×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156249
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Italia segreta, la magia dei castelli sospesi sulle acque  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
08 giu 2018 - by Alessio
Cannero Riviera // Monumenti ed edifici storici

Il Lago Maggiore certamente non ha bisogno di presentazioni: il secondo lago d’Italia (sia per superficie che per profondità) è infatti un vero e proprio fiore all’occhiello non solo italiano, se consideriamo che le sue rive sono condivise con la Svizzera.

Oggi però concentreremo la nostra attenzione sulla sponda opposta, ovvero quella che affaccia sulla provincia piemontese del Verbano-Cusio-Ossola: qui, più specificamente nell’area di Cannero Riviera, è infatti possibile ammirare delle architetture davvero uniche nel loro genere.

Stiamo parlando dei cosiddetti Castelli di Cannero (anche noti, in dialetto locale, come i “Castei de Caner”): rovine di antiche fortificazioni che sembrano emergere direttamente dalle acque del Lago Maggiore. Uno spettacolo difficile da raccontare a parole, che trasmette a chi osserva l’impressione di trovarsi davanti a degli spettacolari edifici galleggianti.

 

 

 

La storia dei Castelli di Cannero

I Castelli di Cannero (che, per la cronaca, formalmente appartengono al comune di Cannobio) sono stati edificati tra il XIII ed il XIV secolo ed al tempo erano abitati da cinque fratelli di una famiglia di Ronco di nome Mazzardi.

Il destino di queste architetture fu strettamente legata a quelli delle battaglie locali tra Guelfi e Ghibellini, che misero i Mazzarditi (nome con cui venivano chiamati i fratelli di cui sopra) prima nella condizione di avere potere su tutto il litorale, quindi nella necessità di cedere tutto al duca Filippo Maria Visconti: si devono proprio a quest’ultimo le operazioni di fortificazione che avrebbero dato ai castelli la loro struttura attuale.

La rocca sarebbe stata progressivamente abbandonata durante il XVI secolo e da allora sarebbe divenuta rifugio sia di pescatori che, addirittura, di contrabbandieri e falsari.

Cannero_1

 

 

 

Le leggende e la magia dei castelli galleggianti

Se la storia dei Castelli di Cannero è interessante, le leggende di cui sono protagonisti risultano ancora più affascinante.

Una ad esempio vuole che i Mazzarditi, dopo la sconfitta, si fossero annegati nelle acque del Lago Maggiore; secondo un’altra i fratelli nel lago ci gettarono forzieri colmi di ricchezze, pur di non cederli al duca Visconti.

Un’ultima leggenda narra addirittura che, durante le giornate di nebbia particolarmente fitta, sarebbe possibile scorgere un veliero fantasma a caccia proprio dei tesori di cui sopra.

Oggi dei Castelli di Cannero restano soltanto i ruderi, che comunque, come già detto, rappresentano uno degli scorci più magici e pittoreschi di tutto il Lago Maggiore. Guardare le rovine al tramonto è uno spettacolo in grado di mozzare il fiato ed il panorama è reso ancora più suggestivo dalla presenza di diversi uccelli acquatici che sono soliti nidificare proprio negli anfratti più reconditi della costruzione: si va dal gabbiano allo smergo, passando addirittura per il magnifico cigno reale.

Cannero_2

 

 

 

Informazioni Utili

Se avete intenzione di visitare i Castelli di Cannero il suggerimento più efficace consiste nel consultare direttamente il sito ufficiale del Comune di Cannero Riviera, dove troverete sia gli orari di apertura che informazioni dettagliate su interessanti visite guidate.

Generalmente la visita è aperta durante il periodo primaverile ed estivo (si va dalle vacanze di Pasqua alla fine del mese di settembre) ed il giro, che, purtroppo, non prevede gli interni, dura circa 45 minuti.

 

Cannero_3

Leggi anche Viaggio alla scoperta dei luoghi da fiaba in Italia.

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Contenuti nella stessa destinazione

ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0,0156249
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0,0156249
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156249
AdvValica-GetPartialView = 0
HotelSearch-GetAsyncComponentContainer = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156249
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0