×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cosa vedere in Birmania: i 5 luoghi che ti faranno innamorare del Myanmar  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
03 feb 2020 - by Redazione
Myanmar // Consigli generici, Itinerari ed escursioni, Da non perdere, Cosa vedere, News

La nazione dai tre nomi: oggi Myanmar, ieri Birmania e sempre Burma. Proprio quest'ultimo è il nome con il quale i birmani sono soliti indicare la loro terra, un crogiuolo di bellezze e tesori unici.

Anche il turismo planetario sta cominciando pian piano a scoprire in ogni sua sfaccettatura questo meraviglioso angolo di mondo. E non a caso siamo qui a raccontarlo.

Se stai pensando a un magico viaggio in Birmania, ti starai sicuramente anche chiedendo cosa vedere in Myanmar durante il soggiorno.

Questa terra, per quanto remota e "diversa" dalle nostre solite prospettive, è un vero e proprio sogno a occhi aperti; ciò che affascina è la sua purezza, la cultura attenta e antichissima, i paesaggi autentici e le innumerevoli attrazioni, turistiche e non.

È facile innamorarsi del Myanmar, soprattutto se sai dove scoprire la sua essenza più profonda. Partiamo allora per un viaggio, non solo con la fantasia, attraverso quei luoghi d'interesse, quei gioielli unici che ti faranno davvero invaghire di questo Paese mozzafiato e sincero.

Cosa vedere in Birmania

Birmania: una piccola (ma doverosa) introduzione

Poco conosciuta ai più e spesso lasciata in secondo piano rispetto a mete limitrofe più acclamate, vedi Thailandia, Cina e India, il Myanmar per alcuni è solo il luogo di origine del gatto sacro di Birmania, una delle razze feline più pregiate. Ma non è assolutamente così!

Chi la conosce sa benissimo che questa terra è per certi versi unica, completa e assolutamente da non perdere se si è attratti da quella millenaria cultura asiatica che ha creato il mondo. Se ti stai chiedendo dove si trova la Birmania, potremmo rispondere "nel cuore dell'Asia".

L'attuale Birmania si disegna con una forma allungata sulla cartina, incastonata tra Cina, Bangladesh, Laos e Thailandia. Bagnata dall'Oceano Indiano, ha nelle sue capitali - al plurale, perché di città chiave ne troviamo molte - l'attrazione turistica più importante: dall'odierna e sviluppata Naypyidaw, capitale politico-amministrativo, fino ad arrivare alla mitica Yangon (o Rangoon), la splendida ex (capitale), l'indiscusso polo culturale del Paese, nonché città più popolosa. Simbolo di quest'ultima è senz'altro l'imponente pagoda aurea di Shwedagon, un pezzo di storia buddista mondiale.

Ma se il turismo birmano è costituito principalmente da tour esplorativi, un motivo ci sarà. Qui, difatti, troviamo città, un tempo capitali, che rappresentano l'anima sociale del Paese; spiagge da sogno tra il Golfo del Bengala e il Mare delle Andamane, dove sono situate le tante isole da sogno a sud del Myanmar; senza dimenticare monti, laghi e riserve.

Tante sono le cose da vedere in Birmania, molte le attrazioni che non farai nemmeno in tempo ad assaporare in un solo viaggio. L'importante è averne coscienza, cercando di ottimizzare i tempi. Andiamo quindi alla scoperta dei cinque luoghi assolutamente da non perdere in Myanmar, quelli che ti faranno letteralmente innamorare della magnifica Birmania.

1) Bagan, la magnifica valle dei templi

Bagan: la valle dei Templi

Impossibile visitare la Birmania senza passare per la sua splendida valle dei templi. Parliamo di Bagan (un tempo Pagan), una delle antiche capitali del Myanmar, oggi sede indiscussa del turismo birmano. Un luogo intenso, sacro e spirituale, dove, negli ultimi anni, il numero di visitatori occidentali ha superato di gran lunga quello dei nativi locali.

Il sito archeologico è forse l'immagine più iconica della Birmania; una distesa immane di pagode e tempi, di luoghi religiosi che spiccano e risaltano sulla colorata pianura, con lo sfondo dei monti Arakan. Importante rispettare le usanze locali, dato che, come tutti i luoghi sacri, la disciplina dei turisti è la prima cosa che viene notata.

