×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Montecarlo e il gran premio di F1 più famoso  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
valerio
Scritto da: valerio
Durata: 4
Data partenza: dal 28/05/2011 al
Viaggiatori: 2
Nomi dei viaggiatori: valerio, libera

Introduzione

Viaggio in auto in Costa Azzurra in occasione del gran premio di F1, con visita alle principali città della Costa Azzurra

Le Tappe del Viaggio

Sono un appassionato di F1 e ho ricevuto in regalo da mia moglie il biglietto per il gran premio più famoso, Montecarlo. Decidiamo di approfittare per visitare la Costa Azzurra, così dopo aver preso un po' di informazioni prenotiamo un albergo a Sanremo, molto più conveniente di Montecarlo che in occasione di quest'evento ha prezzi proibitivi. 

Partiamo sabato 28 maggio di mattina presto, in serata giungiamo al nostro albergo, ci sistemiamo, ceniamo nello stesso albergo (non si mangia bene), il resto della serata lo passiamo a visitare Sanremo, quattro passi nel centro a vedere il famoso teatro Ariston (una delusione, poco più di un cinema), vediamo il casinò e le vie del centro, diciamo che non è nulla di particolarmente interessante.

Il mattino mi sveglio presto e dopo aver fatto colazione vado con la macchina a Ventimiglia dove c'è la stazione ferroviaria, nonostante l'ora (circa le 9,30 del mattino di domenica) ho un pò di difficoltà a trovare un posto, mi hanno detto che dopo qualche ora sarà impossibile trovare parcheggi liberi, tutti quelli che vanno al gran premio parcheggiano a Ventimiglia e prendono il treno che è effettivamente molto comodo, costa poco (6-7 €), passa ogni 20 minuti e in poco più di 20-25 minuti porta nel centro del principato.

Orientarsi è estremamente facile, sono molto organizzati, dalla stazione ci sono indicazioni precise su come raggiungere il circuito e come recarsi nel settore dove ho il biglietto. Una quindicina di minuti a piedi in mezzo a una gran confusione di persone che vengono da ogni parte del mondo, ed in mezzo a bancarelle a tema con i vari gadget automoblistici, e senza bisogno di chiedere alcuna informazione giungo nella tribuna (settore X1, lo consiglio anche se costa un botto), il personale è molto gentile, resto fino al termine delle varie gare che si svolgono durante la giornata.

Mia moglie mi raggiunge a Montecarlo utilizzando il bus che passa per Sanremo e che porta alla stazione di Ventimiglia, passa ad orari regolari ed è molto preciso. Ci incontriamo alla stazione con non poca difficoltà, la folla è enorme, andiamo in giro per il principato, dove la cosa che salta subito agli occhi è la ricchezza e lo sfarzo, panfili enormi, auto da mille e una notte, negozi con prezzi assurdi.

Notiamo che Montecarlo è una cittadina molto particolare e caratteristica ma nulla di che, se non si ha un portafoglio a soffietto pieno, ci si sente fuori da un mondo che in effetti è riservato ad un'elite. A sera rientriamo (non vale la pena farsi spellare a Montecarlo per la cena) ci fermiamo a mangiare in una pizzeria di Ventimiglia, molto carina. passeggiamo un pò per Ventimiglia, nulla da vedere. Rientriamo in albergo.

Il giorno dopo con la macchina prendiamo l'autostrada per Cannes, molto carina come cittadina, con la sua passeggiata fra negozi ealberghi di livello pazzesco (ho visto cellulari da 20.000€); ci sono tutte le griffe più famose della moda. Visitiamo il luogo dove si tiene il famoso festival e la croisette. A ora di pranzo andiamo verso Nizza costeggiando la strada del lungomare, ci sono molti luoghi carini, sono i classici posti da villeggiatura balneare, spiagge lunghe, localini ed alberghetti sparsi.

Passiamo per Antibes (nulla di che), e proseguiamo alla volta di Nizza, una bella cittadina sul mare (la più carina della Costa Azzurra), molto caratteristica con i suoi giardini, i palazzi, e i vicoletti. Da visitare, la zona detta città vecchia, ricca di stradine e giardini, molto bella la cattedrale ortodossa di Saint Nicolas (merita una visita). Torniamo verso Sanremo, fermandoci per la cena sul lungomare, dove scopriamo una serie di localini molto simpatici dove si mangia bene spendendo poco.

