Guida Nardò (18) Da Vedere Hotel  Vedi tutto
Nardò
7 10
Sole e mare, Mete per la famiglia, Ospitale...
Scarica gratis le guide Pdf di Nardò Scarica ora
x

Newsletter PaesiOnLine Marzo 2017

Torna la primavera, e su PaesiOnLine vi portiamo alla scoperta delle migliori destinazioni in Italia e in Europa e dei migliori eventi con la videonewsletter di marzo 2017.


Guida turistica di Nardò

Guida turistica Nardò: consigli e informazioni per visitare Nardò e trascorrere una vacanza.



Valutazione Generale:
Ottima
6
Buona
4
Media
7
Bassa
1
Visitata da:
Giovani e single 30%
Turisti maturi 20%
Coppie 30%
Con la famiglia 20%
Scopri cosa dicono i tuoi amici su Nardò
Accedi con Facebook

Recensioni Nardò

Ordina per: Più lunghi | Più utili | Più recenti
Livello 9
Giudizio generale: 9
Guida generale: Da visitare in ogni stagione, tranquillità e rilassatezza sono al primo posto. Ideale per giovani coppie ma anche per famiglie. Mi reco in zona per lavoro, ma ci sono stato anche con la famiglia. Il paesaggio è stupendo, basta spostarsi di pochi kilometri trovi paesaggi veramente incantevoli.
Cosa ne pensi di questo commento?

Livello 27
Giudizio generale: 10
Guida generale: Il fantastico parco di Portoselvaggio, la marine di Santa maria, Santa Caterina e Sant'Isidoro, il centro storico di Nardò con Piazza Salandra è unica in bellezza in tutto il sud Italia.
Da non perdere:
Cosa ne pensi di questo commento?

Livello 1
elena
Giudizio generale: 8
Guida generale: La cittadina di Nardò sarebbe a dir poco deliziosa se venisse ristrutturato a dovere il centro storico ricco di chiese e palazzi di notevole valore artistico. La consiglio vivamente.
Cosa ne pensi di questo commento?

Livello 45
Giudizio generale: 8
Guida generale: Bel centro storico ricco di piazzette, stradine, vicoli, con storici e artistici palazzi e chiese di pregio artistico ... A 6 km dal mare limpido con posti da favola come Porto Selvaggio ...
Cosa ne pensi di questo commento?

Livello 9
Giudizio generale: 10
Guida generale: MOLTO BELLO IL CENTRO STORICO! 4 PASSI DAL MARE FACILMENTE RAGGIUNGIBILE! DISCOTECHE BELLISSIME E PANORAMI DA MOZZAFIATO!! PORTO SELVAGGIO UNO SPETTACOLO DELLA NATURA, CON GROTTE E PARCO NATURALE DA FAVOLA CON FONDALI UNICI!!!! BUON DIVERTIMENTO!!!!!!
Cosa ne pensi di questo commento?

Livello 9
Giudizio generale: 6
Guida generale: Splendide le sue marine; Santa Caterina e Santa maria al bagno, molti bar nelle due "piazzette". Da visitare assolutamente il parco naturale di Porto selvaggio; potrete passare una giornata immersi nella natura. Il mare è cristallino. Per pernottare vi sono quasi esclusivamente bed and breakfast.
Cosa ne pensi di questo commento?

Livello 1
giorgio
Giudizio generale: 3
Guida generale: Scarsa, poca attività fisica, nessun divertimento in citta un paese per vecchietti. Non so gli altri cosa abbiano visto o visitato
Cosa ne pensi di questo commento?

Livello 9
Giudizio generale: 6
Guida generale: una volta usciti dal centro storico la pulizie delle strade lascia molto a desiderare. Peccato, perche' con un piccolo sforzo sarebbe una bella cittadina dove arte cultura e cucina non avrebbero niente da invidiare ad altri centri.
Cosa ne pensi di questo commento?

Livello 1
Utente 7193
Giudizio generale: 7
Guida generale: ho visitato nardò, è una bella cittadina perchè in se contiene l'antico centro storico, le belle marine e l'entroterra con le sue gustose masserie. Peccato che però un po tutto venga lasciato al caso
Cosa ne pensi di questo commento?

Livello 1
Utente 726
Giudizio generale: 9
Guida generale: non vengono risaltate le opere d'arte di pittori e scultoridal prof.gaballo, Lily Debenedictis, De Vitis, e tanti altri che certamente farebbero onore alla città
Cosa ne pensi di questo commento?

