×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0

Il vigneto più alto d’Europa è italiano  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
14 ott 2019 - by Redazione
Longobucco // News

Longobucco è il quarto comune più esteso della Calabria, con i suoi oltre duecento chilometri quadrati di territorio. Un ampio spazio di montagna, in quella provincia di Cosenza che si apre tra due mari, il Tirreno e lo Jonio, abbracciando le vette della Sila.

È proprio qui, in località Cava di Melis, che dal 2008 esiste un vigneto sperimentale, ovvero realizzato con particolari accorgimenti. Sì, perché le viti hanno bisogno di un clima non eccessivamente freddo, non arido ma neanche troppo umido. Condizioni che è difficile associare alla montagna.

Eppure in questo angolo di Calabria, da oltre un decennio, si producono con successo uve di Muller Thurgau, Merlot, Savignon, Pinot Nero e Cabernet. Vitigni di qualità, certificati ufficialmente dal Servizio Nazionale della vite che ha sede in Friuli Venezia Giulia.

L’idea di realizzare un vigneto d’alta quota, che oggi si fregia del titolo di più alto d’Europa (in Argentina, per contro, ne esiste uno a 3.111 metri, ma in una zona microclimatica molto più mite di quanto si pensa), è venuta a Emanuele J. De Simone, ingegnere civile che ha studiato presso l’Università della Calabria a Cosenza.

Nonostante le sfide fossero moltissime (tra queste, le temperature che arrivano fino ai -20 °C nei mesi invernali), Emanuele non si è perso d’animo. Complice la passione per le viti trasmessa dal nonno Domenico, ha studiato e ottimizzato al massimo i processi di coltivazione e produzione delle uve su un terreno esteso per venticinquemila metri quadrati.

Due ettari e mezzo dove le viti sono coltivate con il sistema del cordone speronato. Si tratta di un taglio corto, che regge su un cordone orizzontale a un metro d’altezza, con speroni di massimo tre gemme.

Pur molto difficile da mantenere, poiché richiede una precisa attenzione alla densità dei filari e alla distanza tra questi, il cordone speronato se eseguito correttamente assicura una produzione qualitativamente e quantitativamente eccellente, meccanizzabile nella raccolta e nella potatura.

La produzione del vigneto, intitolato a Immacolata Pedace, è favorevolmente influenzata da alcune condizioni climatiche, oltre che dalla vicinanza al Lago Cecita, il più grande bacino lacustre silano.

Dal vigneto più alto d’Europa si ricavano oggi vini bianchi, rossi e rosati di grande qualità, contraddistinti da un bouquet di profumi e sapori decisamente ardito. Non solo vini da tavola, ma anche spumante adatti per eventi e occasioni specifiche, imbottigliati con una attenzione all’estetica molto particolare, grazie alla realizzazione di un’etichetta che richiama i dettagli delle vette silane.

Non solo vino: questo riuscito esperimento è la dimostrazione del carattere resiliente dei giovani imprenditori calabresi, che combattono contro lo spopolamento e le carenze infrastrutturali di una regione dalle forti potenzialità lavorando a nuovi ambiti di sviluppo. L’azienda di Emanuele De Simone si inserisce in questo contesto modernizzatore, ampliando lo spettro d’interesse di una zona – la Sila appunto – che dal 1997 è tutelata dal Parco Nazionale ivi istituito.

Il vigneto più alto d'Europa è presente sui social con una interessante pagina Instagram.

Articolo di Stefano Maria Meconi

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0,0664945
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Contenuti nella stessa destinazione

ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0,0110106
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0,4279782
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0080077
AdvValica-GetPartialView = 0
HotelSearch-GetAsyncComponentContainer = 0,0010012
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0020017
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0170166
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004