Il giorno dopo rientriamo verso casa, le autostrade della Liguria sono molto impegnative, piene di curve a visibilità ridotta, occhio al parabrezza!!!

Sono un appassionato di F1 e ho ricevuto in regalo da mia moglie il biglietto per il gran premio più famoso, Montecarlo. Decidiamo di approfittare per visitare la Costa Azzurra, così dopo aver preso un po' di informazioni prenotiamo un albergo a Sanremo, molto più conveniente di Montecarlo che in occasione di quest'evento ha prezzi proibitivi. 

Partiamo sabato 28 maggio di mattina presto, in serata giungiamo al nostro albergo, ci sistemiamo, ceniamo nello stesso albergo (non si mangia bene), il resto della serata lo passiamo a visitare Sanremo, quattro passi nel centro a vedere il famoso teatro Ariston (una delusione, poco più di un cinema), vediamo il casinò e le vie del centro, diciamo che non è nulla di particolarmente interessante.

Il mattino mi sveglio presto e dopo aver fatto colazione vado con la macchina a Ventimiglia dove c'è la stazione ferroviaria, nonostante l'ora (circa le 9,30 del mattino di domenica) ho un pò di difficoltà a trovare un posto, mi hanno detto che dopo qualche ora sarà impossibile trovare parcheggi liberi, tutti quelli che vanno al gran premio parcheggiano a Ventimiglia e prendono il treno che è effettivamente molto comodo, costa poco (6-7 €), passa ogni 20 minuti e in poco più di 20-25 minuti porta nel centro del principato.

Orientarsi è estremamente facile, sono molto organizzati, dalla stazione ci sono indicazioni precise su come raggiungere il circuito e come recarsi nel settore dove ho il biglietto. Una quindicina di minuti a piedi in mezzo a una gran confusione di persone che vengono da ogni parte del mondo, ed in mezzo a bancarelle a tema con i vari gadget automoblistici, e senza bisogno di chiedere alcuna informazione giungo nella tribuna (settore X1, lo consiglio anche se costa un botto), il personale è molto gentile, resto fino al termine delle varie gare che si svolgono durante la giornata.

Mia moglie mi raggiunge a Montecarlo utilizzando il bus che passa per Sanremo e che porta alla stazione di Ventimiglia, passa ad orari regolari ed è molto preciso. Ci incontriamo alla stazione con non poca difficoltà, la folla è enorme, andiamo in giro per il principato, dove la cosa che salta subito agli occhi è la ricchezza e lo sfarzo, panfili enormi, auto da mille e una notte, negozi con prezzi assurdi.

Notiamo che Montecarlo è una cittadina molto particolare e caratteristica ma nulla di che, se non si ha un portafoglio a soffietto pieno, ci si sente fuori da un mondo che in effetti è riservato ad un'elite. A sera rientriamo (non vale la pena farsi spellare a Montecarlo per la cena) ci fermiamo a mangiare in una pizzeria di Ventimiglia, molto carina. passeggiamo un pò per Ventimiglia, nulla da vedere. Rientriamo in albergo.

Il giorno dopo con la macchina prendiamo l'autostrada per Cannes, molto carina come cittadina, con la sua passeggiata fra negozi ealberghi di livello pazzesco (ho visto cellulari da 20.000€); ci sono tutte le griffe più famose della moda. Visitiamo il luogo dove si tiene il famoso festival e la croisette. A ora di pranzo andiamo verso Nizza costeggiando la strada del lungomare, ci sono molti luoghi carini, sono i classici posti da villeggiatura balneare, spiagge lunghe, localini ed alberghetti sparsi.

Passiamo per Antibes (nulla di che), e proseguiamo alla volta di Nizza, una bella cittadina sul mare (la più carina della Costa Azzurra), molto caratteristica con i suoi giardini, i palazzi, e i vicoletti. Da visitare, la zona detta città vecchia, ricca di stradine e giardini, molto bella la cattedrale ortodossa di Saint Nicolas (merita una visita). Torniamo verso Sanremo, fermandoci per la cena sul lungomare, dove scopriamo una serie di localini molto simpatici dove si mangia bene spendendo poco.

Il giorno dopo rientriamo verso casa, le autostrade della Liguria sono molto impegnative, piene di curve a visibilità ridotta, occhio al parabrezza!!!

