×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Bali: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

L’isola di Bali è una delle isole principali dell'arcipelago indonesiano; si trova subito a sud dell'equatore. A ovest è divisa dall'isola di Giava da un canale, mentre a est è separata dall'isola di Lombok dallo stretto di Lombok, attraverso il quale passa la linea di Wallace, ovvero il confine tra le regioni dell'Asia e dell'Oceania.

Natura tropicale, lunghe spiagge, templi e un’atmosfera da sogno: Bali è questo e molto altro. Tra le tantissime isole dell’arcipelago dell’Indonesia è la più importante meta turistica, casa di un popolo amichevole ed ospitale: anche se il cliché dei balinesi sempre gentili e felici può sembrare scontato, rispecchia la realtà. Perfetta per viaggiatori con zaino in spalla, Bali lo è anche per famiglie e turisti di lusso, essendo un paradiso per gli amanti degli sport acquatici che offre buon cibo e tanta cultura.  

Dove si trova Bali: geografia, territorio e storia 

Bali è una delle tante isole dell’Arcipelago dell’Indonesia ed è incastonata, come detto, tra Java (dove vive la maggior parte della popolazione indonesiana) e Lombok. L’isola degli dèi è caratterizzata da un paesaggio di colline e montagne, coste frastagliate e spiagge sabbiose, terreni di origine vulcanica: un mix che forma un vero e proprio paradiso terrestre. Da scoprire e ammirare le sue cascate, i vulcani, le risaie e le spiagge per un’esperienza totalizzante.  

La cultura locale ha origine in quella della vicina Giava e intorno al XIV secolo il controllo dall’impero giavanese di Majapahit sull’isola divenne totale, con una forte influenza sulla cultura: nell’architettura, la danza, la pittura, la scultura e nel teatro di marionette “wayang”, aspetti evidenti ancora oggi.  

La crescita dell’Islam fece cadere l’impero Majapahit e Bali ottenne l’indipendenza all’inizio del XVI secolo, quando l’aristocrazia giavanese trovò comunque rifugio qui, portando un grande influsso di arte, religione e letteratura. La parte settentrionale venne conquistata dai coloni olandesi dopo le guerre tra il 1846 e il 1849 e all’inizio del ‘900 molti balinesi morirono affrontando gli invasori. Bali divenne parte della Repubblica di Indonesia nel 1945 e la sua storia recente è iniziata negli anni ’70, quando hippy e surfisti scoprirono le sue spiagge e le onde stupefacenti.

Tanah_lot_Bali

Come si vive a Bali: clima, qualità della vita e consigli utili 

Il periodo migliore per andare a Bali? La stagione secca, che va da aprile a ottobre, quando le piogge scarse e le isole assicurano una vacanza perfetta. Il clima di Bali è infatti quello della foresta pluviale tropicale, con temperature costanti tutto l’anno, in media sui 30 gradi. La stagione umida, da novembre a marzo, è caratterizzata da piogge intense ma brevi.  

Per quanto riguarda i prezzi, Bali può essere molto economica e molto costosa allo stesso tempo: esistono posti nei quali si spende come in Europa, altri dove si può mangiare con soli 2 euro. Anche la spesa per dormire varia molto: si parte dai 15-50 euro a notte e 150-200 al mese per una casa. A Bali c’è una grande varietà di alloggi economici, solitamente scelti dai surfisti, nella zona di Kuta. Nelle parti meno turistiche si arriva anche a trattare un 50% di sconto per soggiorni lunghi. La fascia media comprende tantissimi hotel con tutti i comfort e poi c’è il lusso sfrenato, per il quale si arriva a pagare anche 1000 euro a notte.

La moneta indonesianaè la Rupia: sembra di avere in mano della carta straccia sporca, ma vi assicuriamo che sono soldi. Occorre star attenti alle truffe nel cambio di denaro: meglio diffidare dei Money Changer nascosti che vendono chincaglieria.  

