×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Galizia, il cuore verde della Spagna a Santiago de Compostela  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0156262
26 ott 2008 - by matteo
Santiago de Compostela // Consigli generici

Grazie alla sua geografia variegata la Galizia è un mosaico di paesaggi in cui si susseguono una serie infinita di luoghi di interesse naturalistico. Le coste galiziane con il loro profilo sinuoso, con le loro rientranze e sporgenze, disegnano spazi naturali contrastanti caratterizzati da baie, golfi, punte, capi, scogliere, spiagge, lagune e dune davanti alle quali, come pennellate di pietra, spuntano isole e isolotti. Si può tranquillamente affermare che la Galizia è un immenso spazio naturale, diviso in zone protette e zone alle quali si accede con maggior facilità e che all'interno o nelle vicinanze sono attrezzate per accogliere i visitatori.

Il Parco Nazionale delle Isole Atlantiche della Galizia, inaugurato nel 2002, include gli arcipelaghi di Cíes, Sálvora e l'isola di Cortegada. è il regno degli uccelli acquatici come il marangone dal ciuffo, il gabbiano reale e l'uria comune. I suoi fondali marini sono dei veri e propri prati subacquei con circa 200 differenti varietà di alghe e una ricca fauna di crostacei. L'isola di Cortegada vanta, invece, uno dei boschi d'alloro più estesi d'Europa.

La Comunità Autonoma galiziana ha costituito sei parchi naturali: Il parco di Fragas do Eume, di Corrubedo e quello delle lagune di Carregal e Vixán, che si trovano nella provincia di A Coruña; il parco del Monte do Invernadeiro, quello della Catena di Enciña da Lastra e il parco Baixa Limia-Serra do Xurés che si trovano nella provincia di Ourense. La provincia di Pontevedra conta, invece, il parco naturale delle Isole Cíes e il parco del Monte Aloia.

Nella rigogliosa valle solcata dalle acque del fiume Eume nasce il parco naturale della Fraga do Eume. La grande presenza di frassini, castagni, betulle, salici, aceri, noccioli e allori fanno di questa riserva naturale uno dei boschi atlantici più interssanti della Comunita Autonoma. Le sue cascate, ornate dal verde delle felci, invitano al riposo e rallegrano la vista. All'interno del parco sorge, maestoso e bellissimo, l'antico Monastero di Caaveiro.
Il parco di Corrubedo e delle Lagune di Carregal e Vixán è costituito da un immenso arenile. Le numerose dune che incorniciano la costa creano paesaggi lunari di rara bellezza. Alle loro spalle, le lagune di Carregal e di Vixán sono l'habitat naturale di numerose specie di uccelli. All'interno del parco il Dolmen di Axeitos testimonia il passaggio dei celti in queste terre.

Il Parco naturale dei Monti do Invernadeiro raccoglie una delle aree montagnose più caratteristiche della Galizia. Nel suo magnifico bosco di agrifogli si possono osservare, con un po' di pazienza, caprioli, daini, cervi, lupi e il simpatico ghiro grigio.

Situato a sud-est della Provincia di Ourense il Parco Naturale di Baixa Limia-Serra do Xurés confina con il Parco Nazionale di Peneda Gêres in Portogallo. Il parco comprende la vasta e affascinante valle del fiume Limia e l'altopiano granitico del Xurés. Gran parte del suo territorio si trova tra i 1000 e 1800 metri di altitudine. Nella zona abbondano le sorgenti termali e importanti resti di epoca romana.

Il Parco Naturale della Catena di Enciña da Lastra racchiude l'unica zona carsica di tutta la Galizia. I suoi sugheri, le sue querce, i suoi ulivi e mandorli profumati creano il bosco mediterraneo più importante di tutta la regione.

Il Monte Aloia è stata la prima zona del territorio galiziano ad essere dichiarata Parco Naturale. Dalle sue pendici è possibile ammirare lo scorrere del fiume Mino che spunta tra fronde e rami di larici, pini, cipressi, querce , betulle e robinie.

Mare e offerte nautiche in Galizia
Si dice che in Galizia la terra porta sempre al mare. Con i suoi 1.300 km di costa, le sue numerose spiagge e le sue attrezzate strutture portuali questa regione baciata dall'Atlantico offre numerose opportunità agli amanti del mare e della navigazione da diporto. Le splendide “rías” galiziane sono la cornice ideale alla pratica degli sport nautici. Qui la terra e il mare si fondono capricciosamente dando vita ad un litorale unico, fatto di acque tranquille e paesaggi di rara bellezza. Numerose e sparse lungo tutto il litorale le infrastrutture portuali sono il fiore all'occhiello della Galizia marittima. Vigo, ad esempio, accoglie i diportisti con ben due porti, uno dei quali al coperto, dove ormeggiare tranquillamente la prorpia o altrui imbarcazione. Un po' più a Nord la “ria” di Pontevedra con i i porti di Aguete, Marin, Sanxexo e San Vicente, offre molteplici possibilità di ormeggio a imabrcazioni di piccolo cabotaggio.