Sono un appassionato di F1 e ho ricevuto in regalo da mia moglie il biglietto per il gran premio più famoso, Montecarlo. Decidiamo di approfittare per visitare la Costa Azzurra, così dopo aver preso un po' di informazioni prenotiamo un albergo a Sanremo, molto più conveniente di Montecarlo che in occasione di quest'evento ha prezzi proibitivi. 

Partiamo sabato 28 maggio di mattina presto, in serata giungiamo al nostro albergo, ci sistemiamo, ceniamo nello stesso albergo (non si mangia bene), il resto della serata lo passiamo a visitare Sanremo, quattro passi nel centro a vedere il famoso teatro Ariston (una delusione, poco più di un cinema), vediamo il casinò e le vie del centro, diciamo che non è nulla di particolarmente interessante.

Il mattino mi sveglio presto e dopo aver fatto colazione vado con la macchina a Ventimiglia dove c'è la stazione ferroviaria, nonostante l'ora (circa le 9,30 del mattino di domenica) ho un pò di difficoltà a trovare un posto, mi hanno detto che dopo qualche ora sarà impossibile trovare parcheggi liberi, tutti quelli che vanno al gran premio parcheggiano a Ventimiglia e prendono il treno che è effettivamente molto comodo, costa poco (6-7 €), passa ogni 20 minuti e in poco più di 20-25 minuti porta nel centro del principato.

Orientarsi è estremamente facile, sono molto organizzati, dalla stazione ci sono indicazioni precise su come raggiungere il circuito e come recarsi nel settore dove ho il biglietto. Una quindicina di minuti a piedi in mezzo a una gran confusione di persone che vengono da ogni parte del mondo, ed in mezzo a bancarelle a tema con i vari gadget automoblistici, e senza bisogno di chiedere alcuna informazione giungo nella tribuna (settore X1, lo consiglio anche se costa un botto), il personale è molto gentile, resto fino al termine delle varie gare che si svolgono durante la giornata.

Mia moglie mi raggiunge a Montecarlo utilizzando il bus che passa per Sanremo e che porta alla stazione di Ventimiglia, passa ad orari regolari ed è molto preciso. Ci incontriamo alla stazione con non poca difficoltà, la folla è enorme, andiamo in giro per il principato, dove la cosa che salta subito agli occhi è la ricchezza e lo sfarzo, panfili enormi, auto da mille e una notte, negozi con prezzi assurdi.

Notiamo che Montecarlo è una cittadina molto particolare e caratteristica ma nulla di che, se non si ha un portafoglio a soffietto pieno, ci si sente fuori da un mondo che in effetti è riservato ad un'elite. A sera rientriamo (non vale la pena farsi spellare a Montecarlo per la cena) ci fermiamo a mangiare in una pizzeria di Ventimiglia, molto carina. passeggiamo un pò per Ventimiglia, nulla da vedere. Rientriamo in albergo.

Il giorno dopo con la macchina prendiamo l'autostrada per Cannes, molto carina come cittadina, con la sua passeggiata fra negozi ealberghi di livello pazzesco (ho visto cellulari da 20.000€); ci sono tutte le griffe più famose della moda. Visitiamo il luogo dove si tiene il famoso festival e la croisette. A ora di pranzo andiamo verso Nizza costeggiando la strada del lungomare, ci sono molti luoghi carini, sono i classici posti da villeggiatura balneare, spiagge lunghe, localini ed alberghetti sparsi.

Passiamo per Antibes (nulla di che), e proseguiamo alla volta di Nizza, una bella cittadina sul mare (la più carina della Costa Azzurra), molto caratteristica con i suoi giardini, i palazzi, e i vicoletti. Da visitare, la zona detta città vecchia, ricca di stradine e giardini, molto bella la cattedrale ortodossa di Saint Nicolas (merita una visita). Torniamo verso Sanremo, fermandoci per la cena sul lungomare, dove scopriamo una serie di localini molto simpatici dove si mangia bene spendendo poco.

Il giorno dopo rientriamo verso casa, le autostrade della Liguria sono molto impegnative, piene di curve a visibilità ridotta, occhio al parabrezza!!!

