×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,002003
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Copenaghen: guida turistica e cosa vedere  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0140119
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Info su Copenaghen

Superfice:
88 km2
Altitudine:
0 m
Introduzione

Copenaghen è la capitale e la città più popolosa della Danimarca. Il suo nome originale, Køpmannæhafn, vuol dire Porto dei Mercanti, e rappresenta bene la centralità rispetto al Mar Baltico e ai traffici marittimi durante tutto l’arco del Medioevo.

Copenaghen è una città ricca di contraddizioni e per questo meravigliosa. Considerata da molti come la capitale più accogliente del nord Europa, riesce a fondere perfettamente tradizione e innovazione, design moderno e palazzi antichi, atmosfera tranquilla e vita notturna sfrenata. Qui sorge infatti la residenza monarchica più antica del mondo, ma la capitale danese è anche una metropoli che vibra di vita, sempre al passo con i tempi in tutti campi della creatività. 

Dove si trova Copenaghen: geografia, territorio e storia

Copenaghen è la capitale della Danimarca, un piccolo stato monarchico del nord Europa, che si trova tra il Mar del Nord e il Mar Baltico, ed è l’unico paese scandinavo collegato alla terraferma europea. La parte più popolata è l’estremità orientale, dove sorge Copenaghen. Nell’area metropolitana vivono 1,2 milioni di persone, di queste, 500.000 vivono nel comune di Copenaghen, 90.000 nel comune di Frederiksberg, altre 500.000 nella Contea di Copenaghen e le restanti nei comuni vicini. 

Storia di Copenaghen

La zona di Copenaghen è abitata già dall’epoca vichinga. La città è sempre stata base d’appoggio per le navigazioni nei mari europei e del nord Africa, e infatti Copenaghen era inizialmente un piccolo borgo abitato da pescatori, chiamato Havn (porto). La città vera e propria fu fondata nel 1167, quando il vescovo Absalon ordinò di fortificare il luogo con delle mura.

Nel ‘500 con la Riforma Luterana molti edifici furono distrutti, ma dopo la conquista da parte del Re Cristiano III Copenaghen tornò a splendere con un grande sviluppo commerciale, culturale, politico e furono costruiti alcuni dei palazzi più importanti, come il castello di Rosenborg, il palazzo di Christiansborg e la sede della Borsa. Nel ‘700 diverse sventure colpirono la città e molti edifici in legno furono sostituiti da quelli in pietra; dopo esser stata luogo delle battaglie tra flotte inglesi e danesi-norvegesi dell’800, Copenaghen fu anche occupata dalle truppe tedesche dall’aprile 1940 fino al maggio del 1945.

La sua espansione post-bellica è stata sempre più ampia, acquisendo territori e avviando una profonda campagna infrastrutturale che ha incluso la creazione di trasporti ferroviari di qualità.

Geografia di Copenaghen

Copenaghen è situata nella regione danese dell’Hovedstaden, la più orientale e prossima alle coste della Svezia.

La città è collegata alla penisola scandinava e alla località svedese di Malmö attraverso il Ponte di Øresund, che attraversa l’omonimo tratto di mare attraverso un’infrastruttura composta da un ponte, un’isola artificiale e un tunnel sottomarino. La costruzione e l’espansione della città è avvenuta sulle due isole di Sjælland (Selandia) e Amager, rispettivamente la più grande di Danimarca e un’isola di dimensioni molto più ridotte che appartiene all’Øresund. 

Stroget_Copenaghen

Come si vive a Copenaghen: clima, qualità della vita e consigli utili 

La capitale della Danimarca trovandosi nel nord Europa presenta un clima molto freddo in inverno e mite in estate, perché risente delle correnti oceaniche. Il periodo migliore per andare a Copenaghen è sicuramente la primavera, quando il tempo è relativamente stabile, non c’è molta folla e i prezzi sono più bassi che in estate, quando le temperature sono gradevoli (non arrivano mai a 30 gradi) e il sole è quasi sempre presente. Da ottobre arrivano freddo, vento e pioggia, ma la città è meno chiassosa. Se non vi spaventa il freddo poi il periodo delle festività natalizie è molto suggestivo.

Copenaghen è la quinta città più cara del mondo. I prezzi che un turista si trova ad affrontare sono piuttosto alti, ma con un po’ di organizzazione è possibile rientrare nel proprio budget. I trasporti sono cari (3 euro per una corsa in metro), ma è possibile risparmiare con la Copenaghen Card, che comprende anche attrazioni turistiche e sconti per ristoranti.

dove dormire a Copenaghen senza svenarsi? La città offre una grande varietà di alloggi e per spendere poco ci sono gli ostelli (come il Copenaghen Downtown Hostel, a 5 minuti a piedi dal centro). Comunque anche gli hotel semplici sono accessibili. Chi invece preferisce non rinunciare all’alta qualità c’è il First hotel Twentyseven, un hotel boutique a 3 minuti dai Giardini di Tivoli.  