Conosci Nardò? Lascia il tuo giudizio
Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Attenzione!!
Inserisci il nome
Il tuo nome
Voto Da 1 a 10
Attenzione!!
Inserisci un breve giudizio sulla città
Attenzione!!
Il tuo commento è troppo breve. Per favore, aggiungi altre informazioni; sarai più utile agli utenti della Community che leggeranno la tua opinione.
Molto Utile
Poco Utile

Naviga la mappa

Video Nardò

Destinazioni vicino Nardò

Galatone Sole e mare, Mete romantiche, Ospitale... 5,7 Km da Nardò Cosa vedere (6) Copertino Sole e mare, Mete romantiche, Ospitale... 9,7 Km da Nardò Cosa vedere (6) Hotel e strutture ricettive (2)
Sannicola Sole e mare, Mete per la famiglia, Sporca... 10,6 Km da Nardò Cosa vedere (5) Hotel e strutture ricettive (1) Aradeo Sole e mare, Mete romantiche, Ospitale... 10,8 Km da Nardò

Strutture consigliate Nardò


Residence Tramonti Hotel A partire da € 154 Hotel Resort, Portoselvaggio Resort A partire da € 136
Masseria Pagani Agriturismo

Info su Nardò

Superficie:
193 Km2
Altitudine:
45 m
Abitanti:
31.957 [2012-05-31]
Introduzione

Nardò è un comune pugliese e sorge nell'area nordoccidentale della provincia di Lecce, più precisamente, sul versante ionico del Tavoliere Salentino, al limite settentrionale delle serre omonime; il suo territorio è attraversato dal Canale dell'Asso e si posiziona a circa 45 metri sopra il livello del mare.

Il terreno comunale comprende anche circa 22 km di fascia costiera, che si estende tra varie frazioni quali Santa Caterina, Sant'Isidoro e Santa Maria al Bagno, quest'ultima sicuramente la più importante, si affaccia sul Mar Ionio ed è nata come piccolo borgo di pescatori addirittura migliaia di anni fa. Santa Maria al Bagno è inoltre famosa per i suoi storici edifici termali e per avere ospitato per secoli i Cavalieri Teutonici all'interno di un complesso costituito da un'abbazia ed un grande monastero. Tra le altre frazioni di Nardò vale la pena di citare per lo meno Cenate, nota per le sue ville d'epoca ed i giardini secolari. La frazione di Pagani, un quartiere di formazione recente sviluppatosi attorno ad una masseria omonima, e Torre Inserraglio, altra località marina e zona tutelata come riserva grazie alla ricchezza straordinaria dei suoi fondali, della sua flora e della sua fauna marina.

Dal punto di vista climatico, Nardò è caratterizzato da temperatura squisitamente mediterranee con estati calde ed afose e inverni con temperature che vanno arrivano mediamente a 9.2°C, nel mese di gennaio, il più freddo dell'anno, e 25.2°C circa durante il mese di agosto, il più caldo.

La città di Nardò ha origini davvero antichissime che risalgono addirittura al Paleolitico medio e superiore. Durante il VII secolo a.C nasce come insediamento messapico col nome di "Naretòn" che deriverebbe etimologicamente dal termine illirico "nar", letteralmente "acqua", e parrebbe richiamare le antiche falde acquifere presenti nel territorio locale. Nel 269 a.C. diviene municipium Romano, cambiando nome in "Neritum" o "Neretum", e poi, con la caduta dell'Impero Romano d'Occidente, passa sia sotto il controllo bizantino che sotto quello longobardo. La conquista dei Normanni è datata 1055 e coincide con la concessione di insediamento nei confronti dei monaci benedettini presso la storica Abbazia di Santa Maria di Nerito, precedentemente occupata dai basiliani.

Durante il XIII secolo Nardò passa sotto la dominazione angioina, quindi, tra il 1497 ed il 1806 cresce come ducato e feudo degli Acquaviva. Con l'abolizione del feudalesimo, la città vede sorgere al suo interno alcuni germogli di Carboneria con la setta della "Fenice Neretina", che combatteranno con le truppe dei Borbone fino all'Unità d'Italia, nel 1861.Nardò torna a far parlare di sé durante la Seconda Guerra Mondiale, più precisamente quando, tra il 1943 ed il 1947 decide di ospitare a Santa Maria al Bagno oltre centomila Ebrei scampati ai campi di sterminio nazisti. Una decisione particolarmente coraggiosa, premiata nel 2005 dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi con la Medaglia d'oro al merito civile per avere alleviato "le sofferenze degli esuli" e per avere offerto "strutture per consentire loro di professare liberamente la propria religione", dando prova "dei più elevati sentimenti di solidarietà umana e di elette virtù civiche".

