×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Itinerari del vino. La riviera di Ponente  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010017
10 feb 2017 - by Redazione
Liguria // Cucina e vini

La Riviera di Ponente è quella che interessa le province di Imperia e Savona, dove si producono le DOC Riviera Ligure di Ponente (nelle tipologie Ormeasco, da uve Nebbiolo anche nelle versioni Superiore e Sciacchetrà, Rossese, Pigato e Vermentino, questi ultimi con sottozone Albenga, Finale Ligure e Riviera dei Fiori ) e Rossese di Dolceacqua (prevalentemente da uve Rossese anche nella versione Superiore). Completa la rassegna la IGT Colline Savonesi.

 

Itinerario

L’itinerario parte da Ventimiglia, prosegue per Camporosso (Marco Foresti, Tenuta Giuncheo), da dove ci si dirige verso l’entroterra sino a Dolceacqua (Adriano Maccario, Antonio Perrino, Giobatta, Terre Bianche), centro di maggiore produzione dell’omonima DOC situato al centro della Val di Nervia, dove il clima, mitigato dal mare e dal fiume Nervia, si rileva particolarmente adatto alla coltura della vite, e in particolar modo del Rossese, che qui dà risultati ineguagliati nella regione.

Altri centri della DOC sono Soldano (Enzo Guglielmi), e San Biagio della Cima (Giovanna Maccario), da cui si raggiunge Bordighera, (dove inizia la produzione della DOC Riviera Ligure di Ponente), dalla quale si prosegue sino a San Remo, città dei fiori e del Festival della Canzone Italiana (febbraio). Successivamente si incontra Sarola (Ramoino), per poi tornare sul litorale a Imperia (Colle dei Bardellini), nei pressi della quale si trovano Diano Castello (Bianchi), e Diano Marina (Montali e Temesio), importante centro balneare.

Poco distante si trova Alassio, da dove si risale nell’entroterra fino a Ortovero (Durin, Ingauni), cui seguono Vendone (Claudio Vio), Ranzo, Borgo di Ranzo (A Maccia, Bruna, Guidi, Massimo Alessandri), Pieve di Teco (Lupi), Pornassio (Lorenzo Ramò), dove si produce la DOC Ormeasco di Pornassio, a cui è dedicata la Due Giorni dell’Ormeasco (ottobre). Da qui si riscende verso il mare ad Albenga (Anfossi, Cascina Feipu dei Massaretti, De Andreis, Sommariva, Vecchia cantina), per poi continuare sino a Finale Ligure (Casanova, Cascina delle Terre Rosse, Ruffino) e a Savona, ideale conclusione del nostro viaggio.

 

Altri itinerari enologici in Liguria

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010004
AdvValica-GetPartialView = 0
HotelSearch-GetAsyncComponentContainer = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0010017
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004
AdvValica-GetPartialView = 0