Una caratteristica bellissima di Bali è che spesso il cibo più buono è anche quello più economico: da Warung Murah (bancarella di cibo a buon mercato) è possibile ordinare noodles, pollo alla citronella, fagiolini, 5 satays e un involtino primavera a soli 2,25 euro, ed è tutto buonissimo. La scritta “Warung in generale indica un ristorante locale, nel quale si spende al massimo 5 dollari, ma anche i night market offrono un’ampia varietà di cibo tra le bancarelle. Oltre al cibo indonesiano ci sono ristoranti di tutti i tipi di fascia media e alta (dai 30 euro a persona). Una città popolare per i buongustai a Bali è Abud, dove trovare autentico cibo indonesiano, ristoranti vegetariani, vegani ma anche occidentali. In Monkey Forest Street si trova l’Ibu Rai, con piatti fusion che fondono cucina asiatica, europea e caraibica: fantastico il budino di riso nero. Molto più difficile trovare alcool a buon prezzo, perché è tassato pesantemente. 

L’economia di Bali si basa principalmente sul turismo; la destinazione è una delle più gettonate per merito dei suoi paesaggi naturali di grande impatto oltre che delle sue splendide spiagge. Quando non è impegnata nel turismo, gran parte della popolazione lavora nel settore agricolo e le produzioni si concentrano soprattutto su riso, frutta e spezie; molto sviluppato anche l’artigianato, soprattutto per le lavorazioni di argento e stoffe.

Risaie_Bali

Come arrivare e come muoversi a Bali

Per entrare a Bali è necessario: il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi e il visto d’ingresso, che permette un soggiorno non superiore a 30 giorni per motivi di turismo. 

Come arrivare a Bali? L’isola è servita da numerose compagnie aeree, anche low cost, che atterrano all’Aeroporto Internazionale I Gusti Ngurah Rai, intitolato all’eroe nazionale che fu protagonista della lotta contro gli olandesi.  

Muoversi a Bali è piuttosto facile, se si possiede un buon spirito di adattamento. I villaggi principali sono raggiungibili in autobus, un mezzo che però non è molto veloce ed efficiente. Un’ottima soluzione è quella di affittare un motorino (5 euro al giorno) o una macchina, considerando però che si guida a sinistra. Le macchine si affittano con autista: 8 ore costano circa 40 dollari. Comodissima l’App Go-Jek che ha rivoluzionato l’Indonesia: basta fare richiesta di un motorino o di una macchina con autista per farsi portare in giro. Per muoversi a Bali, da una parte all’altra dell’isola, senza perdere nemmeno uno dei suoi scorci più belli usare la bicicletta è l’ideale.  

Bali

Bali: cosa sapere e cosa visitare

Bali è famosa in tutto il mondo per le bellezze naturalistiche, ma tra le attrazioni principali che spingono il turista a scegliere quest’isola, ci sono soprattutto i templi.
Il simbolo di Bali è il Tempio Besakih. È quello più importante tanto da essere chiamato “Tempio Madre”; è situato sulle pendici del Gunung Agung ovvero la Montagna Sacra. Non si tratta di un tempio solo ma di un complesso di templi tra loro connessi.

Bali è, appunto, l’isola dei Templi. Oltre al Tempio Madre ce ne sono svariati tra cui il Tempio Pura Luhur Watu, creato per adorare gli spiriti del mare; soltanto i fedeli Hindu possono accedere al Santuario interno che si estende sul mare. Un altro tempio bellissimo è quello di Uluwatu. Inoltre non si può andare a Bali e non andare al Tanat Lot, il Tempio più famoso e spirituale di Bali tanto sul finire della giornata è sempre molto affollato. Se la marea è bassa è possibile raggiungerlo a piedi mentre se la marea è alta lo si può vedere dalla riva.

Molto suggestive sono le spiagge di Bali tra cui spicca la spiaggia di Kuta che, contraddistinta da sabbia bianca e fine, è meta prediletta dei surfisti. Per chi vuole fuggire dalla folla, c’è la spiagga di Padan Padang, molto raccolta e seminascosta, raggiungibile soltanto attraverso un sentiero. Inoltre, da non perdere le spiagge di Jimbaran Bay e la Lovina Beach.

