×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0156271
AdvValica-GetPartialView = 0

La Befana a Bellano e i falò della Pesa Vegia  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
29 dic 2017 - by Alessio
Bellano, Lombardia // Eventi e Manifestazioni

In Lombardia le festività natalizie sono tantissime e molto sentite, a partire dai Mercatini di Natale fino ad arrivare ai festeggiamenti dell'Epifania. E il piccolo comune di Bellano rappresenta un'autentica eccellenza del settore.

Bellano è un piccolo comune della provincia di Lecco in Lombardia che conta poco più di 3.000 abitanti e sorge sulla sponda orientale dello spettacolare Lago di Como.

Un paesino noto per i suoi panorami mozzafiato e per alcuni monumenti storici di rilievo tra cui la Chiesa dei Santi Nazaro e Celso, contenente una preziosa statua di Sant’Ambrogio al suo interno.

Un paese noto soprattutto per un evento storico datato primo Seicento che lo avrebbe segnato per sempre e che ancora oggi viene ricordato in ricorrenza delle feste natalizie e dell’Epifania.

Proprio su quest’ultimo argomento si sofferma l’articolo di oggi, per cui mettetevi comodi e preparatevi a scoprire tutto quello che c’è da sapere sulla Befana a Bellano e i falò della Pesa Vegia.

 

La storia della Pesa Vegia

Iniziamo ritornando al fatto storico accennato in precedenza: secondo quanto appurato da studi recenti l’anno verosimile di riferimento è il 1605 e l’evento che avrebbe 'dato il La' agli eventi è l’emanazione di una grida a cura del Governatore locale, il Conte di Fuentes, che ripristinava la vecchia unità di misura.

Oggi può sembrare strano, ma al tempo l’imposizione di un nuovo sistema di misurazione veniva vissuta come un vero e proprio dramma da parte di tanti commercianti e non a caso la Storia vuole che i bellanesi si riunirono e pregarono il Conte di Fuentes di inviare quattro delegati in barca a Como per trattare il ritorno al sistema precedente.

Stando alla tradizione locale, i delegati di cui sopra si riaffacciarono sul lungo lago (precisamente alla foce del Pioverna) proprio la sera del 5 gennaio e vennero accolti dalla domanda: “Pesa vegia o pesa nova?” (ovvero “unità di misura vecchie o nuove?”). La risposta dei messi fu un inequivocabile “Pesa vegia” (vecchia, ndr) e generò l’entusiasmo di tutti i presenti, che improvvisarono addirittura un lungo corteo inscenando la rappresentazione dei Re Magi, una volta compreso che era la vigilia dell’Epifania.

 

La Pesa Vegia, informazioni e numeri

La tradizione della Pesa Vegia ha dunque più di 400 anni di storia e continua a venire celebrata anno dopo anno in data 5/6 gennaio: col passare degli anni la rievocazione ha subìto qualche modifica, ma continua a mostrare alcuni elementi chiave tra cui il Corteo dei Re Magi, la corsa delle Pese ed il falò sul molo: nello specifico, quest’ultimo è altro rituale abbastanza caratteristico delle celebrazioni dell’Epifania in Italia, con il rogo che va simbolicamente a eliminare/purificare tutte le sgradevolezze dell’anno passato per dare il benvenuto a quello nuovo nel migliore dei modi.

Oggi la festa della Befana a Bellano viene organizzata con l’aiuto dell’amministrazione comunale e con il sostegno di diverse associazioni locali; un evento messo in piedi da un apposito comitato che può contare sulla collaborazione di tantissimi volontari. Il risultato è un insieme di rappresentazioni e di ambientazioni storiche che prendono vita in alcuni degli spazi più suggestivi del paese, proiettando l’intera Bellano indietro nel tempo e dandoci la sensazione di vivere in un mondo che non esiste più.

È uno strano mix di religione e paganesimo, di sacro e profano, che colpisce sia per la qualità delle riproduzioni che, inutile negarlo, per la loro quantità: ogni anno infatti la parata coinvolge decine e decine di persone e lo stesso discorso si può fare per il presepe vivente che viene allestito in zona eliporto, per la corte di re Erode che di solito prende vita dentro l’ex cotonificio Cantoni.

Per avere un’idea appena più chiara della spettacolarità del Cortei dei Re Magi, vi basti sapere che per l’edizione 2017 sono stati portati a Bellano 3 cammelli: i Magi sono apparsi per le vie del paese cavalcandoli ed hanno iniziato a distribuire caramelle e doni ai bambini presenti.

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0,1093827
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0,7656845
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
HotelSearch-GetAsyncComponentContainer = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156266
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0