Copenaghen è una città ricca di locali, caffè, bar tradizionali e trendy che sorgono in caratteristiche cantine ed edifici storici. Di ristoranti ce ne sono per tutti i gusti e le tasche: oltre al classico hod dog on the road, si può assaggiare il tipico pranzo danese che comprende le polpettine o gli smørrebrød. Copenaghen è la città dello smørrebrød, ovvero burro e pane: si tratta di fette di pane di segale, tipico dei paesi scandinave, spalmate con burro e ricoperte con ogni genere di delizie, dal salmone al roast beef, dai salumi alle uova.

Lo smorrebrod si può consumare in tanti locali sparsi per la città o, per i più romantici, sedendo in uno dei bar che affacciano sul Nyhavn, l’antico porto della città con i suoi palazzi colorati. Da provare anche il medister (una salsiccia di carne di maiale e lardo molto speziata), il pyttipanna (che richiama la tradizione scandinava dello smörgåsbord) e le tante birre, vera eccellenza della produzione alcolica danese. Molti locali offrono menù guidati anche a 30 euro, formule “All You Can Eat” (come da Hellas Taverna, Riz Raz e altri) e sconti per bambini.

Tanti i locali mondani e alla moda dove si mangia e si beve fino a tardi, soprattutto il venerdì e il sabato sera, quando si trasformano in veri e propri club animati da dj. Da ricordare però che le discoteche a Copenaghen non restano aperte dopo la mezzanotte perché le persone preferiscono uscire in serata per bere e mangiare.

Kronborg_castle_Copenaghen

Come arrivare e come muoversi a Copenaghen

Il modo più comodo per arrivare a Copenaghen è l’aereo, che atterra al moderno aeroporto, servito anche da molte compagnie low cost come Ryanair e Vueling. Il percorso più rapido (circa un quarto d’ora) per raggiungere il centro della città si fa in metro o in treno, che porta alla stazione centrale. 

Muoversi a Copenaghen è davvero semplice e piacevole: il trasporto pubblico è affidabile, puntuale e copre l’intera città in modo capillare. Questa è suddivisa in diverse zone per l’organizzazione dei trasporti pubblici, quindi prima dell’acquisto del biglietto (che comprende i diversi mezzi) è necessario sapere quali zone attraversare - in tutto sono 95 e per non fare confusione basta concentrarsi sui 9 colori, che determinano la tariffa di un viaggio.  Un’ottima soluzione è il CityPass (oltre alla Copenaghen Card), un abbonamento che permette di fare viaggi illimitati su autobus, metro e treni nelle zone 1-4, con bambini al di sotto dei 12 anni. Esiste la versione per 24 ore (poco più di 10 euro) e quella per 72 ore (27 euro). 
Per viaggiare su tutte le zone? C’è il biglietto da 24 ore no stop che comprende i battelli della regione al prezzo di 18 euro per adulti (gratis fino a 12 anni e 9 euro dai 16).

La metropolitana ha 4 linee, chiamate semplicemente M1, M2, M3 e M4, ed è attiva 24 ore su 24, così come gli autobus, che si dividono in A (zona centrale), S (linee Express con minor fermate) e N (notturni, con frequenza dalle 01:00 alle 05:00).

Le linee ferroviarie sono classificate con la lettera S, e constano di 85 fermate nella sola zona urbana della città. I battelli, infine, sono divisi in gialli e blu, servono due linee e toccano le principali attrazioni turistiche cittadine.

Le Copenhagen Card permettono di viaggiare illimitatamente su tutte le linee, ma i loro costi sono molto alti: vanno dalle 389 corone della versione 24 ore alle 889 corone di quella da 120 ore (dunque dai 53 ai 120 euro circa).

Nyhavn

Cosa vedere a Copenaghen: attrazioni, idee di viaggio e cosa visitare

La capitale danese può essere definita un vero e proprio museo a cielo aperto, ma pieno di vita. Un soggiorno in questa magica città è adatto a coppie, gruppi di amici che trovano qui anche molto divertimento, ma anche a famiglie con bambini, grazie all’alta qualità dei servizi. Il motivo principale per cui Copenhagen va visitata lo si riscontra nella sua capacità di aver unito un mondo antico alla modernità di un’architettura rivoluzionaria.