Bali è famosa anche per le sue risaie, disposte su terrazze immerse nella vegetazione. Le più belle si trovano nei dintorni di Jatiluwih, Tirta Gangga e Selat, dove arrivare magari su uno scooter per ammirare questo splendido paesaggio verde, cuore del sistema d’irrigazione balinese. Tra gli angoli da scoprire le meraviglie naturali delle cascate di Sekumpul, che si trovano in una valle profonda e che per questo sono un po’ difficili da raggiungere. Vi assicuriamo però che ne vale la pena. La cascata di Gigit è la più alta di Bali e, complice la foresta pluviale sullo sfondo, sembra essere uscita direttamente da un film fantasy.

Per gli amanti della natura, da non perdere la Foresta delle Scimmie, situata a Ubud e ricca di verde! Menjangan, invece, fa parte del Parco nazionale di Bali Barat, e vi si trovano tre templi induisti, in un ambiente molto ben conservato sia per l’aspetto naturalistico che per quello storico. Gli amanti dell’avventura, invece, non possono non salire sui vulcani Gunung Agung Gunun Batur: l’ascesa non è particolarmente facile ma la vista che si gode da lassù è veramente unica, difficile da dimenticare. C’è la possibilità di affrontare i sentieri comunque con una guida.

Bali è anche la mecca per gli appassionati di yoga, che si dirigono in particolare nel piccolo villaggio di Abud: qui si respira solo pace ed è possibile seguire una grande selezione di corsi di yoga e meditazione, nonché provare il massaggio balinese o il bagno con i fiori esotici.

Leggi anche cosa vedere a Bali.

Bali_panorama

Cosa fare a Bali: eventi, ricorrenze e divertimenti

A Bali la religione più praticata è l'Induismo balinese, a differenza di quanto avviene nel resto dell'Indonesia dove la maggior parte della popolazione è di religione islamica. Le principali festività sono quelle del Galungan e del Kuningan; la prima è una festa commemorativa della vittoria del bene sul male e si tiene ogni 210 giorni (tanto dura il calendario balinese); la seconda, anch'essa legata alla cultura balinese, si festeggia dieci giorni dopo. Il 17 agosto, invece, si festeggia l'Indipendenza dell'Indonesia.

Per gli amanti dello shopping a Nusa Dua, zona turistica e vicina all’aeroporto, è presente un centro commerciale, mentre per gli amanti dei mercatini c’è sicuramente il Mercato del Denpansar, ricco di profumi e colori.

La vita notturna a Bali si concentra nelle affollatissime strade di Kuta, il luogo più indicato e famoso. Gran parte dei locali notturni è gratuita o comunque molto economica!

Tra una visita ed una escursione dedicata all’esplorazione dell’isola, approfittate delle opportunità che Bali concede a tutti e cercate di vivere una delle tante cose che ci sono da fare. Ecco quelle che vi proponiamo:

  • Escursione all’arcipelago delle Gili per provare l’esperienza di vedere le tartarughe marine;
  • Degustare il locale cocktail Arak Madu arricchito di miele e da limone verde;
  • Massaggio balinese con oli del fiore del frangipane;
  • Assaggiare, in un Warung (chioschetto a conduzione familiare) il tradizionale Nasi Campur;
  • Assistere a Sanur, alla popolare festa degli aquiloni;
  • Visita di una piantagione di caffè ed assaggiare il luwak kopi.

