×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Ponti mozzafiato, dove sembra di camminare sospesi nel vuoto  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
13 dic 2017 - by Redazione
Giappone, Malaysia, Nepal, Pakistan, Ghana, Canada, Germania, Irlanda, Svizzera, Italia // Itinerari ed escursioni

I ponti da attraversare nella vita sono tanti, forse troppi. Tutto sta nel sapere quali sono quelli per cui vale la pena emozionarsi, vivere, provare dell’adrenalina.

Al di là delle metafore, di ponti mozzafiato è pieno il mondo. Ma cos’è esattamente un ponte sospeso?
Un ponte sospeso è un tipo di struttura atta all’attraversamento che risulta, per così dire, “appeso”, traballante.

Già gli antichi facevano un largo uso di ponti sospesi, soprattutto per attraversare degli ostacoli. Di conseguenza, nell’immaginario comune, i ponti sospesi sono divenuti simbolo di pericolo e coraggio, e costituiscono delle grandi attrattive per chi vuole testare il suo self control o per chi è alla ricerca di emozioni forti.


Ne sono passati di anni da quando venne costruito il primo ponte sospeso in Italia, ancora funzionale e visitabile: parliamo del ponte borbonico, quello Ferdinandeo sul fiume Garigliano, inaugurato nel 1832 durante il Regno delle Due Sicilie.
Attualmente, il primato per il ponte stradale più lungo al mondo, spetta a quello di Akashi Kaikyō, inaugurato nel 1998 in Giappone.

Dal passato ai giorni nostri, le cose non sono cambiate. Il mondo si è anzi arricchito di ponti sospesi spettacolari, e abbiamo cercato di selezionare per voi i migliori che possiate immaginare.

 

I ponti sospesi più belli d'Europa

Altro ponte mozzafiato si trova in Irlanda: parliamo del Carrick-a-Rede Rope Bridge ubicato nella regione del Nord che collega la terraferma con l'isola di Carrick-a-rede: ben 20 metri di camminamento nel vuoto per il quale si paga un biglietto d’ingresso al fine di salvaguardarlo. Si tratta di un ponte di corda posto a circa 30 metri di altezza con una vista spettacolare sull’isola di Rathlin e le coste della Scozia.


Ancora, è impressionante il percorso da fare percorrendo il Ponte Trift sul Monte Titlis, in Svizzera. Con una lunghezza di 170 metri, questo ponte è il più lungo della regione alpina e dista dal suolo un centinaio di metri. Stupenda la vista del lago – ghiacciaio Trift. Il percorso in cabinovia fine a raggiungere il ponte è già di suo una bella avventura che si conclude con il passaggio sul ponte nepalese a tre funi, sostituito nel 2009 da un ponte più sicuro.

Se, invece, vi sentite più romantici che avventurosi ma avete voglia di provare il senso dell’altezza, recatevi al castello di Neuschwanstein, in Germania, conosciuto quale il castello delle favole. Qui, in Baviera, godrete di una splendida vista con tanto di cascata, dominando la gola di Pòllat.

Carrick

 

I ponti sospesi più belli del mondo


Altro ponte sospeso che dona emozioni mozzafiato è quello di Kakum National Park, esteso per oltre 350 km², per la maggior parte costituito da foresta pluviale. Sito nello stato del Ghana, l’Ebony Trail permette di osservare la foresta a 30-40 metri di altezza (a seconda delle zone).

Il ponte sospeso non stradale più lungo al mondo è il Taman Negara Canopy Walkway, sito nel principale parco nazionale della Malesia che offre uno spettacolare panorama.

Anche in Nepal vi sono affascinanti ponti di corda che attraggono migliaia di turisti: da un lato all’altro del fiume Gandaki, considerato sacro, sito tra il massiccio dell'Annapurna e il Dhaulagiri, si può godere uno spettacolo stupendo.


Se volete che l’adrenalina salga davvero a mille, recatevi in Pakistan. Qui troverete il Bamboo bridge, nell’Astore Valley. Il ponte è realizzato in canne di bambù ma attenzione a dove mettete i piedi perché la manutenzione non è spettacolare e la vita è cara a chiunque.


Ponte sospeso da far mancare il fiato è anche il Musou Tsuribashi Bridge, in Giappone, risalente agli anni '50. Oltre all’adrenalina durante il percorso, va calcolata la fatica per accedere allo stesso: bisogna percorrere una via ferrata prima di arrampicarsi per arrivare al ponte.


Se, invece, vi trovate in Canada, tenete presente il Capilano Suspension Bridge detto tale perché sospeso sul fiume Capilano. Parliamo di una delle più famose attrazioni di Vancouver, lungo 137 metri e posto a un'altezza di 70 metri nella foresta pluviale. Le due rive del fiume furono collegate in primis mediante un ponte sospeso realizzato con corda e canapa oltre a svariati assi di legno, trasportando i materiali tramite cavalli da un luogo all’altro.

Attualmente i cavi sono di acciaio, non più di corda, in seguito alle ricostruzioni del ponte avvenute dapprima nel 1903, poi nel 1956. Nella medesima zona del Canada, si trovano delle passerelle sospese tra le cime degli alberi che offrono uno spettacolo sulla natura incontaminata della foresta. Il complesso di passerelle è detto Cliffwalk, mentre il Treetops Adventure permette di vedere la foresta dal punto di vista di uno scoiattolo.

Canada_Ponte

 

I ponti sospesi più belli d'Italia

In Italia, vi è uno dei ponti sospesi più lungo al mondo. Parliamo di quello detto delle Ferriere, realizzato in stile tibetano nonché del più esteso in tutta Italia, sito a San Marcello Pistoiese, in Toscana. La passerella pedonale oscillante mette in collegamento le due sponde del torrente Lima, tra Mammiano Basso e Popiglio. La lunghezza è di 227 metri, mentre si oscilla camminando a 36 metri di altezza.

Inizialmente questo ponte serviva agli operai che dovevano andare a lavorare sul versante opposto utilizzando la passerella, evitando così di percorrere circa 6 km a piedi facendo tutto il giro. Dal 2014 il ponte è illuminato di notte.

Altro ponte sospeso sito in Italia è quello della Ferrata Dibona sul Monte Cristallo, sulle Dolomiti del Veneto. 27 metri di spettacolare panorama! Un percorso per esperti che presuppone una buona abilità nell’arrampicata.

Sempre in Italia, in provincia di Vicenza, vi è il Ponte di corde sulla Strada del Re a Valli del Pasubio, una struttura di acciaio lunga 105 metri e sospesa a 35 metri di altezza fornita di strutture antivento per evitare le grandi oscillazioni.

Pasubio

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0,0010009
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
HotelSearch-GetAsyncComponentContainer = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009





FreeContentHtml-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0