologna.

Dotta perché è sede di una delle più antiche e rinomate università italiane, Rossa per il colore dei suoi tetti, dei suoi portici e delle famose torri tutte in chiaro stile medievale e Grassa per la sua gastronomia che fa andare letteralmente tutti su di giri.

Scoprire Bologna: tutti i consigli per visitarla

Cosa vedere a Bologna?
Le 10 cose da non perdere in città

  1. Piazza Maggiore
  2. Basilica di San Petronio
  3. Le Torri
  4. Basilica di Santo Stefano
  5. Santuario della Madonna di San Luca
  6. Porticato di San Luca
  7. Piazza Sette Chiese
  8. Palazzo dell'Archiginnasio
  9. Università di Bologna
  10. Colli bolognesi

Itinerari e tanti consigli utili per visitare Bologna

cosa visitare Cosa visitare

Tanta storia ma anche stimoli e attrazioni culturali arricchiscono la città emiliana che dal 2006 è stata inserita nella lista delle Città Creative Unesco che raggruppa tutti quei territori che puntano sulla creatività in campo artistico per la crescita economica e sociale.

E allora se non avete ancora visitato Bologna cosa aspettate? Noi vi suggeriamo i 10 luoghi assolutamente da non perdere.

Leggi anche Come arrivare e come muoversi a Bologna.

1) Piazza Maggiore

Piazza Maggiore a Bologna

La visita di Bologna non può che partire dal suo cuore pulsante, la piazza che già nel Medioevo era il luogo simbolo dove si riuniva il popolo e si faceva il mercato.

Qui trovano posto la Fontana del Nettuno e i più importanti edifici storici della città: il Palazzo Comunale, il Palazzo dei Banchi, la Basilica di San Petronio e il Palazzo del Podestà.

2) Basilica di San Petronio

Basilica di San Petronio

Questa non è solo la chiesa più importante di Bologna ma è anche la quinta chiesa più grande al mondo e l’ultima grande opera gotica italiana.

E ancora è la chiesa dove Carlo V fu incoronato e dove si tennero alcune sessioni del Concilio di Trento. Da vedere la Meridiana e la Cappella Bolognini.

3) Le Torri di Bologna

Torri a Bologna

Come i portici, le torri sono i grandi simboli di Bologna.

La torre degli Asinelli è la più famosa, quadrata e alta 98 metri con ben 498 scalini dalla cui sommità si può ammirare tutta la bellezza della città Rossa. Al suo fianco la Garisenda, quasi metà della prima, entrambe costruite nell’anno Mille a difesa della città.

Potrebbe interessanti anche Tutte le torri pendenti in giro per il mondo.

4) Basilica di Santo Stefano

Santo Stefano

Un complesso monumentale costituito da diversi edifici sacri che formano la nota piazza delle Sette Chiese.

A forma triangolare accoglie la Chiesa del Crocifisso, la Basilica del Sepolcro, la Chiesa di San Vitale e Sant’Agricola, il Cortile di Pilato, la Chiesa del Martyrium, il Chiostro Medievale e il Museo di Santo Stefano.

5) Santuario della Madonna di San Luca

Santuario San Luca

Il santuario, in gusto barocco, sorge sul Colle della Guardia al quale si arriva tramite il più famoso portico di Bologna, lungo quasi quattro chilometri e 666 arcate.

Un numero non casuale, in quanto è considerato il segno di Satana che verrebbe schiacciato dalla Madonna, la Beata Vergine di San Luca a cui è legato il culto del sito.

6) Il Porticato di San Luca

Porticato di San Luca

Che dire, da vedere anche solo perché è il porticato più lungo del mondo.

Si tratta del porticato già citato e omonimo del bellissimo Santuario della Madonna di San Luca. La leggenda la conoscete, ora c'è bisogno della visita.

7) Piazza Sette chiese

Piazza Sette Chiese

E così come per il Santuario di San Luca, anche la Basilica di Santo Stefano ha il suo plus adiacente. Si tratta della citata Piazza Sette Chiese, comunemente nota col nome di Piazza Santo Stefano.

Una zona antichissima della città, ricca, come si evince dal nome, di luoghi di culto molto importanti. Ottima anche come punto di partenza per visite nel centro storico.

8) Palazzo dell'Archiginnasio

Palazzo dell'Archiginnasio

Il Palazzo dell'Archiginnasio è un pezzo di storia architettonica ed estetica della città di Bologna.

Bellissimo e sfarzoso, vale sicuramente la pena una sosta qui durante una vacanza bolognese. Fu l'antica sede della prestigiosa Università di Bologna.