Fuso Orario:
UTC+8
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0100098
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Bali

Andrea Ricci
Livello 8     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : Bali, che sorpresa. Dal 1 al 15 Luglio ho trascorso, insieme alla mia compagna, 5 giorni a Jambaran (Bali), 4 alle isole Gili e 3 ad Ubud (Bali). Un bel mix di cultura, spiritualità, accoglienza, natura, mare e gastronomia. Non conoscevo... vedi tutto l’Indonesia e neppure, nei giorni precedenti la partenza, mi ero dedicato ad approfondire la conoscenza dei luoghi dove sarei andato e anche per questa mia pigrizia mi ero immaginato un viaggio dove l’aspetto comunque prevalente sarebbe stato il mare. Non è stato così. Certo, il mare, i bagni, le spiagge, lo snorkeling ci sono stati, ma sono stati solo una parte della vacanza. La premessa non delinea certamente i tratti di un buon viaggiatore, ma a volte può essere interessante viaggiare anche così: certamente per me lo è stato. I 5 giorni a Bali (Jambaran) non contemplano cronache legate al mare. In effetti, come mi aveva detto l’agenzia a cui mi ero rivolto, il mare non è un granchè e al massimo si può fare qualche bagno giusto per rinfrescarsi. Non che fosse un caldo tremendo (parliamo di circa 30°), ma l’umidità si fa sentire. Allora abbiamo trascorso una discreta quantità di tempo alla ricerca dei templi Indu che proliferano su tutta l’isola. Le guide ne indicano molti, io consiglio di concentrarsi sui più importanti perché alla fine tendono ad essere tutti simili. Segnalo il Pura Basakih, (situato sul fianco del Monte Agung) , il Pura Bedugul (sulle rive del lago Batran) e il Tempio di Tanah Lot che si trova praticamente sul mare. Nel visitare questi luoghi, accompagnati da taxisti che si accontentano di 30€ per tutta la giornata, si ha modo di esplorare le campagne fertili e bellissime di Bali, le terrazze dove si coltiva il riso o, se solo ci si ferma in una qualsiasi parte dell’isola, laboratori di artigiani che intagliano il legno o di pittori, anche interessanti, che non ho capito da quale tradizione provengano. E’ vero che Bali è stata una colonia Olandese, ma pensare che l’arte fiamminga abbia influenzato queste popolazioni mi pare un po’ azzardato. Ma non abbiamo solamente girato. Devo ammetterlo, l’Hotel che ci ha trovato l’agenzia a Jambaran pretendeva che si dedicasse il tempo necessario a starnazzare nell’immensa piscina o a godere dei servizi dedicati al benessere psico-fisico dei clienti. Ed io ho accondisceso a questa giusta pretesa e un po’ di ore le ho trascorse in palestra, nella SPA e ai bordi della piscina a leggermi uno dei quattro libri che mi ero portato. Come avrete capito, me la sono presa comoda, ma nonostante questo il tempo è filato via senza che me ne accorgessi. Il tempo è passato in fretta anche perché, alle attività che ho testè descritto, vanno aggiunte quelle serali. Non fraintendete, mi riferisco solamente alla parte gastronomica. Ogni sera era dedicata alla scoperta dei tantissimi ristoranti che si trovano a Jambaran, Kuta, Denpasar. Devo dire che ho trovato locali e piatti di buona qualità, sia di cucina indonesiana che di cucina internazionale, con una spesa di 10/15€. Sconsiglio i chioschi che si trovano per strada, gli standard igienici non sono sufficienti. Da Bali alle isole Gili. Ci si può andare in barca o in aereo. Noi abbiamo scelto la barca. In realtà era un piccolo Aliscafo che all’andata ha creato qualche problema perché il mare era abbastanza mosso. Al ritorno, invece, il viaggio è stato molto più tranquillo. Arrivati a Gili Trawangan (l’isola più grande) ci siamo resi conto di aver fatto un viaggio a ritroso nel tempo. Sull’isola non esistono mezzi a motore. Ci sono piccoli cavalli che trainano carretti gialli, e questi sono i taxi, poi ci sono le biciclette. Suggestivo. Poi, quando si