Nonostante Copenaghen sia molto grande le attrazioni principali si trovano concentrate a breve distanza l’una dall’altra, tanto che è possibile visitarle tutte a piedi, in un grande itinerario diviso in più giorni.  Una vacanza a Copenaghen, inoltre, offre la possibilità di scoprire le ultime tendenze nel campo della moda, del design e dell’architettura; difatti è considerata la capitale dell’innovazione. Stroget è la principale via pedonale, ricca dei più bei negozi di design internazionale, ma gli oggetti più originali si trovano nei vicoletti e nei mercati delle pulci.

La Sirenetta di Copenaghen

Il simbolo di Copenaghen è inevitabilmente la Sirenetta, la statua che si trova all’ingresso del porto di Copenaghen e tratta dalla favola di Andersen. Sebbene abbia superato negli anni vari atti di vandalismo, la Sirenetta conserva un fascino magico.

La scultura fu realizzata da Edvard Eriksen nel 1913, e consta di un elemento centrale (la Sirenetta appunto) in bronzo, alto 125 centimetri e pesante 175 chili, poggiato su un masso dalla forma tondeggiante.

I castelli di Copenaghen

La caratteristica saliente di Copenaghen, quella che rappresenta una particolarità di questa città rispetto anche alle altre del Nord Europa, è quella di essere contraddistinta da meravigliosi castelli.

Tra questi spicca per fama e riconoscibilità il Castello di Amaliemborg, residenza dei Reali danesi. Costruito a partire dal Settecento, è la casa della famiglia reale dal 1794, e si compone di quattro palazzi che formano una corte: il Palazzo di Cristiano VI, il Palazzo di Cristiano VIII, il Palazzo di Cristiano VIII e il Palazzo di Cristiano IX.

Inoltre meritano una visita approfondita il Castello di Rosenborg e il Kronborg Castle, entrambi di stile rinascimentale.

Monumenti e chiese di Copenaghen

Tra le più importanti chiese di Copenaghen troviamo la Chiesa del Nostro Redentore, costruita nel Seicento in stile barocco e caratterizzata dallo spettacolare campanile a spirale con rilievi dorati.

La Cattedrale di Sant’Ansgario è il principale edificio cattolico della città, costruito nell’Ottocento in stile romanico-neoclassico, mentre la Cattedrale di Nostra Signora è il punto di riferimento della componente luterana cittadina che si riconosce nella Chiesa di Danimarca, ed è un edificio piuttosto semplice di stile ottocentesco.

Musei di Copenaghen

Copenaghen è famosa anche per i suoi musei, come l’ARKEN ovvero il Museo d'arte moderna di Copenaghen, dalla caratteristica forma di nave e situato a sud della città. Il Louisiana Museum of Modern Art è il museo d'arte più visitato della Danimarca; meritano anche la Ny Carlsberg Glyptotek e il Danish Design Centre che segnala il legame tra la capitale danese e il design.

Da vedere a Copenaghen

Altri punti interessanti della capitale danese sono l’elaboratissima Fontana di Gefion che raffigura la leggenda della nascita dell’isola su cui si trova Copenaghen, ed il quartiere Christania, che si distingue per i suoi murales e per le sue sculture all’aperto.

Strøget è un'isola pedonale situata nel centro storico della città, perfetto per gli amanti dello shopping: lungo la strada principale c’è un'infinità di negozi, grandi magazzini e boutique delle grandi marche della moda.

Dintorni di Copenaghen

Per chi ama la natura, Copenaghen e la regione circostante hanno tre spiagge sabbiose e selvagge che distano 30 minuti di bicicletta dal centro della città. Inoltre, non si può andare via dalla città senza aver passeggiato per l’ Orto botanico di Copenaghen.

Altra attrazione da non perdere è quella dei Tivoli Gardens, che ospitano al proprio interno un parco divertimenti per grandi e bambini.

Copenaghen

Cosa fare a Copenaghen : eventi, ricorrenze e divertimenti

Copenaghen è una città tutta da vivere, e scoprire le sue bellezze dall’acqua è davvero affascinante: la crociera sui canali è un’esperienza unica assolutamente da provare. Navigando ci si immerge nella magica combinazione tra passato e presente. Attraversando il porto si passa accanto alle varie attrazioni, come La Sirenetta, per ammirare poi Christiansborg e Amalienborg, i siti sul lungofiume Nyhavn e i centri finanziari, come la Central Bank e l'ex Borsa Valori di Copenhagen. 