In tutta l'area è possibile esplorare oltre cinquanta tempi di importanza assoluta. Il modo migliore per osservare e capire la bellezza di Bagan è una gita in mongolfiera, un'escursione dall'alto che ha pochi eguali al mondo - a tal proposito, il riferimento è l'agenzia "ballons over bagan".

  • Quando andare a Bagan? Prima di partire è fondamentale considerare il clima. Bagan si trova in un'area centrale del Myanmar, non mitigata dal mare e prevalentemente secca. Le temperature sono elevate (sopra i 30°) tutto l'anno, con qualche eccezione significativa d'inverno.
  • Dove alloggiare a Bagan? Tanti sono i luoghi dove poter dormire in tutta la regione. Se non si vuole spendere molto, il consiglio è Ostello Bello di New Bagan; tra i più acclamati e lussuosi, invece, da considerare assolutamente l'Aureum Palace di Bagan o il Myanmar Treasure Resort, nel territorio di Nyaung-U.
  • Cosa vedere a Bagan e dintorni? Giro in mongolfiera ed escursione nella valle dei templi già sono state citate. Da esplorare sicuramente anche i centri della regione, come il suddetto Nyaung-U. Se invece si progetta un tour proprio nella totalità di questo angolo del Myanmar, non bisogna tralasciare le bellezze di Mandalay (a nord) o un viaggio nella capitale Naypyidaw (a sud).

2) Golden Rock, la Pagoda Kyaiktiyo

Golden Rock in Birmania

Un altro luogo essenziale per un viaggio completo in Birmania è la Golden Rock, o meglio la Pagoda Kyaiktiyo. Sebbene venga messa "solo" sul gradino più basso del podio nella classifica dei luoghi religiosi birmani (dopo il Tempio Mahamuni e la Pagoda Shwedagon), questa opera aurea è uno di quei siti assolutamente da non perdere in Myanmar, e non solo secondo il nostro punto di vista.

La conformazione unica e originale, la posizione a picco sulla vetta e la vista mozzafiato sono solo alcuni dei motivi per cui questo luogo è davvero speciale. Preghiere e natura, leggenda e meraviglia si mescolano nei luoghi circostanti alla Roccia D'oro, un autentico masso dorato posto sulla sommità del Monte Kyaiktiyo (da cui prende il nome).

Interamente rivestita di foglie d'oro, questa pagoda è una meta di pellegrinaggio importantissima per fedeli e turisti. Ancora oggi tanti si chiedono come possa rimanere in equilibrio; la leggenda dice che il masso si tiene su solo grazie a un capello del Buddha, posto nello stupa. Che ci si creda oppure no, la meraviglia rimane.

La Golden Rock rientra negli itinerari turistici tipici della Birmania. Se si sceglie di visitare questa zona del Myanmar, di cose da vedere ce ne sono davvero tante. A cominciare da Yangon, a est sulla cartina e a circa 5 ore di strada, la celeberrima ex capitale. Merita la giusta attenzione anche il viaggio per arrivare alla Golden Rock, dato che tra villaggi locali, percorsi in camion ed escursioni a piedi è tutta una vera avventura. Splendida e indimenticabile.

3) Lago Inle, una tappa indiscutibile

Lago Inle

Altro luogo simbolo e sdoganato è il Lago Inle (o Lago Burma). Sulla mappa ci troviamo a est della mitica valle dei templi di Bagan, in pieno centro del Myanmar. Molto improbabile "studiare" un viaggio in Birmania senza imbattersi nelle incredibili immagini di questo lago, che rientra tra le cose da vedere qualunque sia lo scopo della vacanza.

Il modo migliore per visitare ed esplorare il Lago Inle è in barca. Ma non con una barca qualunque, obbligatoriamente con quelle bellissime locali, in legno e colorate. Un'immagine iconica da portare via dal viaggio potrebbe essere proprio una bella foto così!
In alternativa (o in più, se c'è tempo), una magica circumnavigazione in bici, esplorando le coste più ricche di bazar, villaggi e mercatini locali.

Senza dimenticare il trekking, nudo e crudo. Per gli avventurosi, gli sportivi e tutti coloro che vogliono vivere davvero il Myanmar a contatto con la natura, gli itinerari trekking del Lago Inle sono una tappa imprescindibile per una vacanza completa. A piedi si può abbinare anche la visita di tanti luoghi limitrofi, come Kalaw (che vedremo più avanti).