9) Università di Bologna

Università di Bologna

L'abbiamo citata e adesso ci arriviamo. La magnifica, antica e celeberrima Università di Bologna.

Vale la pena visitare l'intero complesso universitario, dall'edificio principale all'intera zona popolata dagli studenti.

10) I colli bolognesi

Bologna

Citati in lungo e in largo da Cesare Cremonini e i suoi Luna Pop, i colli bolognesi sono davvero una delle attrazioni dell'Emilia Romagna.

Tra natura, verde e borghi, l'hinterland della città di Bologna entra a far parte di diritto delle "cose da visitare", soprattutto se ci si ferma in città più di un weekend.

Vedi anche Dove mangiare a Bologna.

Cosa fare a Bologna: eventi, ricorrenze e divertimenti

Bologna, oltre il classico tour, è ancora tutta da vivere. Da giare, a piedi, il centro storico, off-limit alle auto. E se proprio non volete camminare noleggiate una bicicletta per girare a due ruote lungo la città.

Un giro lungo i portici

Non si può assolutamente non fare un giro sotto i notissimi portici che per oltre 40 chilometri percorrono Bologna.

Un elemento architettonico medievale che la contraddistingue e la caratterizza ancora oggi. Non c’è altra città che ne ha un sistema così esteso tanto che nel 2006, sono stati inseriti nella Tentative List dei siti candidati alla tutela Unesco.

Le vie dello shopping

Bologna non lascia delusi gli amanti dello shopping. In città è possibile fare acquisti di tutti i tipi. Nel cosiddetto "quadrilatero" costituito dalle vie Rizzoli, D'Azeglio, Farini e Castiglione e in via dell'Indipendenza, dove ci sono anche souvenir e oggetti vari.

Mantengono un certo fascino i numerosi mercati da quello vintage al Parco della Montagnola, a quello enogastronomico detto Mercato di Mezzo che si sviluppa tra le vie del centro storico, fino a quello dell'antiquariato in piazza Otto agosto.

Leggi anche Cosa comprare a Bologna.

Vita notturna e non solo

Città universitaria e studentesca per eccellenza Bologna accontenta anche gli amanti del divertimento in quanto gode di una vita notturna molto animata. Moltissimi i locali tra discoteche e pub stile irlandesi nelle classiche “zone degli studenti” tra via del Pratello e nei pressi dell'Università.

Il teatro comunale ospita spesso delle rappresentazioni culturali e orchestrali molto interessanti e per gli amanti della musica classica il luogo ideale è la Sala Mozart dell'Accademia filarmonica di Bologna.

Per gli amanti dello sport Bologna ospita lo Stadio Renato Dall'Ara, primo vero stadio ad essere costrutito in questo modo in Italia ospita la squadra di calcio e numerosi concerti ed esibizioni.

Da non perdere anche i mercatini di Natale di Bologna, ricorrenti sotto le feste ogni anno.

Vedi anche Cosa fare la sera a Bologna.

Bologna di sera a Piazza Maggiore

Cosa vedere a Bologna in un giorno

Bologna è una città meravigliosa e le cose da vedere in un giorno non mancano; il tour parte dalla stazione ferroviaria e si snoda per le vie del centro cittadino.

Attraversate il portico a piedi e proseguite per Piazza XX Settembre, dove potete ammirare alcuni resti romani e la Scalinata del Pincio che porta al Giardino della Montagnola. Imboccate Via dell'Indipendenza, passeggiate sotto i suoi portici e raggiungete la Cattedrale Metropolitana si San Pietro (il suo campanile, non sempre aperto al pubblico, regala una splendida vista sull'intera città).

Spostatevi, quindi, in Piazza Maggiore per ammirare la Fontana di Nettuno, la Biblioteca Sala Borsa, la Basilica di San Petronio e i tanti palazzi che vi si affacciano. Visitate l'antica università dell'Archiginnasio soffermandovi, con attenzione, nella sala del Teatro Anatomico e in quella meglio nota come Stabat Mater.

Passeggiate sotto i portici e dirigetevi verso Piazza Santo Stefano dove sorge l'omonima basilica. Concludete il tour immortalando in un meraviglioso scatto i veri simboli di Bologna: la Torre degli Asinelli e la Torre Garisenda.