Cosa fare la sera a Copenaghen? Qui le discoteche chiudono prima di mezzanotte perché la gente preferisce uscire per mangiare e bere. La cucina danese è infatti davvero deliziosa, quindi non si può non assaggiare le tradizionali frikadeller, squisite palline di carne, e lo smørrebrødla versione danese del sandwich: si tratta di un panino “aperto” composto da una fetta di pane di segale imburrato e condito in diversi modi. Ottimo con la birra scura. A proposito: la Festa della Birra si tiene ogni anno a metà maggio e attende i visitatori con 70 espositori e una gamma di 700 birre diverse. 

Copenaghen, come detto, è anche città dello shopping: non solo l’oggettistica di design essenziale tipica delle grandi marche del paese, ma anche le eleganti ceramiche dipinte, mobili, prodotti tecnologici e non solo. I migliori acquisti si fanno a Nørrebro e a Strøget, le zone più commerciali della città.

Eventi e manifestazioni a Copenaghen

Copenaghen è una città culturale, con manifestazioni a 360 gradi che coinvolgono locali e turisti in maniera simbiotica. Tra questi, troviamo il Copenhagen Opera Festival, manifestazione musicale/operistica che si tiene tra la fine di luglio e l’inizio di agosto, e che vede la musica di qualità spostarsi dai teatri alla strada, per coinvolgere un pubblico sempre più vasto.

Copenaghen è, quindi, anche la città della musica, soprattutto in estate: tra i suoi eventi più importanti da segnalare il Jazz Festival e il Copenaghen Summer Festival. Da non perdere per gli amanti della moda la Copenaghen Fashion Week che si tiene due volte l’anno, ad aprile e agosto

Agosto è anche il mese del Copenhagen Pride, la sfilata LGBT che colora tutto il centro cittadino, e che ben rappresenta lo spirito di libertà che aleggia in tutto il paese, uno dei più amati dal turismo gay-friendly.

Molto interessanti sono anche l’Electric Summer (manifestazione di musica elettronica), la Move Copenaghen (attività sportiva di massa) e il Copenhagen Photo Festival.

Leggi anche: Le 10 cose da vedere a Copenaghen

Prefisso:
0(+45)3...
Fuso Orario:
UTC+1
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0240231

Valutazione generale

800
Ottimo
150
Buona
24
Media
5
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
125
Coppie
45
Giovani e single
28
Famiglie
26
Turisti maturi
22

Indicatori

Accessibilità
Servizi ai turisti
Trasporti
Sicurezza
Intrattenimento
attività
shopping
Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0010013
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Copenaghen