Sono un appassionato di F1 e ho ricevuto in regalo da mia moglie il biglietto per il gran premio più famoso, Montecarlo. Decidiamo di approfittare per visitare la Costa Azzurra, così dopo aver preso un po' di informazioni prenotiamo un albergo a Sanremo, molto più conveniente di Montecarlo che in occasione di quest'evento ha prezzi proibitivi. 

Partiamo sabato 28 maggio di mattina presto, in serata giungiamo al nostro albergo, ci sistemiamo, ceniamo nello stesso albergo (non si mangia bene), il resto della serata lo passiamo a visitare Sanremo, quattro passi nel centro a vedere il famoso teatro Ariston (una delusione, poco più di un cinema), vediamo il casinò e le vie del centro, diciamo che non è nulla di particolarmente interessante.

Il mattino mi sveglio presto e dopo aver fatto colazione vado con la macchina a Ventimiglia dove c'è la stazione ferroviaria, nonostante l'ora (circa le 9,30 del mattino di domenica) ho un pò di difficoltà a trovare un posto, mi hanno detto che dopo qualche ora sarà impossibile trovare parcheggi liberi, tutti quelli che vanno al gran premio parcheggiano a Ventimiglia e prendono il treno che è effettivamente molto comodo, costa poco (6-7 €), passa ogni 20 minuti e in poco più di 20-25 minuti porta nel centro del principato.

Orientarsi è estremamente facile, sono molto organizzati, dalla stazione ci sono indicazioni precise su come raggiungere il circuito e come recarsi nel settore dove ho il biglietto. Una quindicina di minuti a piedi in mezzo a una gran confusione di persone che vengono da ogni parte del mondo, ed in mezzo a bancarelle a tema con i vari gadget automoblistici, e senza bisogno di chiedere alcuna informazione giungo nella tribuna (settore X1, lo consiglio anche se costa un botto), il personale è molto gentile, resto fino al termine delle varie gare che si svolgono durante la giornata.

Mia moglie mi raggiunge a Montecarlo utilizzando il bus che passa per Sanremo e che porta alla stazione di Ventimiglia, passa ad orari regolari ed è molto preciso. Ci incontriamo alla stazione con non poca difficoltà, la folla è enorme, andiamo in giro per il principato, dove la cosa che salta subito agli occhi è la ricchezza e lo sfarzo, panfili enormi, auto da mille e una notte, negozi con prezzi assurdi.

Notiamo che Montecarlo è una cittadina molto particolare e caratteristica ma nulla di che, se non si ha un portafoglio a soffietto pieno, ci si sente fuori da un mondo che in effetti è riservato ad un'elite. A sera rientriamo (non vale la pena farsi spellare a Montecarlo per la cena) ci fermiamo a mangiare in una pizzeria di Ventimiglia, molto carina. passeggiamo un pò per Ventimiglia, nulla da vedere. Rientriamo in albergo.

Il giorno dopo con la macchina prendiamo l'autostrada per Cannes, molto carina come cittadina, con la sua passeggiata fra negozi ealberghi di livello pazzesco (ho visto cellulari da 20.000€); ci sono tutte le griffe più famose della moda. Visitiamo il luogo dove si tiene il famoso festival e la croisette. A ora di pranzo andiamo verso Nizza costeggiando la strada del lungomare, ci sono molti luoghi carini, sono i classici posti da villeggiatura balneare, spiagge lunghe, localini ed alberghetti sparsi.

Passiamo per Antibes (nulla di che), e proseguiamo alla volta di Nizza, una bella cittadina sul mare (la più carina della Costa Azzurra), molto caratteristica con i suoi giardini, i palazzi, e i vicoletti. Da visitare, la zona detta città vecchia, ricca di stradine e giardini, molto bella la cattedrale ortodossa di Saint Nicolas (merita una visita). Torniamo verso Sanremo, fermandoci per la cena sul lungomare, dove scopriamo una serie di localini molto simpatici dove si mangia bene spendendo poco.

Il giorno dopo rientriamo verso casa, le autostrade della Liguria sono molto impegnative, piene di curve a visibilità ridotta, occhio al parabrezza!!!

Sono un appassionato di F1 e ho ricevuto in regalo da mia moglie il biglietto per il gran premio più famoso, Montecarlo. Decidiamo di approfittare per visitare la Costa Azzurra, così dopo aver preso un po' di informazioni prenotiamo un albergo a Sanremo, molto più conveniente di Montecarlo che in occasione di quest'evento ha prezzi proibitivi. 