La “ria”di Arousa, una delle più grandi della Spagna, con le sue insenature, le sue cale, le sue isole e le decine di spiagge bianche è uno dei migliori posti della costa galiziana per praticare sport acquatici. Il porto di Vilagarcia, centro nevralgico della zona vinicola di O Salnés, offre numerose possibilitá di attracco; mentre quello di O Grove è un ottimo punto di partenza per visitare la meravigliosa isola di A Toxa. A La Coruña, in ciò che un tempo veniva chiamato Golfo Aratro, a fianco al Club Nautico ed allo Sporting Club Casino, troviamo il porto turistico della città. Poco lontano da questa città, Betanzos, con il suo attrezzatissimo porto, permette visite giornaliere ai minuscoli centri e villaggi disseminati lungo la costa. Sui mari della Galizia o sotto le loro acque si apre, dunque, tutto un mondo di possibilità. Dalle grandi crociere con scali a Vilagarcía, Vigo e A Coruña, fino ai piccoli viaggi per le “rías” con escursioni in diversi tipi di imbarcazioni. Il noleggio delle imbarcazioni a vela rappresenta una possibilità in più. Le numerose e ampie spiagge, con le potenti onde dell'oceano sono l'ideale per praticare surf.

Le zone di montagna in Galizia
In questa regione bagnata dalle onde dell'Atlantico la natura ha riservato uno spazio anche per gli amanti della montagna. Le catene montuose di Os Ancares e O Courel (Lugo), ed i massicci di Manzaneda e Pena Trevinca (Ourense) sono le zone più rilevanti per praticare il turismo alpino in Galizia.

La catena montuosa di Os Ancares ospita l'omonima Riserva Naturale. Sulle sue cime, molte delle quali toccano i 1.800 metri, trovano rifugio numerose specie animali. Gli amanti del trekking possono passeggiare lungo i sentieri che si addentrano nei suoi boschi rigogliosi, o risalire il corso dei suoi fiumi raggiungendone le sorgenti. Campa da Braña o l'ostello del Club Ancares sono i due principali punti di partenza per le escursioni. Oltre allo spettacolo della natura, questa zona montuosa offre al visitatore le bellezze artistiche dei suoi centri abitati. Piornedo, dichiarato Complesso Storico Artistico, conserva il più importante nucleo di Pallozas (antiche costruzioni preistoriche in pietra, paglia e legno, utilizzate come stalle, granai o magazzini) della Galizia. Pontes de Gatín, col suo ponte medievale che, secondo la tradizione, fu costruito dal Diavolo; Doiras con il suo imponente castello medioevale o Vilarello do Eirexa che sembra abbia dato i natali a Miguel de Cervantes.

Dal punto di vista geologico, la catena di O Courel è la più completa delle formazioni montuose galiziane. La laguna di Lucenza, ad esempio, affonda le radici della sua formazione geologica nell'era glaciale. La presenza di due differenti zone climatiche, l'eurosiberiana e la mediterranea, i suoi rilievi montuosi e le sue vallate chiuse, sono all'origine di una vegetazione esuberante e variegata. Roveri, faggi, tassi, mandorli e lecci offrono rifugio ad una ricca fauna selvatica, mentre i suoi fiumi sono famosi per le numerose trote che li abitano. Minuscoli paesini, con le case dai tetti in ardesia, ornano le pendici di questa catena montuosa. Come la frazione medioevale di Freon o il castro di Viari, arroccato su un promontorio che si affaccia sul fiume Lor. Per chi ama le ascensioni i luoghi adatti per praticare alpinismo sono: Formigueiros, Piapaxaro e Faro dalle cui vette si possono ammirare paesaggi di rara bellezza.

Il Massiccio di Manzaneda è una delle più vaste estensioni montuose della parte sudest della provincia di Ourense. Le sue cime, che toccano i 1.700 metri, ospitano l'unica stazione sciistica della Galizia, quella del complesso sportivo invernale di Cabeza de Manzaneda. Canyon fluviali, boschi, monasteri secolari, antichi ponti romani e graziosi borghi medioevali creano un'atmosfera suggestiva, ricca di fascino e storia. Come non ricordare il grazioso monastero cistercense di Montederramo, l'antico ponte romano di Bibei o il monastero di Sobradi de Trives con il vicino borgo medioevale. I numerosi corsi d'acqua che bagnano questa catena montuosa sono la gioia dei pescatori.

Selvaggio e sconosciuto, il Massiccio di Trevinca si trova tra le province di Ourense, Zampa e León. Racchiude le zone naturali di Sanabria, La Cabrera, O Bolo e Valdeorras. Coronata da cime che superano i 2.000 metri questa zona rappresenta una meta unica per chi ama la montagna.

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0,0156245
AdvValica-GetPartialView = 0
ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0,0156276
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0,4219062
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0
HotelSearch-GetAsyncComponentContainer = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0