Conosci Copenaghen? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Il turismo a Copenhagen è in crescita. I visitatori sono affascinati da questa città ricca di antichi edifici e con una vita commerciale e sociale molto attiva. Dando una prima occhiata alla città si può notare che i monumenti storici... vedi tutto e culturali più interessanti sono situati tutti in una zona della città, mentre i parchi, i giardini, le fontane e le piazze sono dislocati un po’ ovunque. Una delle più belle attrazioni a Copenaghen, situata proprio al centro della città, è il celebre parco dei divertimenti dei Giardini di Tivoli. Fu realizzato nel 1843 per opera di Georg Cartensen con l’idea di creare uno spazio per lo svago ed il tempo libero. Troviamo al suo interno giostre di ogni tipo, giochi vari quali il tiro a segno, recite, concerti, fontane e numerosi caffè all’aperto che ogni giorno sono meta di migliaia di visitatori. Proseguiamo la nostra visita con la piazza centrale della città, Radhuspladsen, situata di fronte al parco dei divertimenti. Altra zona da visitare è la vasta area espositiva della Fiera. Tra i monumenti storici della città ricordiamo: Amalienborg Palace, in stile rococò, residenza della famiglia reale fino al 1794, in cui poter assistere al suggestivo cambio della guardia che si svolge solo quando la regina vi risiede; La chiesa Vor Frue Kirke, la cattedrale della città, con le sue famose statue del Cristo e dei discepoli; La Vor Frelsers Kirke, chiesa in cui ammirare un altare barocco e un organo a canne intagliato. Un’altra caratteristica di Copenaghen è quella di possedere numerosi ed interessanti musei: il Nationalmuseet, museo nazionale in cui troviamo una vasta collezione di manufatti storici danesi; il Teater Museet, museo del teatro; il Thorvaldsens Museum, dedicato al famoso artista neoclassico; il Museo della Musica ed il Museo della restistenza Danese; il Museo del tabacco e la Ny Carlesberg Glyptotek, con una preziosa collezione di arte e scultura greca, egiziana, etrusca e romana. Assolutamente da non perdere sono inoltre: il Santuario della Madonna di Aasebakken, dedicato alla patrona della Danimarca; il Castello di Rosenborg, con i suoi famosi giardini Kongens Have; l'Opera Haus, il modernissimo teatro inaugurato nel 2005; il Ponte sull'Oresund, che unisce Copenaghen alla città svedese di Malmö. Per completare la nostra visita a Copenaghen è consigliabile fare una passeggiata a piedi o in battello e raggiungere la statua della Sirenetta che è il più famoso simbolo della città. L'opera è situata in riva al mare, a circa dieci minuti dal centro della città.  
Leda Ayres Pinheiro
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Copenaghen è una delle città più affascinanti dell’Europa. La Statua della Sirenetta è considerata uno dei simboli della città di Copenaghen. Fu realizzata dall’artista Edward Eriksen nel 1913 su commissione di Carl Jacobsen che voleva così abbellire il porto di Copenaghen. Si... vedi tutto dice che il fondatore della birreria Carlsberg andò una sera a teatro ad assistere allo spettacolo della Sirenetta e ne rimase talmente colpito da chiedere immediatamente a Eriksen di creare una statua raffigurante la bellissima sirena. Lo sculture si mise immediatamente al lavoro, prendendo sua moglie come modella. La statua della Sirenetta è una scultura bronzea alta 1,25 m e dal peso di 175 kg. Divertimento sfrenato, giochi per grandi e piccini, tutto questo e molto altro ancora sono i Giardini di Tivoli uno dei parchi più famosi d'Europa! E' uno dei parchi divertimento più antichi d'Europa e propone uno svariato numero di attrazioni e giochi adatti a tutte le età. Da non perdere il “Tivoli Aquarium”, la “Glass Hall” e le tante esibizioni della “Tivoli Boys Guard”. Il Castello di Rosenborg è uno dei più bei palazzi storici di tutta Copenaghen.Costruito in tipico stile rinascimentale Olandese, fu voluto da Cristiano IV che chiamò due famosi architetti dell’epoca, Hans van Steenwinckel e Bertel Lange per costruire la sua grandiosa residenza. Il castello fu ultimato nel 1606 ma nei secoli successivi fu ulteriormente ampliato, anche se fu usato come residenza reale solo per ottanta anni fino al 1720. Dal 1833 infatti il castello e i suoi giardini sono aperti al pubblico. Accanto al castello è possibile visitare l’Amalienborg Museum situato nel palazzo omonimo è una vera e propria continuazione della collezione reale del castello di Rosenborg. Il Castello Amalienborg è dal 1794 la residenza ufficiale della famiglia Reale danese e simbolo della città. Il castello è costituito da quattro palazzi quasi perfettamente identici e ospita al suo interno il Museo omonimo nel quale sono conservati oggetti preziosi appartenenti alle varie generazioni della famiglia reale danese. Il castello si affaccia sulla piazza dove tutti i giorni avviene il cambio della guardia.