Partiamo sabato 28 maggio di mattina presto, in serata giungiamo al nostro albergo, ci sistemiamo, ceniamo nello stesso albergo (non si mangia bene), il resto della serata lo passiamo a visitare Sanremo, quattro passi nel centro a vedere il famoso teatro Ariston (una delusione, poco più di un cinema), vediamo il casinò e le vie del centro, diciamo che non è nulla di particolarmente interessante.

Il mattino mi sveglio presto e dopo aver fatto colazione vado con la macchina a Ventimiglia dove c'è la stazione ferroviaria, nonostante l'ora (circa le 9,30 del mattino di domenica) ho un pò di difficoltà a trovare un posto, mi hanno detto che dopo qualche ora sarà impossibile trovare parcheggi liberi, tutti quelli che vanno al gran premio parcheggiano a Ventimiglia e prendono il treno che è effettivamente molto comodo, costa poco (6-7 €), passa ogni 20 minuti e in poco più di 20-25 minuti porta nel centro del principato.

Orientarsi è estremamente facile, sono molto organizzati, dalla stazione ci sono indicazioni precise su come raggiungere il circuito e come recarsi nel settore dove ho il biglietto. Una quindicina di minuti a piedi in mezzo a una gran confusione di persone che vengono da ogni parte del mondo, ed in mezzo a bancarelle a tema con i vari gadget automoblistici, e senza bisogno di chiedere alcuna informazione giungo nella tribuna (settore X1, lo consiglio anche se costa un botto), il personale è molto gentile, resto fino al termine delle varie gare che si svolgono durante la giornata.

Mia moglie mi raggiunge a Montecarlo utilizzando il bus che passa per Sanremo e che porta alla stazione di Ventimiglia, passa ad orari regolari ed è molto preciso. Ci incontriamo alla stazione con non poca difficoltà, la folla è enorme, andiamo in giro per il principato, dove la cosa che salta subito agli occhi è la ricchezza e lo sfarzo, panfili enormi, auto da mille e una notte, negozi con prezzi assurdi.

Notiamo che Montecarlo è una cittadina molto particolare e caratteristica ma nulla di che, se non si ha un portafoglio a soffietto pieno, ci si sente fuori da un mondo che in effetti è riservato ad un'elite. A sera rientriamo (non vale la pena farsi spellare a Montecarlo per la cena) ci fermiamo a mangiare in una pizzeria di Ventimiglia, molto carina. passeggiamo un pò per Ventimiglia, nulla da vedere. Rientriamo in albergo.

Il giorno dopo con la macchina prendiamo l'autostrada per Cannes, molto carina come cittadina, con la sua passeggiata fra negozi ealberghi di livello pazzesco (ho visto cellulari da 20.000€); ci sono tutte le griffe più famose della moda. Visitiamo il luogo dove si tiene il famoso festival e la croisette. A ora di pranzo andiamo verso Nizza costeggiando la strada del lungomare, ci sono molti luoghi carini, sono i classici posti da villeggiatura balneare, spiagge lunghe, localini ed alberghetti sparsi.

Passiamo per Antibes (nulla di che), e proseguiamo alla volta di Nizza, una bella cittadina sul mare (la più carina della Costa Azzurra), molto caratteristica con i suoi giardini, i palazzi, e i vicoletti. Da visitare, la zona detta città vecchia, ricca di stradine e giardini, molto bella la cattedrale ortodossa di Saint Nicolas (merita una visita). Torniamo verso Sanremo, fermandoci per la cena sul lungomare, dove scopriamo una serie di localini molto simpatici dove si mangia bene spendendo poco.

Il giorno dopo rientriamo verso casa, le autostrade della Liguria sono molto impegnative, piene di curve a visibilità ridotta, occhio al parabrezza!!!

Sono un appassionato di F1 e ho ricevuto in regalo da mia moglie il biglietto per il gran premio più famoso, Montecarlo. Decidiamo di approfittare per visitare la Costa Azzurra, così dopo aver preso un po' di informazioni prenotiamo un albergo a Sanremo, molto più conveniente di Montecarlo che in occasione di quest'evento ha prezzi proibitivi. 