Oggi l'economia di Nardò si basa innanzitutto sull'agricoltura, la maggior parte del territorio locale è dedicata alla coltivazione di uve e ulivi e, di conseguenza, alla produzione di olio extravergine e vini vari, ma sono diffuse anche la produzione di patate, angurie, pomodori e l'allevamento di ovini, cui segue la produzione di formaggi locali. Il settore dell'artigianato si è sviluppato soprattutto per quello che concerne la lavorazione del vetro e della pietra di Carparo, mentre l'industria vede fiorire soprattutto l'azienda Gorgoni Plastek, che si occupa dell'esportazione in tutto il mondo di articoli religiosi.

Impossibile poi non parlare del ruolo fortissimo che ha il turismo sulle casse comunali, Nardò possiede infatti un territorio molto vasto e molto diversificato, che va dalla pianura alla coste delle sue splendide e già citate marine, che offrono opzioni davvero per tutti i gusti: si va dagli ambienti incontaminati di Porto Selvaggio con le sue magnifiche insenature, al centro turistico di Torre Inserraglio, pronto a coccolare i suoi visitatori con attività di ogni genere.

Dal punto di vista sportivo, la società più importante di Nardò è l'Associazione Calcio Dilettantistica Nardò, fondata nel 2014 a seguito del rilevamento del titolo sportivo del Copertino. Nardò ha dato i natali ad atleti di spessore assoluto quali Daniele Greco, secondo miglior specialista nel salto triplo italiano di sempre (dietro Fabrizio Donato) a Fabrizio Miccoli, ex attaccante ben noto agli appassionati di calcio, che ha brillato indossando le maglie del Perugia, Juventus, Fiorentina, Palermo e Lecce. Parlando di "vip" originari di Nardò, da ricordare Giuliano Sangiorgi, uno dei cantanti ed autori più importanti dell'attuale panorama pop italiano, frontman e membro fondatore della band Negramaro.

Nardò dista circa 30 km dal capoluogo di provincia Lecce, cui è collegata dalla Strada Statale 101 Salentina di Gallipoli. La città è fornita di due stazioni ferroviarie (Nardò Città e Nardò Centrale) che la mettono in comunicazione con le principali località del Salento.

Vedi tutto
Altre Informazioni
CAP:
73048
Prefisso:
0833
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
neretini o neritini
Patrono:
San Gregorio Armeno
Giorno Festivo:
20 febbraio

Viaggiare a Nardò

Intrattenimento:
Trasporti:
Sicurezza:
Convenienza:
Attrattive:
Alloggio:
Mangiare e bere:
Accoglienza:
Accessibilità:
Servizi ai turisti:
Attività:
Shopping:

Tag più popolari

Arte e cultura Enogastronomia Mete per la famiglia Verde e natura Sport Sole e mare Bici friendly Divertente Ecologica

Cosa visitare

2
Antiche masserie
 Altre Attrazioni
3
Marine di Nardò
 Spiagge
4
Parco di Porto Selvaggio
 Itinerari ed escursioni
5
Basilica cattedrale di Santa Maria Assunta
 Monumenti ed edifici storici
6
Castello Acquaviva
 Monumenti ed edifici storici
8
Chiesa Beata Vergine Maria del Carmelo
 Monumenti ed edifici storici
9
Chiesa dell’Immacolata
 Monumenti ed edifici storici
10
Chiesa di San Domenico
 Monumenti ed edifici storici
11
Chiesa di San Giuseppe
 Monumenti ed edifici storici
12
Chiesa di san Trifone
 Monumenti ed edifici storici
13
Chiesa di Sant’Antonio Abate
 Monumenti ed edifici storici
14
Chiesa di Sant’Antonio da Padova
 Monumenti ed edifici storici
15
Chiesa di Santa Chiara
 Monumenti ed edifici storici
16
Chiesa di Santa Maria della Purità
 Monumenti ed edifici storici
17
Chiesa di Santa Teresa
 Monumenti ed edifici storici
18
Edificio del Seminario Vescovile
 Monumenti ed edifici storici
19
Festa di San Gregorio Armeno
 Altre Attrazioni
20
Fontana del Toro
 Monumenti ed edifici storici
21
Madonna della Grotella
 Monumenti ed edifici storici
22
Masserie
 Monumenti ed edifici storici
23
Museo Archeologico dei Ragazzi
 Musei e pinacoteche
24
Palazzo dell’Università
 Monumenti ed edifici storici
25
Palazzo Mignano
 Monumenti ed edifici storici

Risorse veloci

Enti disponibili

Zona turistica

Parco Regionale Porto Selvaggio - Torre Uluzzo

1 Comuni 36 Attrattive 14 Hotel  

Salento

132 Comuni 714 Attrattive 1537 Hotel  

Partecipa

Utenti
Inserisci le tue recensioni, foto e diari  su Nardò

Strutture
Inserisci  La tua struttura  a Nardò

Azienda
Pubblica  I tuoi servizi turistici  a Nardò