TAMARA
Voto complessivo 9
Guida generale : Una splendida e suggestiva città ricca di edifici d'epoca, con poche e moderne costruzioni. C'è molta vita notturna, i locali rimangono aperti fino alle prime ore del mattino. La stazione ferroviaria centrale è fiancheggiata sul lato ovest dalla principale zona... vedi tutto di alberghi e sul lato est dal parco di divertimenti Tivoli. Di fronte all'angolo settentrionale del Tivoli c'è la Rådhuspladsen, la piazza centrale della città, principale nodo di transito delle linee di autobus. Questi collegano l'aeroporto, 9 km a sud del centro, con la Stazione Centrale e con Rådhuspladsen. Lo Strøget, il più lungo viale pedonale del mondo, corre attraverso il centro della città, tra Rådhuspladsen e Kongens Nytorv, una piazza che si trova all'estremità della pittoresca zona del canale Nyhavn.Se si prescinde dagli standard scandinavi, la Danimarca è certamente un paese costoso. In parte la responsabilità è da attribuire al 25% di tasse che è incluso in ogni prezzo, dalle camere d'albergo agli articoli dei negozi. D'altronde le spese dipendono anche da come si viaggia; è infatti possibile visitare la Danimarca senza spendere una fortuna. Se vi appoggiate all'estesa rete di campeggi o di ostelli e vi preparate voi stessi da mangiare, potete cavarvela con US$30 al giorno. Se soggiornate in un modesto albergo e mangiate in ristoranti economici potete preventivare di spendere circa US$65-75 al giorno. Il noleggio auto è molto caro; è quindi conveniente noleggiare un'automobile in Germania, a circa un terzo del prezzo, e poi passare il confine. Ristoranti e taxi includono già una percentuale per il servizio nel conto. Aggiungere una mancia non è quindi necessario (e comunque i dipendenti sono pagati piuttosto bene in Danimarca). Arrotondare il conto è però una pratica abbastanza normale quando il servizio è stato molto buono.
Ivano
Voto complessivo 9
Guida generale : Citta armonica e vivibile con tantissimi monumenti e luoghi di visita interessanti. Cinque secoli fa, quando sul trono sedeva il re Cristiano II, Copenhagen era la capitale di un impero scandinavo che comprendeva Danimarca, Svezia e Norvegia. Ancora prima in... vedi tutto questi luoghi i guerrieri vichinghi imperversavano per i mari., arrivarono persino a scoprire il continente americano secoli prima di Colombo. Oggi, che il suo territorio d’influenza è ridotto alla sola Danimarca, sul trono siede una regina gentile e discreta, Margrethe II, che in gioventù, si dice, soffriva il complesso dei suoi 184 centimetri di statura, tanto che a corte era bandita l’espressione “Sua Altezza”. Cinque secoli fa, quando sul trono sedeva il re Cristiano II, Copenhagen era la capitale di un impero scandinavo che comprendeva Danimarca, Svezia e Norvegia e i guerrieri vichinghi imperversavano per i mari. Oggi, che il suo territorio d’influenza è ridotto alla sola Danimarca, sul trono siede una regina gentile e discreta, Margrethe II, che in gioventù, si dice, soffriva il complesso dei suoi 184 centimetri di statura, tanto che a corte era bandita l’espressione “Sua Altezza”. Fino a che ha incontrato un conte francese alto nove centimetri più di lei, Henri Le Borde de Montepaz, diventato in fretta suo marito e principe consorte. Col suo aiuto ha tradotto in danese romanzi di Simone de Beauvoir. La regina di Danimarca non fa sentire il suo peso sul Parlamento. Sono pura formalità i suoi incontri settimanali con i ministri. E se non fosse un obbligo di Stato ci rinuncerebbe volentieri. Al di là dello stretto necessario, non è neanche molto intenta in vanesi rituali mondani. In compenso si occupa di teatro, scenografia, arte e letteratura. Si dedica al disegno e fa quanto può per favorire lo sviluppo delle arti. Anche grazie a lei, dunque, Copenhagen è stata eletta, nel 1996, Capitale Europea della Cultura. COPENHAGEN CARD vi permette di viaggiare gratuitamente sui trasporti pubblici nella parte metropolitana della città. La carta vi offre, inoltre, l’ingresso gratuito in 70 musei...e molti altri vantaggi.
alessandro maganza