Partiamo sabato 28 maggio di mattina presto, in serata giungiamo al nostro albergo, ci sistemiamo, ceniamo nello stesso albergo (non si mangia bene), il resto della serata lo passiamo a visitare Sanremo, quattro passi nel centro a vedere il famoso teatro Ariston (una delusione, poco più di un cinema), vediamo il casinò e le vie del centro, diciamo che non è nulla di particolarmente interessante.

Il mattino mi sveglio presto e dopo aver fatto colazione vado con la macchina a Ventimiglia dove c'è la stazione ferroviaria, nonostante l'ora (circa le 9,30 del mattino di domenica) ho un pò di difficoltà a trovare un posto, mi hanno detto che dopo qualche ora sarà impossibile trovare parcheggi liberi, tutti quelli che vanno al gran premio parcheggiano a Ventimiglia e prendono il treno che è effettivamente molto comodo, costa poco (6-7 €), passa ogni 20 minuti e in poco più di 20-25 minuti porta nel centro del principato.

Orientarsi è estremamente facile, sono molto organizzati, dalla stazione ci sono indicazioni precise su come raggiungere il circuito e come recarsi nel settore dove ho il biglietto. Una quindicina di minuti a piedi in mezzo a una gran confusione di persone che vengono da ogni parte del mondo, ed in mezzo a bancarelle a tema con i vari gadget automoblistici, e senza bisogno di chiedere alcuna informazione giungo nella tribuna (settore X1, lo consiglio anche se costa un botto), il personale è molto gentile, resto fino al termine delle varie gare che si svolgono durante la giornata.

Mia moglie mi raggiunge a Montecarlo utilizzando il bus che passa per Sanremo e che porta alla stazione di Ventimiglia, passa ad orari regolari ed è molto preciso. Ci incontriamo alla stazione con non poca difficoltà, la folla è enorme, andiamo in giro per il principato, dove la cosa che salta subito agli occhi è la ricchezza e lo sfarzo, panfili enormi, auto da mille e una notte, negozi con prezzi assurdi.

Notiamo che Montecarlo è una cittadina molto particolare e caratteristica ma nulla di che, se non si ha un portafoglio a soffietto pieno, ci si sente fuori da un mondo che in effetti è riservato ad un'elite. A sera rientriamo (non vale la pena farsi spellare a Montecarlo per la cena) ci fermiamo a mangiare in una pizzeria di Ventimiglia, molto carina. passeggiamo un pò per Ventimiglia, nulla da vedere. Rientriamo in albergo.

Il giorno dopo con la macchina prendiamo l'autostrada per Cannes, molto carina come cittadina, con la sua passeggiata fra negozi ealberghi di livello pazzesco (ho visto cellulari da 20.000€); ci sono tutte le griffe più famose della moda. Visitiamo il luogo dove si tiene il famoso festival e la croisette. A ora di pranzo andiamo verso Nizza costeggiando la strada del lungomare, ci sono molti luoghi carini, sono i classici posti da villeggiatura balneare, spiagge lunghe, localini ed alberghetti sparsi.

Passiamo per Antibes (nulla di che), e proseguiamo alla volta di Nizza, una bella cittadina sul mare (la più carina della Costa Azzurra), molto caratteristica con i suoi giardini, i palazzi, e i vicoletti. Da visitare, la zona detta città vecchia, ricca di stradine e giardini, molto bella la cattedrale ortodossa di Saint Nicolas (merita una visita). Torniamo verso Sanremo, fermandoci per la cena sul lungomare, dove scopriamo una serie di localini molto simpatici dove si mangia bene spendendo poco.

Il giorno dopo rientriamo verso casa, le autostrade della Liguria sono molto impegnative, piene di curve a visibilità ridotta, occhio al parabrezza!!!

Sono un appassionato di F1 e ho ricevuto in regalo da mia moglie il biglietto per il gran premio più famoso, Montecarlo. Decidiamo di approfittare per visitare la Costa Azzurra, così dopo aver preso un po' di informazioni prenotiamo un albergo a Sanremo, molto più conveniente di Montecarlo che in occasione di quest'evento ha prezzi proibitivi. 

Partiamo sabato 28 maggio di mattina presto, in serata giungiamo al nostro albergo, ci sistemiamo, ceniamo nello stesso albergo (non si mangia bene), il resto della serata lo passiamo a visitare Sanremo, quattro passi nel centro a vedere il famoso teatro Ariston (una delusione, poco più di un cinema), vediamo il casinò e le vie del centro, diciamo che non è nulla di particolarmente interessante.