sale sui taxi, con le “non strade” che ci sono, le membra vengono messe a dura prova, ma si tratta comunque di pochi minuti perché l’isola è piccola e l’albergo più distante dall’attracco delle barche, non dista più di 7/8 minuti. Noi eravamo in un bel posto, a 7/8 minuti dall’attracco e se si esclude una giornata nella quale è piovuto molto, ci siamo sempre arrivati in bici senza problemi. Con la pioggia, il piccolo agglomerato esistente, si allaga tutto e servirebbero gli stivali per passeggiare. Ma la cosa non capita spesso ed in ogni caso, il giorno successivo, l’acqua scompare. A Gili Trawangan la vita si svolge praticamente attorno ad una strada che costeggia il mare sulla quale ci sono i bagni, i ristoranti, gli alberghi, i negozi e coloro che organizzano le escursioni. Il mare è dignitoso, ma non eccezionale, e comunque ci sono troppe barche parcheggiate per poter fare bagni tranquilli. Se si entra in acqua, a pochi metri da riva, si iniziano già a vedere i pesci, ma la barriera corallina è ormai stata distrutta. Ma non si deve disperare. In dieci minuti si va dalla parte opposta dell’Isola e non c’è più il problema barche, oppure, con meno di 10€, si sale su una barca e si va in mare aperto dove ci sono diversi punti in cui si incontra una barriera corallina incontaminata, con coralli bellissimi e tanti pesci da vedere. Anche a Gili, la categoria dei pigri può tranquillamente trovare un suo equilibrio alternando la vita d’albergo (nel mio c’era una piscina bellissima e le camere erano decisamente accoglienti) con quella del mare e della tavola. Sulla via dove si svolge tutto, ci sono almeno 10 ristoranti di buona qualità e diversi locali dove si suona musica dal vivo con una particolare predilezione per il rock…proprio quello degli anni d’oro. Ritorno sull’isola di Bali e sosta ad Ubud, lontano dal mare. Ubud è stata una sorpresa: sicuramente è la cittadina più bella e interessante di Bali. L’artigianato, la pittura, i templi, i ristoranti, gli Hotel strepitosi che si ergono sui lati della collina che costeggia il fiume che attraversa la città, fanno di Ubud un’attrazione da non perdere se si va a Bali. Inizialmente dovevo fermarmi 2 notti, poi abbiamo deciso per le 3 e sinceramente la scelta è stata azzeccata. Ci sono alcuni templi da vedere, c’è la foresta delle scimmie da non perdere, la campagna con le terrazze dove si coltiva il riso è straordinaria, il rafting sul fiume è emozionante…e poi – anche qui - ci sono tanti buoni ristoranti. Aggiungo che è stata proprio azzeccata la scelta di terminare le vacanze ad Ubud: qui si possono acquistare sia i prodotti dell’artigianato locale che i soliti regali di rito che si devono portare a casa quando si fanno questi viaggi. Certamente la vacanza è stata un po’ diversa da come me l’ero immaginata, ma alla fine ne sono stato decisamente soddisfatto. Mi stavo dimenticando di dire una cosa: raramente ho trovato un posto dove le persone sono così gentili e cordiali. Commovente. Andrea
Da non perdere Tanah Lot , Gili Island , Ubud
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Bali è un'isola che oltre ad offrire panorami di incantevole bellezza naturalistica offre anche attrattive monumentali di notevole fascino architettonico. Tra i monumenti più importanti segnaliamo: Gunung Kawi: splendidi santuari interamente scavati nella roccia. Pura Besakih:... vedi tutto il famoso tempio di Bali, noto soprattutto per le feste che si celebrano all’interno. Pura Rambut Siwi: splendido tempio situato sulla cima di una scogliera offre uno spettacolare panorama paesaggistico. Tra i musei più interessanti segnaliamo: il museo di Puri Lukisan: conserva all’interno una ricchissima collezione d’arte. Notevoli anche i giardini interni. Il museo di Negri Propinsi Bali: conserva al suo interno una ricchissima collezione di oggetti risalenti all’epoca preistorica. Consigliamo