Il colpo d'occhio è assicurato, in ogni periodo dell'anno. D'inverno, la stagione più secca, il lago potrebbe vedere scendere anche di un metro e mezzo il suo livello abituale. Proprio per questo, il periodo migliore per visitare il Lago Inle è l'inizio dell'autunno (settembre-ottobre), al termine del periodo delle piogge e quando i festival (come Phaung Daw U e Thadingyut) animano e popolano tutta la zona.
Per quanto riguarda l'alloggio, invece, il consiglio è quello di scegliere tra le tante piccole strutture e hotel - quasi tutte neonate - in riva al lago.

4) Kalaw, la magia delle montagne birmane

Kalaw

E se si parla di trekking e di Lago Inle, non si può prescindere dal visitare Kalaw. Discipline come l'hiking e il trekking trovano nella natura di Kalaw il loro habitat naturale; montagne che si fanno visitare e scalare, luoghi che restituiscono la pace dei sensi e paesaggi tipici che fanno rima con Myanmar. Un'altra faccia indelebile della Birmania.

Siamo a più di 1000 metri di quota e con appena tre giorni di cammino si può raggiungere il Lago Inle. Ecco che torniamo, quindi, al trekking.
Ma Kalaw non è il "classico giro" di tempi, città e pagode; questa tappa ci mette del suo perché attraverso una moltitudine di villaggi di tribù Shan porta il turista a scoprire le origini, le usanze e la cultura di un popolo intero, con tutte le sfaccettature locali possibili.

A piedi e in treno, per rimanere a contatto con la terra. Un viaggio a Kalaw che si rispetti deve essere studiato in questo modo. Anche qui, arrivati nel paese, troveremo i templi (due in totale) e le baracche del paese: d'eccezionale e originale non c'è poi molto. La vera essenza di questa tappa, però, è proprio il viaggio, il cammino, gli scorci circostanti e la vita montana, totalmente lontana dalla nostra concezione eppure così profonda e intensa.

Per dormire qui, verrebbe da dire, è giusto lasciare un po' tutto al caso, all'occasione. Ma se non vuoi lasciare proprio la totalità al gusto dell'avventura, ti consigliamo il Golden Lily Guest House (una delle migliori guest house di Kalaw), il Pine Hill Resort, dove andiamo un po' più su di prezzo ma anche di servizio, o il bellissimo Nature Land Hotel Kalaw, un vero e proprio gioiello disegnato nella natura.

5) Arcipelago di Mergui, ovvero le splendide isole del sud

Arcipelago Mergui in Myanmar

Grave errore sarebbe quello di pensare al Myanmar come una meta non marittima. La Birmania è bagnata da un mare splendido, costellato qua e là da spiagge e coste che nulla hanno da invidiare al "celebrato occidente".

Tant'è che una tappa prettamente marina non è così sponsorizzata dai tour turistici del Paese. Noi ve la consigliamo, soprattutto se si tratta di un giro nelle splendide isole del sud del Myanmar; sono più di 800, raggruppate nell'Arcipelago di Mergui, gioiello del Mar delle Andamane.

Quest'area è preziosissima a livello di flora e fauna, indimenticabile da esplorare con immersioni e itinerari sulla terraferma, impareggiabile per quei turisti che ricercano relax, paradisi terrestri e mare cristallino anche qui. E pensare che è aperta ai visitatori solo da poco più di 20 anni (1997). Gli autoctoni sono i famosi "zingari di mare", i cosiddetti moken, così chiamati per la loro usanza di spostarsi frequentemente da un'isola a un'altra.

Se tra 800 isole non sai quale scegliere, il consiglio è di segnare sulla cartina la Macleod Island. Il Myanmar Andaman Resort, situato proprio qui, è un alloggio perfetto per qualsiasi tipo di vacanza - e non meno importante, per qualsiasi tipo di portafoglio. Una struttura che può essere un'ottima base d'esplorazione.

Ah, a proposito; proprio su quest'isola non potete non visitare Reindeer Beach, una delle spiagge più belle di tutto il Myanmar. Forse il luogo migliore per concludere un indimenticabile viaggio in Birmania.

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156262
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0