×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156263
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Lo straordinario caso del santuario nella roccia  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
11 giu 2018 - by Redazione
Caprino Veronese // Monumenti ed edifici storici

Una meta perfetta per chi sente l’esigenza di dedicare momenti preziosi alla riflessione e alla ricerca della serenità interiore. Un luogo incantevole, letteralmente immerso nella natura, che sorge a 774 metri al di sopra del livello del mare ed affaccia a strapiombo sulla spettacolare valle dell’Adige.

Stiamo parlando del Santuario della Madonna della Corona, che può essere definito come un caso più unico che raro di vero e proprio tempio nella roccia.

Il Santuario della Madonna della Corona si trova a Spiazzi, un piccolo comune italiano della provincia di Verona, nella zona di confine tra Caprino Veronese e Ferrara di Monte Baldo: lo abbiamo definito un tempio nella roccia, perché in effetti sorge proprio all’interno di un incavo scavato nel già citato Monte Baldo.

 

 

La storia e le bellezze del santuario

Una struttura quasi unica nel suo genere, nata durante il XV secolo come romitaggio: successivamente sarebbe stato inaugurato come chiesa nel 1530 e come santuario nel 1625, grazie all’intervento dei Cavalieri di Malta.

Detto ciò l’aspetto attuale del Santuario si deve ad operazioni molto più recenti: la struttura infatti è stata ristrutturata ed ampliata quasi del triplo (da 220 metri quadri a circa 600) durante l’anno Santo 1975. Un luogo caro allo stesso papa Giovanni Paolo II, che lo visitò nell’aprile 1988.

Il Santuario della Madonna della Corona è ricco di sculture degne di essere ammirate, tra cui spiccano innanzitutto quelle di Ugo Zannoni rappresentanti Santi quali Giovanni Evangelista, Giuseppe e Giovanni Battista. Tutte da scoprire anche le particolarissime fusioni in bronzo dell’architetto Raffaele Bonente, che ha realizzato anche una vera e propria “scenografia” su tutta la parete rocciosa dell’abside, precisamente attorno alla statua della Pietà.

 

 

La Scala Santa

L’opera più mirabile del Santuario è comunque una riproduzione della Scala Santa di Roma (quella che si trova vicino alla basilica di San Giovanni in Laterano): come probabilmente già saprete, stiamo parlando della scala che Gesù attraversò a più riprese durante la Passione.

Salire/scendere la Scala Santa è un’operazione molto impegnativa sia dal punto di vista fisico che da quello spirituale: per poterla percorrere ci sono diverse tradizioni da seguire, per rivivere a pieno un momento intenso e drammatico del Cattolicesimo quale il giorno in cui Cristo venne flagellato e condannato a morte sulla croce.

 

 

I cammini del Santuario

Va inoltre detto che la visita del Santuario della Madonna della Corona inizierà ben prima che varchiate il suo portone di ingresso: sembra un controsenso, ma in realtà stiamo parlando del “vecchio sentiero”, ovvero della salita di gradini che parte dal paese di Brentino, percorribile unicamente a piedi ed intervallata da quattordici stazioni della Via Crucis.

Il Santuario è infatti il punto terminale di un altro percorso particolarmente provante sia dal punto di vista fisico che da quello spirituale denominato “Cammino dei due Santuari”: inizia nella Pieve di Chiampo, attraversa sette valli delle Prealpi Venete ed arriva proprio alla basilica di cui ci stiamo occupando.

 

Il Santuario della Madonna della Corona è aperto tutto l’anno con orari che variano a seconda delle stagioni: per avere informazioni più dettagliate potete visitare il sito ufficiale di questo straordinario tempio nella roccia.

Leggi anche Le chiese nella roccia più emozionanti d'Italia.

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0