Destinazioni Idee di viaggio Confronta Hotel Voli Vacanze Crociere Vedi tutto
Risorse Per
Diari di viaggio

Viaggio fai da te in India del nord, Tour del Rajastan

Community: Diari di viaggio e Racconti Viaggio fai da te in India del nord, Tour del Rajastan



Autore: Roberto
Voto complessivo:

Durata: 27
Data di partenza: 27/07/2006
Numero di viaggiatori: 2
Nomi dei viaggiatori: Roberto & Emanuiela
Condividi esperienza


Era da molto tempo che desideravamo andare in India, ma intraprendere questo viaggio ci spaventava un po’. Avevamo paura di non riuscire a mangiare, ( ma dopo i digiuni della Cina niente può essere peggio ) o di prendere qualche virus che ci avrebbe accompagnato anche a casa. Io poi non so per quale motivo avevo il terrore di prendere i pidocchi. Peggio ancora però era il timore di non essere abbastanza forti per affrontare questa immensa povertà.

Ma di esperienze ne abbiamo vissute parecchie e così siamo partiti. Abbiamo preparato questo viaggio documentandoci con estrema precisione.Siamo atterrati a Delhi il mattino presto e la prima cosa che ci ha traumatizzati è stato il caldo. Per un mese intero un’allucinante umidità al 98% ti toglie il fiato e passi tutto il giorno con i vestiti bagnati di sudore e una bottiglia d’acqua sempre in mano. Non è infatti il periodo ideale per visitare l’ India del Nord, ma le nostre ferie cadono in agosto.Delhi è una città caotica, rumorosa, sporca e ci vuole un po’ di tempo per ambientarsi in un posto così strano. La gente è tantissima e ovunque, nessuno va mai a casa, perché la strada è la loro casa.

La vita non si ferma mai così che dormire di notte è difficile, manca totalmente il silenzio. Da subito capisci che saranno settimane di stress con venditori insistenti e procacciatori d’affari noiosi. Dimenticatevi la privacy. Ogni azione qui si svolge in pubblico: mangiare, dormire, pregare. perfino le funzioni corporali.

Il terzo giorno dopo un’interminabile fila per entrare al Red Fort, evitabile con il pagamento di poche rupie allo sportello di fronte all’entrata, (ma l’abbiamo saputo quasi a coda finita,) siamo entrati in crisi…… Rifugiatici in un silenzioso caffè di un emporio statale, dopo più di 3 ore non eravamo ancora pronti a ributtarci per le strade.
Ma a tutto ci si abitua e così piano piano ti integri e anche le mucche sdraiate per strada diventano una normalità. Abbiamo così passato belle giornate girovagando per le vie piene di negozietti, ordinando cibo a caso per restare poi incerti su cosa ci fosse nel piatto, fotografando cose e persone che davvero appartengono a un’ altro mondo.
BIKANER: il viaggio in treno è lungo e l’attesa di 3 ore a Rewari per il cambio è pesante. La stazione, dove è meglio stare fuori che nelle sale d’attesa, è piena di cacche, cani e mosche.

Il Karni Mata Temple ossia il tempio dei topi è l’attrattiva che spinge fino a qui. E’ insolito vedere questa venerazione per degli schifosissimi topi malati. Ancora non riesco a credere di esserci entrata seppure con tre paia di calze una sopra l’altra che poi ho prontamente buttato. Resta comunque un’esperienza interessante e il gruppo di donne con i loro abiti coloratissimi che fuori dal tempio guarda il via vai dei pochi turisti è spettacolare. La città merita una visita e i carretti stracolmi di merce trainati da cammelli non sono allucinazioni dovute al caldo. Per riprendervi dal caos e dalla polvere andate al ristorante Evergreen vi sembrerà di essere in paradiso!!!

Trasferimento in bus per:

JAISALMER: città d’oro
La Lonely Planet dice che è simile a un castello di sabbia e passeggiare fra i vicoli di questo museo a cielo aperto è un’esperienza fantastica. Niente rende meglio di queste parole. Pernottare all’interno del forte è molto suggestivo, gli hotel hanno finestre con sedute per godere di una vista splendida sulla città. Godetevela perché insieme a Udaipur sono le uniche due città con un po’ di pace. L’escursione al tramonto verso le dune di sabbia di Sam offre un tramonto mozzafiato. Peccato che l’atmosfera venga rovinata da cammellieri insistenti, da ragazzini noiosi che ti seguono per venderti da bere, da canti e balletti di donne e bambini che poi aspettano i soldi……insomma qui la parola deserto non è del tutto appropriata.

Trasferimento in bus per:

JODHUPUR: città blu
Caos, smog, traffico e un caldo soffocante ma bellissima. L’Hotel Pal Haveli è in posizione strategica oltre che offrire ottime camere, il ristorante sulla terrazza è molto romantico e prepara il miglior lassi allo zafferano della città. Ci siamo persi per ore nelle stradine tortuose della città vecchia scattando ottime foto. I negozi del Sadar Market offrono infinite varietà di tè e spezie.

Qui è il posto migliore per comprare lo zafferano previa prova veridicità. Lo si mette in un bicchiere con dell’acqua e dopo qualche minuto lo si sfrega tra pollice e indice, deve colorare di giallo forte e il fiore non si deve rompere, se questo accade lo zafferano è sintetico.