Cosa vedere a Bologna in mezza giornata

Le attrazioni che potete ammirare in mezza giornata non sono molte, ma vi sono alcuni angoli magici davvero imperdibili. Bologna è sempre stata, per esempio, una città d'acqua e, se non ci credete, vi basta recarvi in Via Piella dove vi attende una finestrella con vista aperta sul canale delle Moline.

La Pinacoteca Nazionale, altra tappa obbligata, custodisce al suo interno opere di pregio che portano la firma di Tintoretto, Vasari, Perugino e Raffaello. Prima di lasciare la città, fate una breve sosta nella Chiesa di Santa Maria della Vita che ospita il 'Compianto del Cristo morto' (vero e proprio capolavoro della scultura italiana).

Cosa vedere a Bologna in due giorni

Un weekend può essere l'occasione giusta per andare alla scoperta di Bologna.

1° giorno - Il vostro tour ha inizio dallo storico mercato della Piazzola che si tiene ogni sabato al Parco della Montagnola; dirigetevi verso il centro storico e fate una sosta alla finestrella di Via Piella che si affaccia sul canale delle Moline. Imboccate, quindi, Via dell'Indipendenza fino alla celebre Fontana del Nettuno e proseguite per Via Rizzoli per ammirare le due torri della città. Il pomeriggio vi attendono la Basilica di San Petronio e alcuni antichi edifici che si trovano nei suoi dintorni (Palazzo Re Renzo, Palazzo del Podestà e Palazzo d'Accursio). Concludete la giornata all'Archiginnasio e concedetevi una cena con piatti della tradizione presso l'Osteria de' Poeti; per il pernottamento vi suggeriamo l'Hotel Metropolitan che dista solo 10 minuti dalle Due Torri.

2° giorno - Il mattino successivo è, invece, interamente dedicato ai luoghi sacri quali la Basilica di San Domenico e il Santuario di Santa Maria della Vita che custodisce, al suo interno, Il Compianto sul Cristo Morto (opera scultorea in terracotta che raffigura sette figure ad altezza naturale); nel pomeriggio potete concedervi una gita sulla collina di San Luca per ammirare Bologna dall'alto.

Leggi anche Dove dormire a Bologna.

Bologna_2

Cosa vedere a Bologna in tre giorni

Tre giorni sono più che sufficienti per andare alla scoperta di Bologna, ma dovete comunque organizzarvi al meglio per ottimizzare i tempi.

1° giorno - Iniziate il vostro tour da Piazza Maggiore, vera e propria anima della città. Soffermatevi sulla Fontana del Nettuno, date un'occhiata agli eleganti edifici circostanti e dirigetevi verso la Basilica di San Petronio per ammirarne gli splendidi affreschi; nel pomeriggio vi attendono, invece, le Due Torri che sono considerate il vero simbolo di Bologna. La Torre degli Asinelli vi regala, inoltre, uno splendido panorama sulla città.

2° giorno - Il mattino successivo è, interamente, dedicato al cosiddetto complesso delle Sette Chiese che sorge in Piazza Santo Stefano, mentre nel pomeriggio è l'obbligo una visita all'Archiginnasio (palazzo decorato da stemmi, iscrizioni e monumenti).

3° giorno - Le tappe obbligate del terzo giorno sono la Pinacoteca Nazionale (appuntamento imperdibile per gli appassionati di arte) e i Portici di San Luca. Bologna è, inoltre, sinonimo di buona cucina (andate alla trattoria Da Vito), mentre per il pernottamento vi suggeriamo il centro storico o la zona circostante la stazione.

Cosa vedere a Bologna con bambini

Bologna e il suo ampio patrimonio rimangono nel cuore di adulti e bambini.

Le tappe obbligate per le famiglie con prole sono:

  • Il Museo Mario Massacesi che ospita una vera e propria collezione di soldatini;
  • Il Parco Cavaioni (luogo ideale dove divertirsi e rilassarsi all'aria aperta);
  • Il Museo di Zoologia (nel corso del weekend vengono organizzati interessanti laboratori didattici);
  • La Sala Borsa che accoglie bambini e ragazzi di ogni età tra i libri.
CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0

Attività

Attrattive

Divertimenti

Mangiare e bere

Shopping

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



250 risultati filtrati per:
Rank 1# di 250
58 Voti
Rank 2# di 250
33 Voti
Rank 3# di 250
30 Voti
Rank 4# di 250
30 Voti
Rank 5# di 250
18 Voti
Rank 6# di 250
17 Voti
Rank 7# di 250
16 Voti
Rank 8# di 250
11 Voti
Rank 9# di 250
8 Voti
Rank 10# di 250
AttractionList-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Bologna
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0