Il mattino mi sveglio presto e dopo aver fatto colazione vado con la macchina a Ventimiglia dove c'è la stazione ferroviaria, nonostante l'ora (circa le 9,30 del mattino di domenica) ho un pò di difficoltà a trovare un posto, mi hanno detto che dopo qualche ora sarà impossibile trovare parcheggi liberi, tutti quelli che vanno al gran premio parcheggiano a Ventimiglia e prendono il treno che è effettivamente molto comodo, costa poco (6-7 €), passa ogni 20 minuti e in poco più di 20-25 minuti porta nel centro del principato.

Orientarsi è estremamente facile, sono molto organizzati, dalla stazione ci sono indicazioni precise su come raggiungere il circuito e come recarsi nel settore dove ho il biglietto. Una quindicina di minuti a piedi in mezzo a una gran confusione di persone che vengono da ogni parte del mondo, ed in mezzo a bancarelle a tema con i vari gadget automoblistici, e senza bisogno di chiedere alcuna informazione giungo nella tribuna (settore X1, lo consiglio anche se costa un botto), il personale è molto gentile, resto fino al termine delle varie gare che si svolgono durante la giornata.

Mia moglie mi raggiunge a Montecarlo utilizzando il bus che passa per Sanremo e che porta alla stazione di Ventimiglia, passa ad orari regolari ed è molto preciso. Ci incontriamo alla stazione con non poca difficoltà, la folla è enorme, andiamo in giro per il principato, dove la cosa che salta subito agli occhi è la ricchezza e lo sfarzo, panfili enormi, auto da mille e una notte, negozi con prezzi assurdi.

Notiamo che Montecarlo è una cittadina molto particolare e caratteristica ma nulla di che, se non si ha un portafoglio a soffietto pieno, ci si sente fuori da un mondo che in effetti è riservato ad un'elite. A sera rientriamo (non vale la pena farsi spellare a Montecarlo per la cena) ci fermiamo a mangiare in una pizzeria di Ventimiglia, molto carina. passeggiamo un pò per Ventimiglia, nulla da vedere. Rientriamo in albergo.

Il giorno dopo con la macchina prendiamo l'autostrada per Cannes, molto carina come cittadina, con la sua passeggiata fra negozi ealberghi di livello pazzesco (ho visto cellulari da 20.000€); ci sono tutte le griffe più famose della moda. Visitiamo il luogo dove si tiene il famoso festival e la croisette. A ora di pranzo andiamo verso Nizza costeggiando la strada del lungomare, ci sono molti luoghi carini, sono i classici posti da villeggiatura balneare, spiagge lunghe, localini ed alberghetti sparsi.

Passiamo per Antibes (nulla di che), e proseguiamo alla volta di Nizza, una bella cittadina sul mare (la più carina della Costa Azzurra), molto caratteristica con i suoi giardini, i palazzi, e i vicoletti. Da visitare, la zona detta città vecchia, ricca di stradine e giardini, molto bella la cattedrale ortodossa di Saint Nicolas (merita una visita). Torniamo verso Sanremo, fermandoci per la cena sul lungomare, dove scopriamo una serie di localini molto simpatici dove si mangia bene spendendo poco.

Il giorno dopo rientriamo verso casa, le autostrade della Liguria sono molto impegnative, piene di curve a visibilità ridotta, occhio al parabrezza!!!

Sono un appassionato di F1 e ho ricevuto in regalo da mia moglie il biglietto per il gran premio più famoso, Montecarlo. Decidiamo di approfittare per visitare la Costa Azzurra, così dopo aver preso un po' di informazioni prenotiamo un albergo a Sanremo, molto più conveniente di Montecarlo che in occasione di quest'evento ha prezzi proibitivi. 

Partiamo sabato 28 maggio di mattina presto, in serata giungiamo al nostro albergo, ci sistemiamo, ceniamo nello stesso albergo (non si mangia bene), il resto della serata lo passiamo a visitare Sanremo, quattro passi nel centro a vedere il famoso teatro Ariston (una delusione, poco più di un cinema), vediamo il casinò e le vie del centro, diciamo che non è nulla di particolarmente interessante.