Livello 28     3 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Giardini di Tivoli: è il più antico parco di divertimenti del mondo, dove storia e tradizione si intrecciano costantemente. Il favoloso parco Giardino di Tivoli è un importante punto d'incontro per la gente del posto: famiglie con bambini, uomini d'affari... vedi tutto in pausa pranzo, giovani che prendono parte ai concerti e anziani che passeggiano. Quando sarete nei Giardini di Tivoli e vederete i fuochi d'artificio, sentirete il profumo dei fiori e le note della musica rock, vorrà dire che a Copenaghen è proprio arrivata l'estate! Se invece volete provare l'ebbrezza delle attrazioni potrete salire sulle strazianti montagne russe Deamon o fare un giro rilassante su delle piccole imbarcazioni. Il Castello di Kronborg a Copenaghen. Il meraviglioso Castello di Kronborg a Elsinore, a 10 minuti di treno da Copenaghen è uno dei più importanti castelli rinascimentali del Nord Europa. Conosciuto in tutto il mondo per l'Amleto di Shakespeare, questo castello ogni anno è visitato da circa 200.000 persone, tra danesi e turisti provenienti da ogni parte del mondo. Nel 1580 re Federico II commissionò, insieme ad altri 113 re danesi, la manifattura di ben 40 arazzi che attualmente sono esposti in una delle sale del castello. I bambini non si annoieranno grazie all'opuscolo di Kronborg, fatto su misura per i più piccoli, ricco di puzzle e quiz sul castello. Per tutte le età invece la bellezza e la sontuosità della sala da ballo e una visita negli oscuri sotterranei dove si trova la statua dell'eroe nazionale Holger Danske: la leggenda dice che in caso di pericolo la figura di pietra dell'eroe si trasformerà in carne ed ossa per soccorrere la patria.
FRANCESCO NATALI
Livello 14     2 Trofeo    Viaggia: Da solo
Voto complessivo 10
Guida generale : Giardini di Tivoli: è il più antico parco di divertimenti del mondo, dove storia e tradizione si intrecciano costantemente. Il favoloso parco Giardino di Tivoli è un importante punto d'incontro per la gente del posto: famiglie con bambini, uomini d'affari... vedi tutto in pausa pranzo, giovani che prendono parte ai concerti e anziani che passeggiano. Quando sarete nei Giardini di Tivoli e vederete i fuochi d'artificio, sentirete il profumo dei fiori e le note della musica rock, vorrà dire che a Copenaghen è proprio arrivata l'estate! Se invece volete provare l'ebbrezza delle attrazioni potrete salire sulle strazianti montagne russe Deamon o fare un giro rilassante su delle piccole imbarcazioni. Il Castello di Kronborg a Copenaghen. Il meraviglioso Castello di Kronborg a Elsinore, a 10 minuti di treno da Copenaghen è uno dei più importanti castelli rinascimentali del Nord Europa. Conosciuto in tutto il mondo per l'Amleto di Shakespeare, questo castello ogni anno è visitato da circa 200.000 persone, tra danesi e turisti provenienti da ogni parte del mondo. Nel 1580 re Federico II commissionò, insieme ad altri 113 re danesi, la manifattura di ben 40 arazzi che attualmente sono esposti in una delle sale del castello. I bambini non si annoieranno grazie all'opuscolo di Kronborg, fatto su misura per i più piccoli, ricco di puzzle e quiz sul castello. Per tutte le età invece la bellezza e la sontuosità della sala da ballo e una visita negli oscuri sotterranei dove si trova la statua dell'eroe nazionale Holger Danske: la leggenda dice che in caso di pericolo la figura di pietra dell'eroe si trasformerà in carne ed ossa per soccorrere la patria.
Grassi Riccardo
Voto complessivo 9
Guida generale : È la capitale e la città più popolosa della Danimarca. Si trova su un isola collegata alla Svezia tramite l'avveniristico ponte di Oresund che ho visto in costruzione ma che non ho potuto fare perché sono passato da lì in... vedi tutto traghetto nel 1999 reduce da un viaggio in camper a Nordkapp. Il suo clima atlantico non freddo grazie alla Corrente del Golfo; i mesi più freddi gennaio e febbraio, le nevicate frequenti ma mai abbondanti. L'estate è fresca, luglio il mese più caldo. Le precipitazioni sono ben distribuite durante l'anno. Le cose da vedere: La Sirenetta, Palazzo reale Amalienborg, Parco Tivoli, Castello di Kronborg, Museo Nazionale,Torre circolare,il romantico Canale del Nyhaven, Residenza reale di Rosenborg, l'affascinante e interminabile strada pedonale Stroget, Piazza del Municipio. Altre notizie utili: -Moneta ufficiale della Danimarca è la Corona Danese; 1 Euro corrisponde a circa 7,5 Corone. -La Copenaghen Card è la carta turistica ufficiale e permette di visitare fino a 60 musei, viaggiare gratis sui mezzi pubblici e ottenere sconti nelle attrazioni, negozi e ristoranti -il mezzo più comodo e usato per raggiungere Copenaghen è l'aereo; l'aeroporto si trova a soli 8 Km; per raggiungere il centro ci sono: metro, treno, autobus e taxi- -per andare a Copenaghen serve solo la Carta d'identità valida o il passaporto.
Da non perdere Strøget , Nyhavn , Giardini Tivoli
Vincenzo
Voto complessivo 9
