×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Attrazioni Israele: cosa vedere e luoghi da visitare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
10 ago 2010 - by Redazione
Israele // Da non perdere

Gerusalemme (vecchia)

Circondata ancora in gran parte dalle antiche e possenti mura, offre a chi passa le sue grandi porte (quella detta < Damasco >, oppure quella detta < Jaffa >, per esempio) un’atmosfera assolutamente straordinaria ed eccezionale, camminando tra i suoi vicoli, sulle sue scale, attraverso i suoi archi e i valichi che collegano un quartiere all’altro – armeno, ebraico, cristiano e musulmano. Ogni sua pietra parla di storia e…di mito, infatti, questa città è considerata un (quando non <il>) luogo sacro per tutte e tre le religioni monoteiste. Dovrebbe essere la capitale di due stati (attualmente, fuori le mura, nella zona occidentale si trova la sede del Governo dello Stato d’Israele; mentre in quella orientale avrebbe dovuto esserci la sede di quello dello Stato di Palestina), e manifestare tutta la sua vocazione universalistica, mentre, invece, una parte importante (dentro e fuori le mura) è zona di occupazione. Qui si trova il museo che ricorda il genocidio degli armeni. Respirare la sua aria è, comunque, un’esperienza indimenticabile, cosa per cui, se siete pronti ad affrontare qualche piccolo disagio, non potete non perdervi nei suoi labirinti per assaporarne la vita, i colori, i suoni, gli odori,e lo stridervi del fanatismo. Potete scegliere la cucina e la musica che vorrete e passare, per esempio, in pochi minuti dal tè nel suo antico < suq > ai piatti armeni e alla melodia di un clarinetto klezmer.


Sinagoga Hadassah – Hebrew University – Yad Vashem

Oltre le mura, si può andare a conoscere queste altre due preziosità. Le finestre della sinagoga portano la firma e mostrano la maestria nell’uso dei colori e della luce di Marc Chagall. L’artista donò la sua opera in segno d’affetto e di devozione agli ebrei, vittime sacrificali di uno dei peggiori orrori che la storia ha da ricordare, mentre Israele processava uno dei responsabili del genocidio. Sulla collina di Yad Vashem (il cui nome si riferisce alla volontà di sopravvivere) è collocata l’area monumentale che ricorda uomini e donne Martiri ed Eroi dell’Olocausto, l’Archivio Centrale dell’Olocausto e della Resistenza Ebraica, il Viale dei Gentili Giusti e la Valle delle Comunità Distrutte. L’università merita certamente di essere visitata, trattandosi di una delle migliori istituzioni di studio e di ricerca del mondo.


Antica via delle spezie di Nabatea - Masada

Una volta, queste antiche vie erano percorse dai cammelli, che trasportavano le stimate merci d’oriente, passando da Petra (in Giordania) per raggiungere i fiorenti porti del Levante mediterraneo. Attraversando il deserto, si scorgeranno le testimonianze della vita e del traffico che caratterizzavano queste zone, come, per esempio, le postazioni delle legioni romane e  le cisterne d’acqua.  Proseguendo verso la Giordania e le montagne, si può visitare quel che rimane dell’antica fortezza dove gli zeloti, al termine di un ingegneristico assedio, preferirono suicidarsi piuttosto che essere asserviti ai romani.


Ashkelon

A sud di Tel Aviv (dove troverete importanti elementi della architettura Bauhaus e, possibilmente, una dinamica vita notturna, che segue le ore passate al sole delle sue spiagge), quasi a ridosso della Striscia di Gaza, si trova la città cui si associano le due figure mitiche di Dalila e di Sansone. Nel parco nazionale sono conservati i colonnati di Erode, antiche sinagoghe e un anfiteatro romano.


Eilat

Incastonata tra il deserto del Negev, l’Egitto e la Giordania è una città modernissima (fondata nel 1959) ed è anche l’unico porto israeliano nel Golfo di Aqaba (Mar Rosso). E’ una “free trade zone” (porto franco) dal 1985, qui passano il petrolio egiziano e i minerali del Mar Morto. Tuttavia, ci sono un parco marino notevole, il Coral Reef, dove ci si può anche immergere e nuotare e, il Coral World Underwater Observatory, dal quale si può ammirare i coralli da una sala panoramica subacquea; nella Dolphin Reef si può nuotare tra i delfini!  

Caesarea

E’ la città che Erode dedicò a Cesare. Attualmente è una delle maggiori attrattive turistiche d’Israele ed è anche uno dei luoghi di residenza più ambiti dalle èlites. Oltre a ciò che rimane dell’ippodromo e delle fortificazioni costruite dai crociati (nel XIII), il sito ospita un anfiteatro che, oggi, è spesso utilizzato per concerti; ma ha anche un’altra particolarità che consisterebbe nell’unica “prova” archeologica dell’esistenza di Pilato. 

Zichron Ya’acov

Questa cittadina venne fondata (nel 1882) per iniziativa del barone Edmond de Rotschild, il nome è un tributo al padre James (Yacob di Ya’acov, in ebraico), sulle montagne alle spalle del mare nelle vicinanze di Cesarea. Dalla metà del XIX secolo i Rotschild investirono nella regione per produrre vini. Qui si può visitare le aziende e assaggiare il vino israeliano più famoso!

Kibbutzim

E’ il plurale della parola kibbutz. Si tratta di comunità rurali (prevalentemente, infatti ce ne sono di impegnati nella produzione industriale e di tecnologie; complessivamente hanno un ruolo non marginale nella produzione della ricchezza nazionale), che dall’inizio del XX secolo sono state fondate da uomini e donne che, dall’Europa e dagli Stati Uniti, “tornavano” a creare la nuova nazione attraverso queste comunità cooperative. In molte di esse è possibile soggiornare – se non si è arabi o palestinesi ?!? – e, anche lavorare. Se ne trovano in tutto Israele, ma pure nei territori occupati .

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0,0050046
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0,0160158
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0,691155
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0080077
AdvValica-GetPartialView = 0
HotelSearch-GetAsyncComponentContainer = 0,0010013
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010009
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0190183
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
Footer-GetPartialView = 0,0020017
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008