×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020016
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Il Gargano degli antichi mestieri, tra arte e quotidianità  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
Redazione
Scritto da: Redazione
Durata: 3 giorni
Data partenza: dal 20/09/2015 al
Viaggiatori: 1
Nomi dei viaggiatori: Marcello

Introduzione

La terra garganica presenta numerosi elementi che, dal punto di vista culturale, storico e tradizionale, hanno permesso l'evoluzione di un artigianato davvero poliedrico. Legno e ceramiche, rappresentazioni religiose e oggetti di uso comune, quasi ogni aspetto della vita quotidiana è permeato dalla bellezza dell'artigianato garganico.

Descrizione

Terra di forte spiritualità nonché di interessanti riti pagani, il Gargano tramanda di generazione in generazione la sua storia ed i suoi costumi attraverso peculiari manifestazioni folcloristiche che affondano le radici in tradizioni secolari, tra un’enogastronomia d’eccellenza e un artigianato unico nel suo genere.

Diletto per il palato e stupore per gli occhi: il fascino dell’unione “impossibile” tra tradizione pagana e cristiana viene spesso ritrovato nei falò. Il fuoco, per questo motivo, è l’elemento cardine da cui si sprigiona la meraviglia di questa terra, e che costituisce l’elemento principe di molte feste, dove l’atmosfera autentica trova la sua massima promozione nella gastronomia, dall’olio agli agrumi, dalle paste ai secondi piatti.

Attraversando i comuni del territorio, da Cagnano Varano a Carpino, da Ischitella, passando per Mattinata, Monte Sant’Angelo, Peschici, Rignano Garganico, Rodi Garganico fino a San Giovanni Rotondo e ancora arrivando a San Marco in Lamis e proseguendo per San Nicandro Garganico, Vico del Gargano e Vieste, senza dimenticare le Isole Tremiti, arte e musica incontrano gastronomia ed artigianato, dando vita a un crogiolo di tradizioni.

Gli antichi mestieri
 

Manualità e creatività sono virtù innate della gente del Gargano, che trovano la migliore espressione possibile negli antichi mestieri: la chitarra battente ed i tamburelli rappresentano degli strumenti tipici della tradizione popolare del Gargano, che ancora oggi possono essere scoperti, se non addirittura riscoperti, attraverso laboratori didattici aperti a tutti.

La vita agricola e la pastorizia trovano spazio nel mondo dell’artigianato, come ad esempio nelle opere dei maestri scalpellini di Monte Sant'Angelo e Vieste che con il loro lavoro arricchiscono da secoli il territorio di originali portali, colonne e bassorilievi. Spiccano inoltre produzioni originali, come quelle dei fischietti, delle acquasantiere, dei caratteristici oggetti in vimini o delle cruedde, cesti tipici di Ischitella.

Di sicuro interesse è la produzione di oggetti di ceramica e delle terracotte: ogni paese aveva i propri vasi dalle caratteristiche inconfondibili, che gli artigiani forgiavano (alla pari del ferro e del rame, utilizzati per gli scopi più disparati) per adattarli alle esigenze della casa e degli agricoltori, che vi conservavano il vino e l’olio, ma non solo.

Grazie agli usi e alle necessità delle famiglie, la tessitura a mano è anch’essa un patrimonio storico che trova spazio nella vita contemporanea: i merletti, ad esempio, con i suoi disegni ispirati dalla vita dei campi e del mare: fiori, spighe, conchiglie, grappoli, spine di pesce sono gli ornamenti più frequenti.

Dove la fede è molto sentita, vi è anche l'ispirazione religiosa, ricorrente anche nell’arte del ricamo o nelle creazioni di Carpino e Vico del Gargano, dove il telaio consente ancora oggi alle donne di produrre pregiati manufatti che tramandano tinte e forme tipiche dell’epoca saracena.  

Monte S.Angelo - Li Sammecalére

Gli artigiani della pietra di Monte S. Angelo, i ’Sammecalere de Monte’ tramandano uno degli antichi mestieri legati al culto dell’arcangelo Michele, sul monte Gargano. Per decreto regio, al tempo del regno borbonico, i vecchi Sammecalere godevano dell’esclusiva nella riproduzione dell’immagine di S. Michele Arcangelo,  così l’attività proliferò producendo statue e bassorilievi in pietra calcarea garganica (preta gentile), marmo e alabastro. Prezioso l’utilizzo della preta turchenedde, pietra pregiata che dopo la ripulitura e la lavorazione tendeva ad un pastoso grigio cenere con velature azzurre, mentre alcuni artigiani riproducevano la sacra effige nel legno. 

Le botteghe degli statuari e i chioschi di vendita degli oggetti ricordo erano un tempo collocate all’interno della Basilica di San Michele, in seguito spostate all’esterno. L’attività dei Sammecalere è ben documentata dalle immagini preziose della fototeca Tancredi, che si possono ammirare presso il museo omonimo.

Il legno

Terra di boschi, selve e foresta, il Gargano vanta una grossa presenza di artigiani che lavorano il legno, forse la più importante delle produzioni artigianali del territorio, e in ogni caso la più rappresentativa. Da scoprire le cassapanche lavorate ad intarsio come pure  gli oggetti legati alla vita contadina e pastorale: dal bastone ai vari suppellettili, il protagonista vivo ed essenziale di questa produzione è il legno di olivo, con le sue contorte venature e con la sua capacità di esaltare i manufatti finiti attraverso il suo pregiato olio, che penetra in profondità rendendo i lavorati elastici e lucenti.

 

Legno di rara bellezza e malleabilità artistica, l’ulivo permette di ottenere oggetti che conservano la stessa forza vitale della pianta: molti sono gli artisti che nei loro laboratori realizzano con questo materiale oggetti per l’uso quotidiano ma anche opere d'arte. Non mancheranno dunque nelle botteghe cucchiai, mestoli, coppe e contenitori di ogni forma e dimensione, maschere, oggetti d’arredamento e sculture, adatte per ogni uso e contesto.

DiaryDetailTopContainer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Commenti

DiaryCommentList-GetPartialView = 0,0010008

Racconta il tuo viaggio

Condividi la tua esperienza con altri viaggiatori
I tuoi racconti di viaggio sono unici, raccontali con parole e immagini. In più, grazie alle tue storie accumuli sconti su vacanze e accessori per partire verso una nuova avventura!;
DiaryWriteDiary-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
DiaryListRelated_2xN-GetPartialView = 0,0010009
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Scarica gratis

la guida pdf di Mattinata
La guida perfetta ovunque tu sia

Scarica gratis

la guida pdf di Vico del Gargano
La guida perfetta ovunque tu sia

Scarica gratis

la guida pdf di San Marco in Lamis
La guida perfetta ovunque tu sia
DiaryGuideList-GetPartialView = 0,0010008
DiaryList_1xN-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0