Guida generale : Il Copenhagen Jazz Festival, che si svolge in estate, è un evento annuale che è il risultato di una significativa scena jazz che è esistita per molti anni. Si sviluppò notevolmente quando un certo numero di musicisti jazz americani come... vedi tutto Ben Webster, Thad Jones, Richard Boone, Ernie Wilkins, Kenny Drew, Ed Thigpen, Bob Rockwell e Link Wray andarono a vivere a Copenaghen nel 1960. Per il tempo libero si può passeggiare lungo Strøget, una lunga via pedonale commerciale nel centro di Copenaghen, è la più lunga del suo tipo in tutto il mondo, soprattutto tra Nytorv e Højbro Plads, che nel tardo pomeriggio e la sera sono un po' come un improvvisato circo con musicisti, maghi, giocolieri e altri artisti di strada. Il Nørrebro Bryghus, una birreria/ristorante a Nørrebro, CopenaghenCopenaghen offre una grande varietà di ristoranti ed è possibile trovare una modesta ristorazione con panini (chiamati "smørrebrød"), che sono i più noti e tradizionali piatti. La maggior parte dei ristoranti, però, servono piatti internazionali. La città vanta un impressionante 11 stelle Michelin. Il ristorante Noma (Nordisk Madhus) è stato votato il 1° miglior ristorante del mondo secondo la rivista Restaurant nel 2010, 2011 e 2012. Copenaghen e la regione circostante hanno 3 spiagge con un totale di circa 8 km di spiagge sabbiose che distano 30 minuti di bicicletta dal centro della città. Questo include Amager Strandpark, una lunga isola artificiale di 2 km, che è stata aperta nel 2005 e si trova a soli 15 minuti di bicicletta dal centro della città.
Da non perdere Opera Haus , Kronborg Castle , Botanisk Have
Simone Mingolla
Livello 20     1 Trofeo   
Voto complessivo 9
Guida generale : Bellissimo girare in bicicletta per Copenaghen I ristoranti sono cari, si spende parecchio... solitamente il pranzo puoi farlo mangiando panini (ci sono ottime panetterie in Strøget, che è la via principale del centro di Cph, dove puoi trovare panini giganti con... vedi tutto dentro salse tipo curry e anche altre varietà, sono molto buoni, oppure puoi trovare ottimi sandwich chiamati Smørrebrød, gli originali sono con sopra i gamberetti). La sera ci sono sempre in Strøget ristoranti che offrono buffet a volontà, dove spendi intorno ai 15 euro per una cena e mangi molto, sono gestiti da asiatici ma non si mangia male e la cucina è quella europea. Se poi vuoi spendere qualcosa di piu' ovviamente in danimarca si mangia il pesce, e puoi andare al ristorante Krogs, dove hanno sempre un menù a buffet a volontà a base di pesce. Per quanto riguarda quello che devi vedere, posso consigliarti il centro, la sirenetta, il quartiere nihavn (mi raccomando!) la biblioteca black diamond, il palazzo reale, la fabbrica della carlsberg e anche il museo della carlsberg (il museo è a 2 passi dalla stazione, la fabbrica è un po' fuori mano e ci arrivi col bus), il parco divertimento di tivoli ed il quartiere hippie di Christiania (vacci di giorno con la luce,perché non ci girano belle facce), Christiania la giri in 10 minuti ma è comunque particolare e diversa da tutta la città, entra proprio dentro le mura dove c'è una insegna gigante in legno tipo porta dell'inferno dantesca.
Viviana Comizzoli
Livello 25     2 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Adoro Copenhagen perché è una città ordinata, pulita, vivace, dove la gente è ospitale e gentile, a tal punto gentile che durante il mio primo viaggio qui, appena usciti dalla stazione dei treni io e mio marito ci siamo fermati... vedi tutto a guardare la mappa della città per cercare la via del nostro hotel, ed una signora gentilissima si è avvicinata a noi chiedendoci se avevamo bisogno di aiuto e ci ha indicato lei stessa il percorso per arrivare all'hotel. Una cosa ancora più straordinaria è capitata sempre a me e mio marito a Horsens nello Yutland, dove eravamo sull'autobus per raggiungere la via dove era situata la nostra abitazione (un privato ci aveva messo a disposizione il suo villino vicino al mare). Abbiamo chiesto l'indicazione della fermata all'autista del bus e lui si è fermato proprio all'angolo della via (anche se non era la regolare fermata), è sceso e ci ha accompagnato davanti al villino immerso nel verde.. un gesto sicuramente di gentilezza e di accoglienza premurosa verso noi turisti italiani che lo abbiamo ringraziato con una stretta di mano ed un sorriso.. Questo è successo durante il mio primo viaggio in DANIMARCA, al quale poi hanno fatto seguito altri viaggi in vari periodi dell'anno. Non appena avevamo periodi di ferie, la nostra meta preferita era ed è ancora la Danimarca, dove ci troviamo sempre a nostro agio. Consiglio a tutti di andarci almeno una volta...
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0700669

Destinazioni vicine a Copenaghen

Odsherred, Møn, Falster, Odense, Aarhus
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0100099
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0110102
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Mete romantiche
Verde e natura
Enogastronomia
Mete per la famiglia
Giovani e single
Shopping
Studenti
Sport
Sole e Mare
Avventura
Cicloturismo
Montagna
Casino'
Terme e Benessere
Pellegrinaggi
DestinationListExperience-GetPartialView = 0,0010008
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013