inoltre una visita alle splendide spiagge di Kuta, considerata la più grande di tutta l’isola, è famosa principalmente per il panorama che offre al momento del tramonto. Siambaran: splendida spiaggia di sabbia bianca. Nusa Dua: incantevole spiaggia, famosa soprattutto per gli amanti del surf. Numerosi i ristoranti dove poter mangiare ottimo pesce. Mushroom Bay: incantevole baia, nota soprattutto per i numerosi punti dove poter praticare snorkelling. Da non perdere assolutamente un’immersione per vedere i relitti di Tulamben e Pulau Menjangan, un’escursione sopra i due grandi vulcani Gunung Batur e Gunung Agung o Rafting per vedere Bali da un’altra prospettiva. Inoltre per gli amanti dei piccoli villaggi consigliamo una visita a Padangbai, situata lungo una graziosa baia, Tenganan, famosa soprattutto per le sue splendide architetture e Tejakula, conosciuta soprattutto per le spiaggie paradisiache. Tra le escursioni consigliamo le montagne centrali di Penelokan e Jatiluwih dalle quali è possibile ammirare un incantevole panorama caratterizzato da scenari vulcanici, crateri, laghi, colate laviche, campi di riso, graziosi villaggi e incantevoli scorci marini. Bukit: famosa penisola nella quale è possibile visitare il Tempio di Ulu Watu, la splendida spiaggia di Jimbaran, la lussuosa oasi di Nusa Dua o la bianchissima spiaggia di Tanjung Benoa, attrezzata per praticare tutti i tipi di sport acquatici. Tra le altre destinazioni segnaliamo Gunung Batur, Tabanan e Ubud.
simona de francesco
Voto complessivo 9
Guida generale : Bali è una località che affascina perchè gli abitanti sono allegri e ospitali, hanno sempre un sorriso da offrirti. La religione induista è una religione molto attenta alla natura, a Bali gli alberi sono "vestiti" con fasce di stoffa per... vedi tutto rispetto e molte offerte vengono fatte al mare in ringraziamento per il pesce pescato. Ovunque: per strada e anche sulla spiaggia si trovano le offerte agli dei: piccoli vassoietti fatti con foglie su cui vengono messi riso, cracker, fiori. Le risaie sono bellissime e regalano una dolce sensazione di pace e serenità; il cibo e buono e il clima fantastico; si possono ammirare i tempi sull'acqua al tramonto ricavandone una sensazione quasi mistica. BALI FOR EVER !!!!!
Nicoletta Riccardi
Livello 1     0 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Salve Bali viene chiamata l'isola degli dei, perché è' un'isola magica si respira un 'atmosfera irreale, il relax e' assicurato e anche il divertimento, adatto sia a ragazzi che a famiglie. L'isola è' molto economica, puoi pranzare in vari ristoranti... vedi tutto con pochi euro e se il cibo locale non piace ci sono trattorie italiane favolose ,per non parlare dei mezzi consiglio di fittare un motorino Ottimo direi per girare l'isola ! Per gli amanti del surf e' ideale ,chi ama cenare sulla sabbia al tramonto, e chi ama la natura consiglio monkey forest, consiglio il rafting. E poi ci sono i templi meravigliosi unici e i massaggi che goduria Grazie Nicolerta
Lisa Di Giacomo
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Ci sono stata in viaggio di nozze e mi ha conquistata. E'utile la prima volta avere una guida che ti faccia vedere i loro templi, le loro campagne e che ti spieghi la loro cultura, gli usi e i costumi,... vedi tutto in questo modo puoi solo affezionarti di più al luogo. Ha un clima eccellente, mai sotto i 23° e mai sopra i 26°.L'oceano per fare il bagno è divertentissimo ,con le sue onde e la temperatura ottimale. Jimabaran Baj è commuovente coi suoi tramonti a picco sul mare ,i suoi colori sfavillanti e la sabbia fine. Kuta invece è piena di negozi e locali, sempre viva e coloratissima.La popolazione è gentilissima e sempre solare.Mai espresso giudizi negativi su alcuna cultura o religione, molto rispettosi ed educati, sono aperti a tutti.
luigi giancaspro