La torre dell’orologio è il simbolo e il punto di riferimento della città e a fianco c’è la mitica Omelette Shop. Non perdetevi questo divertentissimo posto, il simpatico proprietario prepara frittate fantastiche messe poi tra due fette di pane, che noi abbiamo mangiato più volte senza poi essere puniti dalla vendetta di Montezuma. La visita al Meherangarh richiede un po’ di forze ma appaga e l’ottimo servizio di audioguide, fortunatamente anche nella nostra lingua, rende ancor più interessante il tragitto da percorrere.
Trasferimento in bus per:

UDAIPUR
Sorge in riva al lago ed è la città più romantica del Rajasthan e ci si gode finalmente un po’ di tranquillità. Il Jagdish Temple è attraente soprattutto durante le cerimonie e sulle scalinate che portano all’ingresso si possono incontrare personaggi pittoreschi. La città vecchia come tutte del resto ha infinite botteghe, interessanti i dipinti su seta.

Sulle terrazze degli alberghi si cena con vista sul Lake Piccola al centro del quale si impone lo splendido Lake Palace. Ci sarebbe piaciuto pernottare direttamente lì ma è un posto per veri nababbi. Peccato…….!!!!!
Bella la visita al City Palace e divertente quella al Monsoon Palace. Ci si arriva con un lungo giro in Tuk Tuk. La costruzione in effetti è decadente ma la vista sulla città incanta e poi si incontrano tantissime scimmie che si mettono in posa per un clic da vere stars.

In città gustatevi i dolci e il cappuccino del Caffè Edelweiss, vi sembrerà un miraggio quando ve lo troverete davanti, ma non preoccupatevi è tutto vero!!!

Dopo i trasferimenti in bus senza AC, con un sacco di polvere dai finestrini, le soste per il pranzo che noi chiaramente non facevamo e il solito caldo infernale, abbiamo deciso di andare a Pushkar con un’auto privata. La gentilezza e la discrezione del nostro autista sono state le uniche cose positive dei 2 giorni successivi.
PUSHKAR è la città meno ospitale che ci sia mai capitato di visitare. E’ molto turistica, quindi ci sono difficoltà per trovare una buona sistemazione senza prenotare in anticipo. La città è una bancarella unica con i soliti venditori stressanti e di mistico non c’è proprio niente.

Diario di Emanuela e Roberto - Turistinonpercaso


Commenti sul Diario

Data: 13/05/2013 20.37.00

Che la si ami o la si odi l’India ti coinvolge pienamente, è un paese che ti rimane addosso, un'esperienza che non possiamo dimenticare. Più di 1miliardo e 300 mila persone abitano questo subcontinente, per noi che giungiamo con la voglia di saperne un pochino di più si traduce in un enorme cocktail culturale.

Maria Grazia

Data: 24/01/2013 23.05.00

Siamo appena ritornati da un meraviglioso viaggio in India del Nord (Rajasthan, Agra, Delhi, Varanasi). Abbiamo avuto una visione completamente diversa da Roberto. L' India è un paese unico, abitato da persone speciali che puoi capire e apprezzare solo se apri veramente il tuo cuore e la tua mente. Tutte le località visitate, anche se sporche e caotiche, ci hanno lasciato qualcosa di particolare dentro che non dimenticheremo con facilità. Namastè! giorgio e daria

Daria

Data: 13/07/2011 18.03.00

La penso esattamente come Matteo... un bel giro sulle Dolomiti sarebbe stato più appropriato per voi...

Isabella

Data: 07/06/2011 18.37.00

questi vanno in india e pretendono alberghi puliti,gente che non rompa e non vedono l'ora di trovare un posto che fa cappuccini e pizza hut...ma riccione no?

Matteo

Data: 15/05/2010 21.53.00

Partite tranquille affidatevi però ad agenzie già selezionate dalla guida edt. Buona vacanza

Emanuela

Data: 13/05/2010 15.22.00

bello!!!! e utile! volevo partire con una mia amica ma non sono tanto convinta se 2 ragazze da sole siano in grado di affrontare un viaggio fai da te in india...... qualche consiglio?

Lucia

Data: 13/06/2009 23.27.00

fantastica esperienza!

ALBERTO

Ti potrebbe interessare anche...

Incredible India 2 - India del Nord

Deserto, laghi e fiumi sacri, l'Himalaya, foreste, giungle, città sante, bazaar, templi, forti, e palazzi da 1000 e una notte! L'India del Nord offre cosi tanto da vedere che alla fine del viaggio la mente vaga tra le tante meraviglie viste e quelle che si è stati costretti a tralasciare per mancanza di tempo...

Voto complessivo:

Horn Please India del Nord 2007

Viaggio nell'India del Nord fra caos, spiritualità e cultura

Voto complessivo:

India, Rajastan

Descrizione del Karni Mata Mandir, il famoso Tempio dei topi di Deshnoke, ultima tappa importante di un intenso viaggio nella regione indiana del Rajastan.

Voto complessivo:

Ricerca


Racconta il tuo viaggio

Condividi la tua esperienza con altri viaggiatori

I tuoi racconti di viaggio sono unici, raccontali con parole e immagini. In più, grazie alle tue storie accumuli sconti su vacanze e accessori per partire verso una nuova avventura!

Ultimi diari inseriti

Viaggio a New York dettaglio per dettaglio

Mini guida su come organizzare un perfetto viaggio a New York, con tutte le informazioni necessarie, i contatti di riferimento e i posti consigliati.

Siviglia,una città da vivere

Nella prima metà del mese di settembre 2014, ho trascorso insieme a mia moglie una vacanza nella città di Siviglia. Siviglia, capitale dell'Andalusia, è una città a dir poco stupenda!

Lisbona e dintorni

Una vacanza di relax ed emozioni