×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020026
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004

Una New York dell'età del Bronzo è stata scoperta in Israele!  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010022
09 ott 2019 - by Redazione
Israele, Tel Aviv // Altre Attrazioni, News

Il fascino di una nuova scoperta archeologica è un momento denso di emozioni e ricco di suggestioni.Quando accade, ed alcune vestigia archeologiche vengono riportate alla luce, ci si sente improvvisamente catapultati a ritroso nella storia e non si può fare a meno di riflettere sulla caducità umana e sull'inevitabile fluire del tempo.

La ricomparsa di un passato sommerso è sempre un momento emozionante; le rovine archeologiche sono mute testimonianze di civiltà dimenticate o mai conosciute. Talvolta le scoperte archeologiche sono il risultato finale di un lungo processo di studio e di una fine indagine indiziaria; in altre circostanze il passato torna a far parlare di sè in maniera del tutto casuale.

Accade, talvolta, che l'uomo moderno, alla perenne rincorsa di un frenetico progresso tecnologico, debba fermarsi di colpo senza averlo in alcun modo preventivato. L'ultimo episodio di una lunga serie che racconta di scoperte archeologiche del tutto casuali ha avuto come palcoscenico d'eccezione la cosiddetta "Culla della Civiltà".

La notizia è giunta inaspettata qualche giorno fa: duranti gli scavi per la realizzazione di uno svincolo autostradale nei pressi di Harish, 60 chilometri a nord di Tel Aviv in Israele, è stata riportata alla luce una vera e propria megalopoli preistorica distesa su una superficie di circa tre chilometri quadrati ed in grado di ospitare un numero tali di abitanti da rendere stupefacente la scoperta in relazione alla sua probabile datazione.

Alcuni autorevoli studiosi del Dipartimento di Antichità Israeliane hanno definito la scoperta talmente importante da essere rivoluzionaria; la città, risalente alla tarda età del Bronzo, è stata definita come "la New York dell’età del bronzo" ed è sorprendentemente moderna.

La scoperta del sito archeologico di En Esur sembra destinata a sovvertire tutte le certezze storiche coltivate fino ad oggi; l'insediamento, infatti, situato in una zona fertile, ma strategica era una vera e propria megalopoli del passato in un contesto storico identificato, sino ad oggi, come un primo tentativo di aggregazione da parte di popolazioni rurali.

La città poteva ospitare seimila abitanti (un'enormità per l'epoca) ed era un vero polo attrattivo per le genti del tempo; alcune indiscrezioni ci raccontano che il sito ospitasse luoghi dedicati alle attività agricole ed al commercio con costruzioni dedicate alle attività governativo ed amministrative.
Sembra, inoltre, che sia stato rinvenuto anche un edificio di culto alquanto particolare e che, al suo interno, siano state rinvenuti anche resti umani a testimonianza di un antico luogo sacrificale.
Il sito, disteso su 65 ettari di terreno, non troppo lontano da preziose fonti d'acqua, sembrava avere una sua organizzazione urbanistica con strade ed abitazioni private; una fitta rete di fortificazioni proteggeva l'immenso agglomerato e sembra probabile che la sua creazione non fosse casuale, ma frutto di un vero e proprio piano regolatore.

La scoperta della "New York dell’età del bronzo" ha colpito l'immaginario collettivo e quello di autorevoli studiosi, ma non ha fermato il progresso: il sito, dopo ulteriori studi, verrà interrato e lo svincolo autostradale realizzato comunque. La rete di strade, comunque, verrà sopraelevata in modo da consentire, se ritenuto opportuno, di effettuare nuovi rilievi e studi anche in futuro.

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0,0200179
AdvValica-GetPartialView = 0
ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0,0160153
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0,4464275
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070068
AdvValica-GetPartialView = 0
HotelSearch-GetAsyncComponentContainer = 0,0010009
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0020022

Il meglio secondo voi

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0160153
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
Footer-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0