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Fantastica : è un mix di natura e fascino esotico. Abbiamo girovagato con una scassata automobilina, la guida a sinistra ci ha sconvolto! Siamo stati ad agosto e il clima è stato ottimo non troppo caldo e poche piogge, la... vedi tutto gente è favolosa vi dico solo che ad Ubud una sera non si trovava da dormire e abbiamo conosciuto una ragazza che ci ha ospitato a casa sua, una stupenda casa balinese con tutta la famiglia. Il cibo è ottimo a noi ovviamente piace il mangiare orientale. Mare, cultura e tradizioni religiose contribuiscono a rifinire un puzzle di rara bellezza che rimarrà per sempre esposto sulla parte della vostra vita.
Da non perdere Ubud , Pura Luhur Batukaru
Siria
Voto complessivo 9
Guida generale : Bali è un sogno che si avvera: vegetazione lussureggiante, spiagge meravigliose, fondali incredibili, paesaggi maestosi, passeggiate romantiche tra laghi e risaie, mille templi e siti che soddisfano la voglia di esplorare... e fantastiche Spa per rilassarsi senza spendere una follia,... vedi tutto resort, alberghi e pensioncine per tutte le esigenze... ristoranti, locande, bar e locali che accendono la movida.. e la gente!!!!! Serenità e dolcezza irradia da sorrisi a volte ironici, spesso distanti dalla comprensione di noi occidentali.... IMPERDIBILE.
Da non perdere Menjangan , Jimbaran Bay , Ubud
fiorenza caleffi
Livello 53     7 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Bali con i suoi paesaggi mozzafiato e templi, ma più che altro Bali con i BALINESIANI: gente fantastica dalla quale dovremmo imparare. Ogni giorno ringraziano il loro dio che gli permette un'altra occasione per fare, dire, amare, riconciliarsi con gli... vedi tutto altri o con se stessi. Non una mera religione a parer mio, ma un MODO DI VIVERE. Caratterista essenziale della religione balinese è l’allegria della gente quando dimostra la sua devozione verso gli Dei in cui crede: è tutto un susseguirsi di feste colorate, di processioni dominate da fiori, musica, incensi.
Da non perdere Uluwatu , Gili Island , Ubud
Barbara Xalle
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici
Voto complessivo 9
Guida generale : Città interessante che deve essere vista nel suo contesto! Importante capire il modo di vivere in questo posto di cui fa molto parte il contesto religioso! Le persone sono gioviali, serene, disponibili e cercano di coinvolgerti nella conoscenza del loro... vedi tutto Paese. Interessante i luoghi di culto ma anche poter girare l'isola e vedere anche le spiagge. Interessante il cibo, gradevole anche se particolare! Piacevole anche lo shopping dei loro tessuti o prodotti artigianali che si possono comprare a poco prezzo! Contattando le agenzie del luogo il viaggio può costare meno.
Da non perdere Tempio Madre , La spiaggia di Kuta , Ricorrenze Annuali
Marica Garrone
Livello 1     0 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Bali è un'isola fantastica dove puoi trovare "movida" o tranquillità a seconda di quello che preferisci. Le spiagge non sono bianche e caraibiche, ma il mare è caldo e pulito. La gente molto cordiale farà di tutto per accontentare il... vedi tutto turista. I ristoranti sono convenienti sia per i prezzi che per la qualità del cibo. La natura è meravigliosa e rigogliosa, splendido anche l'interno con le coltivazioni dì the e di caffè. Interessante l'esclusione sul vulcano, i balli balinesi, la foresta delle scimmie e il paese di Ubud. Gli hotel sono di svariato tipo e prezzo ma sempre puliti ed accoglienti.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0290277

Destinazioni vicine a Bali

DestinationListNear-GetPartialView = 0,0050051
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Cerca offerte a Bali

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010008

Cosa visitare

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0