Il mattino mi sveglio presto e dopo aver fatto colazione vado con la macchina a Ventimiglia dove c'è la stazione ferroviaria, nonostante l'ora (circa le 9,30 del mattino di domenica) ho un pò di difficoltà a trovare un posto, mi hanno detto che dopo qualche ora sarà impossibile trovare parcheggi liberi, tutti quelli che vanno al gran premio parcheggiano a Ventimiglia e prendono il treno che è effettivamente molto comodo, costa poco (6-7 €), passa ogni 20 minuti e in poco più di 20-25 minuti porta nel centro del principato.

Orientarsi è estremamente facile, sono molto organizzati, dalla stazione ci sono indicazioni precise su come raggiungere il circuito e come recarsi nel settore dove ho il biglietto. Una quindicina di minuti a piedi in mezzo a una gran confusione di persone che vengono da ogni parte del mondo, ed in mezzo a bancarelle a tema con i vari gadget automoblistici, e senza bisogno di chiedere alcuna informazione giungo nella tribuna (settore X1, lo consiglio anche se costa un botto), il personale è molto gentile, resto fino al termine delle varie gare che si svolgono durante la giornata.

Mia moglie mi raggiunge a Montecarlo utilizzando il bus che passa per Sanremo e che porta alla stazione di Ventimiglia, passa ad orari regolari ed è molto preciso. Ci incontriamo alla stazione con non poca difficoltà, la folla è enorme, andiamo in giro per il principato, dove la cosa che salta subito agli occhi è la ricchezza e lo sfarzo, panfili enormi, auto da mille e una notte, negozi con prezzi assurdi.

Notiamo che Montecarlo è una cittadina molto particolare e caratteristica ma nulla di che, se non si ha un portafoglio a soffietto pieno, ci si sente fuori da un mondo che in effetti è riservato ad un'elite. A sera rientriamo (non vale la pena farsi spellare a Montecarlo per la cena) ci fermiamo a mangiare in una pizzeria di Ventimiglia, molto carina. passeggiamo un pò per Ventimiglia, nulla da vedere. Rientriamo in albergo.

Il giorno dopo con la macchina prendiamo l'autostrada per Cannes, molto carina come cittadina, con la sua passeggiata fra negozi ealberghi di livello pazzesco (ho visto cellulari da 20.000€); ci sono tutte le griffe più famose della moda. Visitiamo il luogo dove si tiene il famoso festival e la croisette. A ora di pranzo andiamo verso Nizza costeggiando la strada del lungomare, ci sono molti luoghi carini, sono i classici posti da villeggiatura balneare, spiagge lunghe, localini ed alberghetti sparsi.

Passiamo per Antibes (nulla di che), e proseguiamo alla volta di Nizza, una bella cittadina sul mare (la più carina della Costa Azzurra), molto caratteristica con i suoi giardini, i palazzi, e i vicoletti. Da visitare, la zona detta città vecchia, ricca di stradine e giardini, molto bella la cattedrale ortodossa di Saint Nicolas (merita una visita). Torniamo verso Sanremo, fermandoci per la cena sul lungomare, dove scopriamo una serie di localini molto simpatici dove si mangia bene spendendo poco.

Il giorno dopo rientriamo verso casa, le autostrade della Liguria sono molto impegnative, piene di curve a visibilità ridotta, occhio al parabrezza!!!

DiaryDetailTopContainer-GetPartialView = 0,0781311
AdvValica-GetPartialView = 0,0156263

Commenti

DiaryCommentList-GetPartialView = 0

Racconta il tuo viaggio

Condividi la tua esperienza con altri viaggiatori
I tuoi racconti di viaggio sono unici, raccontali con parole e immagini. In più, grazie alle tue storie accumuli sconti su vacanze e accessori per partire verso una nuova avventura!;
DiaryWriteDiary-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Altri diari sulle destinazioni vicine

DiaryListRelated_2xN-GetPartialView = 0,0156262
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Scarica gratis

la guida pdf di Cannes
La guida perfetta ovunque tu sia

Scarica gratis

la guida pdf di Nizza
La guida perfetta ovunque tu sia

Scarica gratis

la guida pdf di Montecarlo
La guida perfetta ovunque tu sia
DiaryGuideList-GetPartialView = 0,0156262
DiaryList_1xN-GetPartialView = 0,7986453
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0