×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156275
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Via dell'Amore, è qui che si trova la strada più romantica d'Italia  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
11 lug 2018 - by Alessio
Pienza // Vie piazze e quartieri

Un borgo storico patrimonio dell’Umanità Unesco grazie al suo centro storico, che oltre a far innamorare è anche rifugio degli innamorati, che nella Via dell’Amore a Pienza trovano uno dei luoghi più romantici e suggestivi del mondo.

In realtà, in questo paesino che sorge tra le colline della Val d’Orcia in Toscana in provincia di Siena, sono quattro e minuscole le strade dell’amore, piccole traverse che collegano via del Castello con Corso Rossellino, la strada principale di Pienza che deve il nome all’architetto Bernardo detto il Rossellino: nel XV secolo Papa Pio II, nativo proprio di questo luogo, affidò a lui il progetto, con la guida dell’umanista Leon Battista Alberti, di trasformare l’antico borgo in una residenza papale elegante. La morte prematura del Papa fece terminare prima del previsto i lavori, ma ormai Pienza, da città medievale, si era trasformata in quel borgo che possiamo ammirare oggi con le viuzze che costeggiano case e palazzi in pietra a vista, con le porte in legno e le finestre adornate con i balconi fioriti.

 

 

 

 


Le vie dell’Amore di Pienza

Pienza è uno degli esempi migliori di architettura rinascimentale in Italia ed è anche tra le città più romantiche d’Italia. La più famosa tra le sue vie dell’Amore è sicuramente Via del Bacio che costeggia un belvedere panoramico sulla Val d’Orcia. Presa d’assalto dalle coppie che vogliono scattare una foto ricordo, è la più caratteristica stradina delle quattro.

Nel dedalo infinito di vicoli ad incastro s’incrociano in maniera armoniosa queste stradine tutte da percorrere e da vivere, magari con il proprio partner: la via del Bacio s’interseca infatti con Via della Fortuna e via del Buia, che sono molto simili tra di loro.

Pensate che proprio qui arrivò nel 1968 Franco Zeffirelli, il regista di fama internazionale, per girare alcune scene del suo “Romeo e Giulietta”, la storia d’amore per eccellenza della nostra cultura. La versione di Zeffirelli che ha utilizzato gli scorci suggestivi di Pienza e le sue Vie dell’Amore come location, ha vinto ben due premi Oscar.

Pienza_Amore

 

 

 

 


Cosa vedere a Pienza

Nella famosa e bellissima Val d’Orcia questo borgo spicca per la sua bellezza e per la sua storia. Ci troviamo a circa 20 chilometri ad est di Montalcino e qualche chilometro ad ovest di Montepulciano, a sud di Siena. Le colline poetiche e soffici incorniciano dal basso il borgo di Pienza, che gode di una posizione privilegiata arroccata sopra ad un colle, dominando così tutta la valle, regalando a chi arriva un panorama unico.

Definita la “città ideale del Rinascimento” (ma anche la Città Utopia) venne realizzata in pochissimo tempo (circa tre anni) diventando un complesso ricco di belli e armoniosi palazzi, costruzioni religiose e con una piazza centrale tutta da ammirare. Il Papa desiderava infatti che il centro urbano fosse in antitesi con quello della città di Siena, che aveva ingiustamente allontanato lui e la sua famiglia.

Pienza oltre ad ospitare le Vie dell’Amore offre la possibilità di visitate la Cattedrale dell’Assunta, con all’interno dipinti di valore e con il campanile dalla forma ottagonale; Piazza Pio II si presenta con una pavimentazione a spina di pesce ed è circondata dagli edifici in pietra di travertino dal color miele e sul lato c’è un bellissimo pozzo, conosciuto come il “pozzo dei cani”, il più fotografato e ammirato dei sette pozzi intatti di Pienza, tutti visitabili. Palazzo Piccolomini, altro capolavoro del Rossellini nei suoi tre piani conserva un prezioso scrigno, delle importanti opere d’arte, mobili antichi, cimeli particolari e anche una pregiata biblioteca.

Corso Rossellini, collegato con le vie dell’Amore, è la strada principale a cui si accede dalla porta al Prato ad occidente. Passeggiando si può ammirare la chiesa gotica di S. Francesco, che conserva oltre che gli affreschi del XIV e XV secolo, anche una Madonna attribuita a Luca Signorelli e le pitture di Balducci Lorenzetti.

Pienza

Leggi anche Le strade medievali più belle d'Europa.

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Contenuti nella stessa destinazione

ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
HotelSearch-GetAsyncComponentContainer = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0